FANDOM


Dichiarazione di guerra
Boruto episodio 28
(宣戦布告, Sensenfukoku)
Informazioni
Episodio Boruto #28
Precedente Boruto #27
Successivo Boruto #29
Trasmissione
Giappone 11 Ottobre, 2017
Personaggi Introdotti
Hebiichigo
Buntan Kurosuki
Ichirota Oniyuzu
Kyoho Fuefuki
Squadre Introdotte
Nuovi sette spadaccini della Nebbia
Tecniche Introdotte
Tecnica Finale: Scarica di Volt
Arte dell'Acqua: Tecnica della Fucina d'Acqua

Dichiarazione di guerra (宣戦布告, Sensenfukoku) è il ventottesimo episodio dello spin-off di Naruto e Naruto Shippuden, Boruto: Naruto Next Generations.

Trama

Kagura riflette su come l'incontro con Boruto lo abbia cambiato e accetta la richiesta del Mizukage Chōjūro di ricevere la spada leggendaria "Hiramekarei". Chōjūro è contento di apprendere ciò e permette a Kagura di recuperare la spada dall'edificio in cui è custodita insieme alle altre sei armi dei Sette Spadaccini della Nebbia. Suigetsu aggirandosi furtivamente tra le montagne, segue il ragazzo, rimanendo ad ammirare l'edificio con una certa preoccupazione. Kagura si allena nell'utilizzo della Hiramekarei, e chiama Boruto per ringraziarlo di tutto ciò che ha fatto per lui. I due però sono improvvisamente catturati nelle prigioni acquatiche create da Shizuma. Shizuma prevede di porre fine al periodo di pace che sta regnando su Kirigakure e avviare una guerra, incominciando con l'uccisione del figlio del Settimo Hokage. Shizuma afferma che Chōjūro e Mei semplicemente si sbarazzano di coloro che non sono d'accordo con le loro politiche, così tenta di convincere Kagura a schierarsi al suo fianco in ricordo di ciò che successe in passato.

Kagura ripensa in questo modo a quando il maestro Shizuma lo interruppe prima che il ragazzo uccidesse un suo compagno dell'Accademia durante un allenamento. In quel momento Shizuma gli spiegò che non ci fosse niente di sbagliato in lui. I suoi istinti omicidi, che spesso non riesce a controllare, altro non sono che l'eredità di suo nonno, il sanguinario Quarto Mizukage, Yagura Karatachi. Shizuma dice che Kagura appartiene a lui, mostrando la cicatrice che Kagura gli ha inferto molto tempo fa e che lui lo proteggerà sempre. Boruto inizia a combattere contro Shizuma, che in un primo momento devia il suo shuriken con la sua spada, ma è costretto a schivarli quando Boruto inizia a infonderli di energia elettrica. Shizuma sta per essere colpito, ma improvvisamente compare Buntan, una prodigiosa spadaccina specializzata nell'utilizzo dell'Arte del Fulmine che, grazie alle sue spade, devia il colpo di Boruto, definendo le capacità del ragazzo molto inferiori alle sue. Shizuma introduce così ai due i suoi alleati: Kyohō Fuefuki, Hebiichigo, Buntan Kurosuki, Ichirōta Oniyuzu e Hassaku Onomichi.

Boruto utilizza allora l'arte del vento per aumentare la sua velocità e colpire Shizuma con la sua arte del fulmine scivolando attraverso le sue file di alleati, ma Shizuma lo spinge via mescolando l'arte dell'acqua alla potenza del suo spadone. Hebiichigo si prende gioco di lui, affermando che il ragazzino non si è neanche accorto che sta per essere ucciso. Kagura cerca di aiutare Boruto, ed è sconvolto nell'apprendere che Shizuma desideri che lui diventi il settimo membro dei suoi spadaccini della Nebbia Insanguinata. Ichiròta mette in evidenza come l'uccisione di Boruto avrebbe concluso qualsiasi discorso circa degli eventuali trattati di pace e che avrebbe portato ad una guerra assicurata, ma Kagura gli vieta di toccare l'amico. Prima di lasciare la stanza, Shizuma dice a Boruto di informare suo padre che la guerra sta per cominciare, e scompare insieme ai suoi alleati. Anche Kagura decide di seguire i sei spadaccini nel loro percorso, non potendo negare la sua vera natura di "assassino". Boruto si risveglia tra le braccia di Sarada, che nel frattempo ha medicato le sue ferite. Sarada racconta a Boruto di essere riuscita a trovarlo perché Tsurushi, che ha abbandonato la fazione di Shizuma dopo essere stato quasi ucciso, gli ha detto dove cercarlo. Suigetsu rimane ad osservare mentre il gruppo di Shizuma si dirige verso l'edificio dove sono custodite le armi dei Sette Spadaccini. Prima che Mitsuki riesca ad intercettarlo però, Suigetsu sparisce nella nebbia. Tsurushi rivela a Boruto e Sarada che Shizuma utilizza il passato oscuro di Kagura per manipolare il ragazzo ed averlo dalla sua parte. Boruto è determinato a non lasciare che la situazione degeneri. Kagura apre la volta della cassa che custodisce le sette spade per Shizuma e gli altri.

Produzione

Prima apparizione

Personaggi Principali

Personaggi Ricorrenti

Tecniche Utilizzate

Galleria


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.