NarutoPedia
NarutoPedia
Boruto Uzumaki
New Boruto infobox.png
(うずまきボルト, Uzumaki Boruto)
Debutto
Manga Naruto #700
Anime Boruto: Naruto Next Generations #1
Film The Last: Naruto the Movie
Romanzo The Last: Naruto the Movie
Videogioco Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4
Doppiatori
Seiyu Kokoro Kikuchi (The Last: Naruto the Movie)
Yūko Sanpei (Boruto: Naruto the movie)
Informazioni
Compleanno 17 luglio
Sesso Gender Male.svg Maschio
Età Film The Last: 5 anni
Film Boruto: 13 anni
Altezza 145 cm
Peso 25 kg
Sangue B+
Abilità Innata Byakugan.svg(solo manga)
Jōgan.svg(anime e romanzo)
Classificazione Ninja Sensitivo
Fedeltà Konohagakure Symbol.svg Villaggio della Foglia
Gruppo Team Konohamaru
Clan Uzumaki Symbol.svg Uzumaki
Carriera Ninja
Rango Genin
Famiglia
Famiglia Minato Namikaze (Nonno)
Kushina Uzumaki (Nonna)
Naruto Uzumaki (Padre)
Hinata Hyuga (Madre)
Himawari Uzumaki (Sorella)
Anziano Hyuga (Bisnonno)
Hiashi Hyuga (Nonno)
Signora Hyuga(Nonna) (solo Anime)
Hanabi Hyuga (Zia)
Hizashi Hyuga (Prozio)
Neji Hyuga (Cugino)
Momoshiki Ootsutsuki (Ospite)
Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon Wind.svgNature Icon Lightning.svgNature Icon Water.svg
Tecniche
Boruto Stream
Rasengan compresso(solo anime)
Pugno Gentile
Tecnica dell'Harem
Nature Icon Lightning.svg Arte del Fulmine: Tecnica degli Shuriken di Fulmine
Karma
Kamakiri Rift
Nature Icon Lightning.svg Proiettile Fulmineo(solo manga)
Nature Icon Lightning.svg Arte del Fulmine: Elettricità Viola(solo manga)
Nature Icon Lightning.svg Freccia Elettrica
Nature Icon Lightning.svg Fulmine: Triplice(solo manga)
Formazione di luce a più corde
Rasengan Padre e Figlio
Rasengan
Rasengan: Unisono
Tecnica dell'Erotismo
Tecnica della Moltiplicazione Superiore del Corpo
Barriera del Filo
Tecnica del Richiamo
Danza Selvaggia del Fuoco Ardente
Rasengan Evanescente
Nature Icon Water.svg Arte dell'Acqua: Mare Impetuoso
Nature Icon Water.svg Muro Acquatico(solo manga)
Nature Icon Wind.svg Palmi dell'Uragano
Nature Icon Wind.svg Arte del Vento: Rasengan(solo anime)
Armi
Kunai
Shuriken
Kote
Spada

Boruto Uzumaki (うずまきボルト, Uzumaki Boruto) è un genin del Villaggio della Foglia, membro del Clan Uzumaki e discendente del Clan Hyuga. Boruto è il figlio di Naruto Uzumaki e Hinata Hyuga, e il fratello maggiore di Himawari. Dopo essersi diplomato all'accademia, viene assegnato al Team Konohamaru insieme a Sarada Uchiha e Mitsuki.

Aspetto

Boruto ha i capelli irti, biondi, occhi azzurri e due baffi su ciascuna delle sue guance. Nel complesso, ha una grande somiglianza con suo padre, sebbene abbia anche ereditato i tratti del viso da sua madre, come la forma del suo viso e degli occhi. L'acconciatura di Boruto ricorda una foglia, il suo ahoge (ア ホ 毛, che significa letteralmente: capelli sciocchi) che funge da gambo. Secondo Sarada, i suoi occhi sono più blu di quelli di Naruto.

All'età di cinque anni, Boruto indossava una tuta da ginnastica nera che aveva un simbolo rosso fuoco sul seno sinistro, un simbolo che assomigliava a un bullone sul retro e strisce rosa scuro lungo i lati dei pantaloni. All'inizio dei suoi giorni da studente dell'Accademia, il suo vestito è abbastanza simile al suo abbigliamento precedente, con strisce rosa scuro aggiuntive sulla giacca. Sotto questa giacca che lascia aperta indossa una maglietta bianca e un catenaccio legato a una corda intorno al collo. Indossa una giacca più lunga quando è un genin e una cintura nel manga, ma per il resto i suoi vestiti sono gli stessi, tranne l'aggiunta di una protezione per la fronte e un simbolo del clan Uzumaki rosa scuro sul retro invece del bullone.

