FANDOM


La determinazione di un ninja
Boruto episodio 37
(忍の覚悟, Shinobi no Kakugo)
Informazioni
Episodio Boruto #37
Precedente Boruto #36
Successivo Boruto #38
Trasmissione
Giappone 13 dicembre, 2017
Tecniche Introdotte
Tecnica del Perimetro Sigillante Multiplo

La determinazione di un ninja (忍の覚悟, Shinobi no Kakugo) è il trentasettesimo episodio dello spin-off di Naruto e Naruto Shippuden, Boruto: Naruto Next Generations.

Trama

Kakashi spiega a Boruto che, a questo punto, il suo desiderio di volere diventare un ninja semplicemente per potere rimanere con i suoi amici, non basta più. Boruto sarà anche un ragazzino dotato, ma ciò che gli manca è la determinazione, e ciò ha avuto un'influenza negativa anche su tutti i suoi compagni di classe. Boruto si domanda come Kakashi conosca queste informazioni, e lui gli rivela di essere il giornalista Sukea. Kakashi ritiene che l'influenza negativa di Boruto sui suoi compagni di classe li abbia resi inadatti a diventare degli shinobi. Proprio mentre Kakashi sta per sottrarre la bandana a Boruto, Mitsuki e Iwabee attaccano Kakashi, costringendolo a lasciare andare Boruto per difendersi e contrattaccare, permettendo a Boruto di scappare con l'aiuto di Iwabee. Mitsuki però, viene ferito. Durante la notte Wasabi, Denki, Iwabee, Mitsuki, Sumire, Metal e Boruto si riuniscono per elaborare una strategia. Mentre Sarada torna all'accampamento, Wasabi sta guarendo Boruto grazie alle sue arti mediche. Namida afferma che l'amica è specializzata in questo campo, ma la stessa Wasabi ammette di non essere realmente portata per questo tipo di cose. Boruto però, dopo la valutazione di Kakashi circa la loro classe e la sua influenza negativa, decide di scusarsi con i suoi amici. Iwabee, Denki e Sumire però riescono a farlo ragionare. Senza di lui, nessuno sarebbe riuscito a conseguire i risultati raggiunti e di certo la stessa Sumire sarebbe morta. Anche Mitsuki, rialzandosi da terra, esprime la sua ammirazione per Boruto, affermando che senza di lui, non avrebbe mai aiutato un amico in difficoltà come avvenuto precedentemente, durante lo scontro con Kakashi. Il gruppo prende nota del limite di ventiquattro ore della prova, e del fatto che alcuni di loro, nonostante siano stati resi incoscienti o sconfitti in combattimento, abbiano ancora le loro bandane. Insieme, giungono alla conclusione che la prova serva soltanto a testare la loro determinazione.

Kakashi, Anko e Konohamaru discutono degli esami mentre dispongono gli studenti catturati intorno al campeggio allestito, affermando che tutti gli studenti falliranno se i loro compagni non giungeranno a salvarli. Boruto elabora allora un'efficace strategia. Metal e Wasabi distraggono la signorina Anko, mentre Sumire, grazie al potere della Nue libererà i suoi compagni. Wasabi utilizza una tecnica che le permette di assumere delle caratteristiche fisiche di un gatto, Sumire dei proiettili acquatici e Metal il suo colpo della Foglia. Anko però non si rivela essere altri che un clone. La vera Anko si avvicina allora a Namida per catturarla per mezzo dei suoi serpenti, ma la ragazzina la manda al tappeto in un istante grazie alle sue urla soniche. Sconfitta Anko, i quattro riescono a librare i loro compagni. Boruto distrae Konohamaru, permettendo a Denki, Iwabee e Mitsuki di bloccarlo tramite fūinjutsu combinato. Konohamaru ferma un colpo di Denki, ma il suo bersaglio viene colpito comunque e il maestro è così squalificato. Sarada e Boruto si erano trasformati l'uno nell'altro, permettendo a Sarada di avvicinarsi abbastanza da lanciargli un genjutsu con il suo Sharingan, in modo tale da non farlo accorgere del kunai con il quale Denki ha in realtà colpito il suo bersaglio. Sconfitto Konohamaru, il gruppo viene raggiunto da Tsuru, che li informa che adesso rimane soltanto Kakashi da battere. Al sorgere del sole, Boruto attacca Kakashi con i suoi cloni d'ombra. Kakashi però li abbatte uno ad uno, scoprendo che in realtà sono i suoi compagni di classe che hanno assunto le sue sembianze. Quando Boruto però riesce ad avvicinarsi abbastanza al Sesto Hokage, dando ai suoi compagni di classe il segnale, tutti si rialzano dalle loro posizioni, combinando le loro tecniche di sigillo in un unico grande fūinjutsu combinato.

Kakashi utilizza allora contro di loro l'Arte del Fulmine per cercare di liberarsi dalla paralisi, ma i ragazzi riescono a resistere, determinati a diventare a tutti i costi dei ninja. Boruto riesce a sfiorare il campanello prima che la prova giunga al termine, senza però afferrarlo completamente. Gli studenti pensano così di avere fallito, ma Kakashi annuncia invece che tutti quanti sono stati promossi. Kakashi puntualizza che non sarebbero stati in grado di impossessarsi del campanello nemmeno se il cielo si fosse fuso con la terra, ma è stato proprio nel momento in cui hanno collaborato tutti insieme per raggiungere un obiettivo che sono stati promessi. Shino si congratula con loro e rilascia la tecnica di trasformazione applicata sulle loro bandane, rivelando il copri fronte di Konoah. Adesso, sono stati tutti quanti ufficialmente promossi al grado di Genin. Gli studenti festeggiano. Iruka rimprovera Kakashi per essere stato troppo duro con i suoi studenti.

Produzione

Personaggi Principali

Personaggi Ricorrenti

Tecniche Utilizzate

Galleria


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.