NarutoPedia
Advertisement
NarutoPedia
Agira Ryudoin
Agira Ryudoin.png
Ryūdōin Agira
Debutto
Anime Naruto #196
Informazioni
Sesso Gender Male.svg Maschio
Stato Deceduto
Famiglia
Famiglia Gensho Ryudoin (figlio)
Jako Ryudoin (Figlio)
Rokkaku Ryudoin (figlio)
Tecniche
Tecnica della Manipolazione dei Burattini di Legno

Agira Ryudoin (Ryūdōin Agira) era il padre di Gensho, Jako e Rokkaku.

Aspetto

Agira era un uomo grosso, che indossava un lungo cappotto e una camicia, guanti scuri senza dita che si estendevano fino al gomito, pantaloni lunghi e comuni sandali shinobi. Aveva i capelli bianchi lunghi fino alle spalle che si separavano attorno al suo viso, non diversamente dal figlio maggiore, sebbene le frange di Agira fossero più corte. Il suo viso era leggermente rugoso e la sua fronte era adornata con una disposizione simile a un tatuaggio di tre tomoe, in qualche modo simile al Segno Maledetto del Cielo .

Personalità

Come notato da Gai , Agira era un brav'onorevole uomo, evidente poiché aveva scelto di combattere Gai usando il suo taijutsu al posto dei suoi pupazzi di legno e dopo la loro battaglia, quando chiese un altro tentativo con un sorriso soddisfatto. Anche se Agira stesso non è sopravvissuto per farlo, ha voluto avere una rivincita fino alla sua morte. Gai stesso aveva una grande passione per Agira, notando i suoi modi rispettosi e persino chiamandolo Agira-chan.

Storia

Qualche tempo fa, ha combattuto contro Gai Maito ed è stato sconfitto. Dopo la lotta contro Gai, fu gravemente ferito e morì poco dopo. I suoi figli hanno cercato di vendicarsi di Maito Gai, ma nel frattempo si sono resi conto di aver frainteso il padre.

Abilità

Agira era esperto nellaTecnica della Manipolazione dei Burattini di Legno , essendo in grado di controllarne e convocarne un gran numero. La sua abilità nel taijutsu fu altrettanto impressionante, costringendo Gai ad aprire almeno tre delle Otto Porte Difensive del Corpo per ottenere la vittoria. Lo stile particolare che usava era presumibilmente il kenpō, un'arte marziale giapponese in cui i colpi di pugno, i punti di pressione e le chiusure articolari sono principalmente usati per l'autodifesa.

Advertisement