Inoltre, nel manga Boruto: Naruto Next Generations, Boruto è visto indossare un piccolo elastico nero attorno alla caviglia sinistra. Indossa anche un elastico nero simile intorno al polso sinistro. Boruto ha anche indossato brevemente la giacca arancione originale di suo padre, insieme alla protezione per la fronte graffiata di Sasuke. Dopo che Momoshiki entra in contatto con il suo braccio, Boruto ottiene il Kama, un sigillo a forma di diamante nero, sul palmo destro. Pur rimanendo nel passato, Boruto indossava un giubbotto rosso, maniche lunghe grigie e pantaloncini lunghi come travestimento. Nell'anime, su ordine di Sasuke, Boruto ha iniziato a indossare un guanto senza dita sulla mano destra per nascondere il Kama.

All'età di sedici anni, Boruto ha una grossa cicatrice che gli corre lungo l'occhio destro e dalla fronte alla guancia. Il Kama sul braccio destro, che quando attivato si illumina di blu e copre parte della sua mano e il lato destro del corpo. Indossa una cintura con pantaloni neri notevolmente più corti, sandali shinobi regolari e un mantello. Indossa anche una protezione per la fronte con due tagli intersecanti su di essa.

Personalità

Boruto è rumoroso, energico e testardo non diversamente da suo padre Naruto; possiede anche un tic verbale, "dattebasa" (だ っ て ば さ), simile al "dattebayo" di Naruto e al "(da) ttebane" ((だ) っ て ば ね) di sua nonna paterna. Tuttavia, rispetto a suo padre alla sua età, Boruto è più raffinato e furbo, apparentemente conoscendo tutte le scorciatoie, oltre che più maturo nel sapere come funziona il mondo. Tra i due, è più sarcastico. A differenza di Naruto, Boruto non urla quello che sente, che è la differenza più grande. Nonostante il suo atteggiamento rilassato, è molto diligente. Al contrario, anche l'educazione di Boruto è stata diversa da quella di suo padre: la famiglia di Boruto è sempre lì per lui, e allo stesso modo ha molti amici, e le sue acquisizioni gli sono arrivate facilmente e naturalmente da una combinazione di talenti prodigiosi e genitori educati.

Per questi motivi Boruto ha un'alta opinione di se stesso e si vanta liberamente delle sue capacità. Tuttavia, la sua arroganza gli ha fatto non dare valore ai compagni di squadra o al lavoro di squadra, credendo di poter fare qualsiasi cosa da solo. Si sentiva nel raggiungimento del successo come il punto principale di qualsiasi cosa, anche prendendo scorciatoie insincere per farlo, come utilizzare un programma cheat per vincere facilmente un videogioco, o usare il Kato per creare una facciata di esecuzione di tecniche avanzate per guadagnarsi il diritto di essere il discepolo di Sasuke, e in seguito ricorrere rapidamente allo stesso dispositivo per sconfiggere gli avversari una volta che sembrano avere un vantaggio. Dopo aver visto quanto egoista e amorale si stesse comportando ricorrendo a un tale strumento, si guadagnò un ritrovato rispetto per il duro lavoro. Allo stesso tempo, si è anche guadagnato una forte avversione per chiunque si affidi a strumenti così avanzati, credendo che si debba fare affidamento esclusivamente sulla propria abilità naturale. Dopo aver incontrato Ao, tuttavia, è arrivato ad apprezzare che gli strumenti, non importa quanto avanzati, non sono intrinsecamente buoni o cattivi, ma semplicemente un mezzo per un obiettivo che dipende dal suo utente. Inoltre, vedendo come tali invenzioni potessero essere utilizzate anche piccoli animali, è arrivato ad apprezzare il lavoro di Katasuke Tono.

Nonostante la sua arroganza, non disprezza nessun altro ed è molto fedele ai suoi amici. Senza esitazione, era andato ripetutamente in aiuto di Denki quando era stato ferito fisicamente. Evita anche il confronto, o insulti quando qualcuno parla alle sue spalle, ignorando completamente la situazione a meno che i suoi amici non si facciano male, il che mostra la sua maturità. Anche quando un amico si è rivelato essere un nemico, è rimasto determinato ad aiutarli a riportarli indietro dal loro sentiero oscuro. Ama profondamente sua madre e sua sorella, diventando indignato quando o è ferito fisicamente o emotivamente. Nonostante ami la sua sorellina, Boruto è terrorizzato da lei e ha promesso a se stesso che non l'avrebbe mai più turbata. Sia Sasuke che Naruto hanno commentato che Boruto si somigliava l'un l'altro quando erano più giovani, e aveva effettivamente mostrato le caratteristiche di entrambi gli shinobi quando erano più giovani, facendo sì che Naruto affermasse che suo figlio è qualcosa di completamente diverso da entrambi. Ad esempio, ha mostrato le abitudini maliziose di Naruto per attirare l'attenzione e il desiderio di potere di Sasuke anche usando scorciatoie. Simile a quello dei loro genitori, Boruto condivide una relazione complicata con la figlia di Sasuke, Sarada. I due sono spesso in contrasto, con la giovane Uchiha che apprezzava il posto di Hokage mentre Boruto mostrava completo disprezzo per questo. Nonostante ciò, Boruto si prende cura di Sarada e del suo sogno, come testimoniato durante gli esami Chunin, quando ha espresso il suo desiderio di vincere per non diminuire i progressi di Sarada nel diventare Hokage. Nel complesso, la lealtà incrollabile di Boruto nei confronti dei suoi amici ha continuamente dimostrato di essere una forte influenza per tutto ciò che lo circonda, molti anche notando che è diventato il fondamento per i suoi amici poiché è determinato a tenere insieme i suoi amici.

Anche se Boruto ama suo padre ed è felicissimo quando trascorrono del tempo insieme, la loro relazione è stata tesa da quando Naruto è diventato il Settimo Hokage. A causa delle molte responsabilità del lavoro che impediscono a Naruto di essere in giro tutto il tempo, Boruto si sente trascurato e diventa risentito verso il titolo di Hokage, vedendolo solo come una posizione che gli porta via suo padre e dichiarandolo (consapevole che Naruto cresciuto come orfano) come adatto solo per chi non ha persone care. Alla fine, dopo che Boruto è stato esposto alle complicazioni della vita di suo padre, finalmente capisce e perdona i fitti impegni di suo padre e smette di provare a prendere le opzioni facili della vita.

Boruto esprime il suo desiderio di diventare uno shinobi come Sasuke.

Sebbene inizialmente volesse solo conoscere il passato di suo padre in modo da superare suo padre, Boruto diventa sinceramente curioso della storia di Naruto, mentre chiede a suo padre del suo passato, in particolare su come è diventato uno dei più forti shinobi mai vissuti. , nonostante sia apparentemente assolutamente senza speranza in tutto il resto. Dalla sua battaglia contro Momoshiki Otsutsuki, Boruto alla fine arrivò a vedere suo padre sotto una nuova luce, entrambi ammirando la sua potenza di shinobi ma avendo ancora una natura altrettanto altruista per proteggere il villaggio. In seguito, lui e Naruto sono stati in grado di trovare un terreno comune e di avere di nuovo una relazione sana, con Naruto che ha accettato di presentarsi più spesso di persona mentre Boruto ha smesso del tutto di chiedere il tempo di suo padre, entrambi spingendo apertamente l'altro in avanti nei loro obiettivi. Nonostante abbia lasciato andare la sua rabbia nei confronti di Naruto e il suo disprezzo per il titolo di Kage, arrivando anche a rispettare suo padre e la sua grande potenza come Hokage, Boruto afferma chiaramente che non ha intenzione di diventare Hokage. Sceglie invece di percorrere la sua strada, diventando invece un supporto per l'Hokage, come il suo padrone.

A Boruto piacciono gli hamburger dove si precipiterebbe a prendere un hamburger al peperoncino verde in edizione limitata, l'ultimo giorno sarebbe stato venduto, ea volte portava buoni sconto per hamburger. Nota che il suo piatto preferito è un panino yakisoba. Boruto ha anche un amore per il cibo piccante, avendo una maggiore tolleranza per il sapore rispetto ai suoi amici, che di solito si ammalano. Sembra anche che si diverta molto a disegnare, mentre sembra ignaro della sua scarsa abilità. Nonostante questo, Sai ha notato che Boruto aveva il potenziale per usare Super Beast Scroll a causa della sua passione per il disegno. Boruto sembra essere influenzato dal famoso personaggio del film, Kagemasa, poiché imita l'atteggiamento dell'eroe mentre indossa una replica del visore del personaggio.

Da adolescente, la personalità di Boruto era cambiata in netto contrasto con quella di quando era bambino; è molto calmo e composto, anche quando viene pungolato sul destino di suo padre. Boruto si riferisce al suo io più giovane come un monello che non prendeva sul serio l'essere un ninja, il che implica fortemente che la versione precedente di Boruto è cambiata drasticamente.

Storia

Boruto da neonato.

Boruto è il primo figlio di Naruto e Hinata Uzumaki, che due anni dopo riceve una sorella minore Himawari. Mentre i suoi genitori hanno continuato a stare vicino ai loro amici d'infanzia nel corso degli anni, Boruto alla fine ha conosciuto bene i rispettivi figli dei vari genitori.

Il giorno in cui Naruto doveva essere inaugurato come Settimo Hokage, sua sorella Himawari voleva portare il suo panda alla cerimonia, ma Boruto, temendo che sarebbe finito per portarlo, ha cercato di portarglielo via. Quando la testa del giocattolo è stata strappata via nel successivo tiro alla fune, Himawari l'ha svegliata Byakugan e ha attaccato Boruto nella sua rabbia, nonostante le sue veementi scuse. Naruto, percependo il suo intento omicida, arrivò e fece scudo a Boruto, e fu messo KO durante il processo a causa dell'attacco che era atterrato su uno dei suoi chakra. Temendo cosa gli avrebbe fatto un attacco che avrebbe potuto mettere fuori combattimento suo padre, Boruto cercò di scappare da Himawari, anche se lei lo individuò facilmente nascosto in un armadio. Da quel momento in poi, ha giurato di non farla mai più arrabbiare.

Nuova Era

Boruto: Naruto Next Generations

Saga dell'Accademia Ninja

Boruto risveglia la sua abilità oculare.

Nell' anime, Boruto ha incontrato Denki Kaminarimon che era vittima di bullismo da parte di alcuni bambini. Dopo averlo salvato, diventano amici e insistono sul fatto che Denki si oppone a suo padre per essere stato costretto ad unirsi all'Accademia contro la sua volontà. Il giorno successivo, sulla strada per iniziare i suoi studi all'Accademia, Boruto sveglia inconsapevolmente il suo dojutsu e nota un sudario scuro che circonda Denki. Mentre lo segue su una carrozza Thunder Rail, Boruto impedisce a Denki di vendicarsi dei bulli del giorno precedente e devia la carrozza dallo schianto. Boruto e Denki poi partono con i bulli e portano la carrozza alla cerimonia di ingresso dell'Accademia, dove riescono a schiantarla sulla faccia di pietra di suo padre, portandolo a ricevere una sospensione di due settimane. Per le prossime due settimane, Boruto viene istruito a casa da Hinata. Dopo essere tornato all'Accademia, viene collocato nella stanza di Shino Aburame e si presenta ai suoi compagni di classe, ai quali iniziano a parlare negativamente di lui perché ha l'impressione che Boruto riceva un trattamento speciale per essere il figlio dell'Hokage. Presto incontrò Iwabee, che vede Boruto negativamente. Attraverso l'acceso incontro, i due decidono di scontrarsi in una partita. Dopo aver sconfitto a malapena Iwabee secondo le regole che ha stabilito, i suoi compagni di classe vedono Boruto in modo diverso rispetto a quanto hanno fatto inizialmente.

Più tardi, quando l'incoscienza di Boruto ha causato alcuni danni alla proprietà, Shino ha deciso di chiedere a Boruto e ad altri studenti di aiutare a riparare la montagna dei Hogake. Il giorno seguente, Boruto, insieme a Inoijn e Shikadai hanno trovato Metal Lee, che si comportava in modo insolitamente aggressivo. Il dōjutsu di Boruto si attivò, notando lo stesso chakra oscuro che circonda Lee che aveva Denki. Con uno sforzo di gruppo, furono in grado di sottomettere Lee abbastanza a lungo da permettere al chakra oscuro di lasciarlo. Dopo essersi scusato con Lee per l'altro giorno e aver applaudito le sue notevoli capacità di combattimento, il gruppo si è avvicinato molto. Più tardi, preoccupato di come solo lui potesse vedere il chakra oscuro, chiese a Hinata di più sul Byakugan. Più tardi, mentre gli studenti hanno iniziato a conoscere la Tecnica dell'Evocazione, Boruto ha causato tensione tra le ragazze ei ragazzi della sua classe, portando Shino a organizzare una gara per catturare una bandiera tra i due gruppi. Nel culmine di esso, Boruto ha tentato di usare la Tecnica di evocazione, portando lo Spettro ad essere evocato. Quando ha iniziato a causare il caos, Konohamaru Sarutobi sottomette la bestia. Successivamente, le ragazze vincono la competizione e fanno la pace con i ragazzi.

Boruto, Shikadai e Mitsuki VS Shino.

Un altro giorno, Boruto ha incontrato il nuovo studente trasferito Mitsuki, che ha trovato strano. Dopo la sua festa di benvenuto, Boruto insieme ad altri studenti sottomette un operaio edile dell'Accademia che era posseduto. Boruto, Mitsuki e Shikadai Nara. furono poi chiamati al campo di addestramento da Shino per un corso extracurriculare. Una volta che il loro insegnante è apparso, Boruto ha notato che era posseduto. Mentre gli studenti venivano attaccati dal loro insegnante, hanno escogitato un piano per sottometterlo. Una volta sconfitto, Shino finisce per salvare Mitsuki e Boruto che erano sul punto di annegare nel loro tentativo di sconfiggere Shino. Più tardi, quando Shino ha espresso la sua decisione di dimettersi da insegnante nonostante fosse posseduto, gli studenti lo hanno convinto a riconsiderare, scusandosi per le loro precedenti dichiarazioni.

Più tardi, crescendo preoccupati per questi attacchi ripetuti e apparentemente casuali, Boruto e Shikadai iniziano a discutere, cercando di capire la fonte dietro di loro e perché apparentemente solo Boruto poteva vederlo. Più tardi, insieme a Mitsuki trovano molte delle ragazze che affrontano Magire Kakuremino, un ragazzo timido che è uno studente di una classe diversa. Dato che il ragazzo stava perseguitando Sumire ultimamente, Chocho ha insistito per essere più sincero con i suoi sentimenti. Quando Magire le chiede docilmente di uscire, Sumire lo rifiuta, lasciandolo sconvolto e scappando di vergogna. Il giorno seguente, vengono lasciati vari messaggi inquietanti per Sumire. Mentre Boruto e gli altri decidono di vegliare su di lei, vengono sistematicamente separati da Sumire. Alla fine, l'autore si rivela essere un Magire posseduto, che rapisce Sumire. Boruto e gli altri li trovano presto, dove Magire li attacca rapidamente con le sue abilità di occultamento. Alla fine, Chocho è riuscito a raggiungere Magire, notando che una natura così indecisa non conquisterà mai nessuno. Accettando il fatto che i suoi metodi per cercare di rendere Sumire come lui erano di cattivo gusto, lo Spettro fu rifiutato da Magire. Quando Magire ha iniziato a scusarsi per le sue azioni, è svenuto, il che è stato il risultato del grave drenaggio dei chakra causato dal suo possesso.

Più tardi, crescendo preoccupati per questi attacchi ripetuti e apparentemente casuali, Boruto e Shikadai iniziano a discutere, cercando di capire la fonte dietro di loro e perché apparentemente solo Boruto poteva vederlo. Più tardi, insieme a Mitsuki trovano molte delle ragazze che affrontano Magire Kakuremino, un ragazzo timido che è uno studente di una classe diversa. Mentre il ragazzo stava inseguendo Sumire ultimamente, Chocho ha insistito sul fatto che fosse più sincero con i suoi sentimenti. Quando Magire le chiede docilmente di uscire, Sumire lo rifiuta, lasciandolo sconvolto e scappando di vergogna. Il giorno seguente, vengono lasciati vari messaggi inquietanti per Sumire. Mentre Boruto e gli altri decidono di vegliare su di lei, vengono sistematicamente separati da Sumire. Alla fine, l'autore si rivela essere un Magire posseduto, che rapisce Sumire. Boruto e gli altri li trovano presto, dove Magire li attacca rapidamente con le sue abilità di occultamento. Alla fine, Chocho è riuscito a raggiungere Magire, notando che una natura così indecisa non conquisterà mai nessuno. Accettando il fatto che i suoi metodi per cercare di rendere Sumire come lui erano di cattivo gusto, lo Spettro fu rifiutato da Magire. Quando Magire ha iniziato a scusarsi per le sue azioni, è svenuto, il che è stato il risultato del grave drenaggio dei chakra causato dal suo possesso.

Più tardi, mentre Boruto continuava a interrogarsi sulla natura del suo spettro ombra che attaccava tutti e perché solo lui poteva vederlo, alla fine si addormentò. Mentre sognava, è stato avvicinato da Toneri Otsutsuki, che lo ha avvertito di un pericolo imminente e che l'occhio di Boruto è la chiave per fermarlo. Al risveglio e vedendo il suo dōjutsu per un momento in un riflesso, Boruto divenne felicissimo alla prospettiva di essere un grande eroe. Ha iniziato a recitare come l'eroe del film d'azione Kagemasa. Quando la sua famiglia gli ha parlato del suo nuovo atteggiamento, ha insistito sul fatto che aveva finalmente manifestato il suo Byakugan. Naruto ha notato che era molto improbabile poiché Boruto non aveva un addestramento precedente per questo. Tuttavia, ammettendo che Himawari avesse raggiunto una tale impresa prima, decisero di parlarne con Hiashi. Al suo arrivo a casa di suo nonno, l'affettuoso nonno ha subito soffocato i suoi nipoti in abbracci, che sono stati rapidamente ripetuti dalla loro altrettanto affettuosa zia Hanabi. Mentre Himawari giocava con Hanabi, Boruto e Naruto hanno spiegato la natura della loro visita. Dopo che Hiashi ha dato una spiegazione simile a Naruto sull'improbabilità che i poteri di Boruto siano il Byakugan, ha deciso di mettere alla prova suo nipote con uno sparring match.

Boruto si allena con Hanabi.

Hanabi quindi intervenne, insistendo per sparare a Boruto stessa, cosa che fu concordata. Rapidamente, l'ereditiera ha mostrato la sua potenza, travolgendo facilmente Boruto e contrastando tutti i suoi assalti e tattiche. Hanabi iniziò a deridere Boruto facendogli rivelare il suo ipotizzato Byakugan. Mentre l'esibizione di Boruto ha costretto Hanabi a combattere più seriamente, alla fine è stato sconfitto sonoramente. Ciò ha portato tutti, incluso Boruto, a concludere tristemente che in realtà non aveva risvegliato il suo Byakugan. Successivamente, è stato deciso che Boruto e la sua famiglia rimanessero per la notte. Dopo cena, Boruto iniziò a fare il broncio da solo, chiedendosi se il suo sogno di prima fosse privo di significato. Hanabi allora gli si avvicinò, vedendo quanto fosse giù. Rendendosi conto che gli obiettivi di Boruto non erano solo dimostrare se stesso a suo padre, ma anche un problema personale, ha insistito sul fatto che Boruto continuasse a cercare di capire da solo e chiedere aiuto solo dopo aver fatto del suo meglio.

Decidendo di prendere un po 'd'aria, Boruto vagò nel villaggio, dove andò a sbattere contro Sarada. All'improvviso, l'occhio di Boruto si attivò di nuovo, notando di nuovo qualcuno con l'ombra scura. Decise di seguirlo, scoprendo che si trattava di Kagemasa, la famosa star del cinema. Con grande sorpresa di Boruto, la celebrità era diventata molto grassa. Kagemasa iniziò ad attaccare Boruto, sfogando le sue frustrazioni sul fatto che la sua serie di film sarebbe stata cancellata a causa del suo aumento di peso e della sua dieta povera. Quando Kagemasa ha bloccato Boruto, è stato salvato da Sarada. Mentre Boruto spiegava la situazione, sebbene non credesse completamente alla storia, si fidava che Boruto non stesse mentendo. Seguendo il piano di Boruto, Sarada lanciò un assalto shuriken a Kagemasa. Sapendo che la star del cinema avrebbe schivato, Boruto si travestì da uno degli shuriken, permettendogli di avvicinarsi abbastanza da mettere Kagemasa, eliminando lo Spettro. Il giorno successivo, dopo aver sentito che Kagemasa si stava rimettendo in forma e salvando la sua serie di film, un orgoglioso Boruto ha superato il fatto di non avere il Byakugan, determinato a scoprire la verità sul suo occhio.

Dopo aver appreso che suo padre stava iniziando un'indagine per conto suo sugli attacchi casuali, Boruto divenne determinato a scoprire la verità dietro l'ombra, che Boruto decise di chiamare il "Fantasma", prima di Naruto. Insieme a Mitsuki e Shikadai, hanno persino fatto ricorso a saltare le lezioni con una scusa falsa. A causa della scusa scritta male di Mitsuki, Boruto fu presto scoperto e affrontato dalla sua madre visibilmente arrabbiata. Il giorno seguente, Boruto è stato rimproverato sia da Hinata che da Shino, quest'ultimo ha deciso che Boruto avrebbe dovuto prendere lezioni di doposcuola per recuperare il tempo perso. Più tardi, Shino assegnò alla sua classe di seguire altri luoghi di lavoro per comprendere meglio la vita non shinobi. Vedendo il desiderio di Boruto di continuare a pattugliare il villaggio, convinse sottilmente Boruto, Shikadai e Mitsuki a provare il servizio postale. Durante lo smistamento dei francobolli, hanno sentito la notizia che un altro attacco è avvenuto all'impianto di purificazione dell'acqua, dove si trovava Sumire. Boruto e il suo amico corsero rapidamente in suo aiuto.

La squadra di Boruto inizia la sua missione per trovare l'autore dello Spettro.

Dopo aver appreso che Sumire stava bene, Boruto ei suoi amici furono avvicinati da Naruto. Rendendosi conto che i bambini stavano conducendo le proprie indagini sugli attacchi, l'Hokage decise di mostrare loro cosa ne era delle persone che erano state possedute dallo Spettro per periodi prolungati, richiedendo cure intensive per l'esaurimento quasi completo dei chakra. Mentre Naruto insisteva che rimanessero fuori da questa faccenda, Shino apparve, insistendo sul fatto che Naruto non sottovalutasse i suoi studenti dopo aver visto di cosa erano capaci, e Naruto accetta di lasciare la questione a Shino. Mentre Boruto ei suoi amici continuavano il loro lavoro di posta e cercavano di trovare lo Spettro, hanno presto appreso che la creatura stava attaccando intenzionalmente in aree lontane da Boruto poiché lui è l'unico che poteva vederlo, da cui Shikadai ha dedotto che stavano spiato. Decidendo di chiedere aiuto ai loro compagni di classe per pattugliare meglio il villaggio, lasciarono l'ufficio postale, anticipando che il colpevole che controllava lo Spettro sarebbe andato a cercare il capo della posta Komame. La metà della squadra è andata dietro al colpevole mascherato in ritirata, mentre Boruto e la sua metà sono rimasti per sottomettere il posseduto Komame. Mentre salvavano il capo della posta, il fantasma e il colpevole alla fine riuscirono a scappare.

Mentre le lezioni continuavano, Mitsuki ha continuato a mostrare un notevole interesse per Boruto, chiedendo infine se può unirsi a lui per la cena a casa sua, cosa che ha accettato. Quella notte, Boruto fu sorpreso di apprendere che Naruto si sarebbe effettivamente unito a loro per cena, tanto per cambiare. Tuttavia, all'inizio della cena, Naruto apprese che uno strano chakra si stava disperdendo in tutto il villaggio, spingendolo ad andarsene. Boruto era furioso per questo, vedendo suo padre andarsene al minimo avviso. Vedendo i doveri di Naruto come Hokage come qualcuno che avrebbe sacrificato coloro a lui più vicini per il bene dell'intero villaggio, era determinato a fermare lo Spettro prima di Naruto per dimostrare che suo padre si sbagliava sui suoi metodi. Mitsuki ha poi rivelato di sapere chi fosse il colpevole. Mitsuki ha affermato che era Sumire. Mentre Boruto ha respinto tale affermazione, ha spiegato la natura della sua indagine. All'improvviso ci fu un forte terremoto, seguito dall'emergere dello Spettro, ora in forma tangibile, che attaccò il villaggio. Boruto si precipitò rapidamente ad aiutare. Mitsuki ha detto a Boruto che possono fermare la creatura se uccidono l'evocatore. Boruto si rifiuta di uccidere il suo amico, spingendo Mitsuki a trattenerlo con un clone di serpente, che sconfigge dopo che Mitsuki se ne va.

Boruto VS Nue.

Quando trova Mitsuki, lo ferma scontrandosi con Sumire. Ha proclamato che la ragazza che conoscevano non è mai esistita. Mentre il Dojutsu di Boruto si attiva, Nue arriva da un portale e porta Sumire nella sua dimensione, portando Boruto e Mitsuki a seguirla. All'interno, Boruto iniziò a cercare Sumire, solo per essere attaccato da Nue. Quando il suo occhio destro si rende conto del punto debole della creatura, Boruto e Mitsuki riescono a immobilizzarla, portando Sumire a intervenire per difenderla. Parlandola per vendetta, Boruto commenta che Nue non li farà saltare tutti in aria poiché vedeva Sumire come suo genitore. Lasciando andare la sua rabbia, il Gozu Tenno è indebolito, portando alla dimensione in cui risiedono per iniziare a sgretolarsi. Boruto ha raggiunto Sumire e l'ha convinta a unirsi alla fuga. Quando tornano a Konoha, Sumire viene presa in custodia da Sai Yamanaka. Prima di partire, Boruto informa Sumire che Nue era sopravvissuta.

Qualche tempo dopo, Boruto si rese conto che il potere del suo occhio era apparentemente scomparso completamente. Successivamente, Shino ha deciso di cambiare le squadre di 3 uomini per la loro prossima sfida per determinare gli abbinamenti ottimali per la laurea. Mitsuki ha insistito per rimanere nella squadra di Boruto e ha anche collaborato con Lee. Quando le voci sul destino di Sumire iniziarono a diffondersi, Boruto affrontò suo padre al riguardo. Naruto ha insistito sul fatto che mentre deve pensare all'intero villaggio e non ha voce in capitolo, aiuterà Sumire. Il giorno successivo durante la sfida a squadre per catturare una bandiera, il lavoro di squadra di Mitsuki e Boruto è riuscito a vincere la partita. Successivamente, con gioia di tutti, Sumire è tornata in classe.

Saga di Sarada Uchiha

Nell'anime, Boruto si è preso cura di Himawari quando si è ammalata. Dopo aver litigato con Naruto sulla cena di Himawari, i due vengono cacciati di casa da Hinata. Naruto sentì lo stomaco di Boruto brontolare, portando Naruto a comprare loro la cena al Ramen Ichiraku. Quando le lezioni all'Accademia furono licenziate in anticipo a causa del Summit dei Kage che si svolgeva a Konoha, Boruto cercò di convincere i suoi compagni di classe ad aiutarlo a fare uno scherzo, credendo che fosse uno scherzo di successo nonostante tutta la sicurezza sarebbe stata una testimonianza del loro abilità. Si sono rifiutati tutti, quindi ha invece deturpato la montagna dei Hokage da solo. Fu fermato da Naruto, che ordinò a Boruto di ripulire i graffiti, cosa che Boruto suggerì di fare insieme. Naruto, tuttavia, gli ricordò che poiché Hokage l'intero villaggio è come la sua famiglia e come tale, non poteva sempre trovare il tempo per i suoi figli; chiedendo a Boruto di sopportare le difficoltà della loro frequente separazione.

Boruto si allena con Naruto.

Mentre la loro laurea all'Accademia si avvicinava, Boruto e i suoi compagni di classe si sono formati con i loro genitori per prepararli per gli esami finali. Naruto ha inviato uno dei suoi cloni con la Tecnica della Moltiplicazione Superiore del Corpo per allenarsi con Boruto e i due combattenti. Non avendo avuto l'opportunità di farlo con suo padre da un po 'di tempo, Boruto si è sforzato di eludere la cattura per prolungare il loro tempo insieme. Poiché Naruto aveva altre responsabilità su cui doveva concentrarsi, il suo consigliere, Shikamaru Nara, catturò Boruto con la sua Tecnica di imitazione dell'ombra in modo da porre fine al gioco.

Naruto ha lasciato il villaggio in missione poco dopo. Boruto viene mandato da sua madre a salutare Naruto e consegnargli il pranzo, ma quando è arrivato, ha scoperto che Naruto era già andato via. Infastidito, Boruto decise di tornare a casa nonostante l'osservazione di Mitsuki che avrebbero potuto ancora raggiungere Naruto. A questo suggerimento, Sarada e Chocho Akimichi apparvero all'improvviso e si offrirono di consegnargli il pranzo. Boruto acconsentì riluttante. Quando finalmente sono tornati, Boruto ha ringraziato Sarada per quello che ha fatto. Ha insistito sul fatto che lo avrebbe ringraziato, poiché ha tratto molto vantaggio dall'esperienza e ora ha deciso che voleva essere Hokage; Boruto, tuttavia, si fece beffe dell'idea.

Saga del Viaggio nel Villaggio della Nebbia

Boruto VS Hassaku.

Boruto è nominato leader di classe per la gita scolastica della sua classe nel Paese dell'Acqua, con suo grande fastidio. All'arrivo al Villaggio della Nebbia, vengono accolti dalla loro guida del villaggio Kagura Karatachi. Dopo essersi presentato personalmente a Boruto, Kagura ha accompagnato la classe nel villaggio, dove la classe è stupita dallo scenario. Boruto ha notato Iwabee che vagava in un vicolo, portando Boruto e Denki a inseguirlo. Lì, i tre si confrontano con Hassaku , con il quale Boruto combatte. La scaramuccia viene interrotta da Shizuma Hoshigaki, che ha applaudito Boruto e Iwabee per il coraggio prima di andarsene con Hassaku. Successivamente, la classe ha incontrato Mei Terumi e Chojuro, che li ha accolti nel loro villaggio. Successivamente, la classe ha continuato il loro tour all'Accademia del villaggio della nebbia, dove Chojuro ha organizzato Boruto per combattere Kagura in kenjutsu. All'inizio, Boruto viene rapidamente disarmato e sconfitto. Poco dopo, Kagura ha portato la classe al Memorial Park, dove hanno reso omaggio alla Memorial Stone.

Successivamente, Kagura parla con Boruto e i suoi compagni di classe della storia del "Villaggio della Nebbia Insanguinata" e del Quarto Mizukage, prima che il gruppo di Tsurushi Hachiya si avvicini a loro. Rendendosi conto che Boruto è il figlio dell'Hokage, Tsurushi tenta di attaccare Boruto, ma Kagura e Iwabee lo respingono, portandolo a ritirarsi con i suoi amici. Durante la notte, i compagni di classe di Boruto ricevono un messaggio che Denki è stato rapito e dice loro di andare al Molo Numero 4 se lo rivogliono. Arrivando al molo con alcuni dei suoi compagni di classe e Kagura, Tsurushi si rivela come il colpevole, mentre erige una barriera intorno a tutti loro prima che il suo gruppo attacchi gli studenti. Dopo aver sconfitto lo shinobi Kiri e tornato al loro hotel, Boruto invita Kagura a giocare a carte con lui e i suoi amici. Mentre Kagura si gode il gioco, continua a lamentarsi del suo passato. Boruto, tuttavia, insiste sul fatto che non può lasciare che i suoi legami familiari lo definiscano, poiché Boruto potrebbe riferirsi all'essere paragonato a padre e nonno. In segno di amicizia, Boruto decide di regalare a Kagura le sue carte da gioco.

Il giorno successivo, Kagura chiama Boruto per incontrarlo all'Accademia, dove trova Kagura che si allena con Hiramekarei e dice che il villaggio sarà in buone mani. La loro conversazione viene interrotta quando Shizuma cattura la coppia con l'acqua, che insiste che ora è il momento di iniziare una rivoluzione a Kiri. Rifiutando le parole di Shizuma, Boruto lo attacca senza successo, portando a Shizuma che i suoi coetanei si rivelano e sopraffanno Boruto. Nel suo stato indebolito, Shizuma tenta di persuadere Kagura ad uccidere Boruto, ma Kagura lo protegge a costo di unirsi al gruppo. Non riuscendo a fermarlo, sviene. Più tardi, Boruto si sveglia da Sarada accanto a lui, che lo ha trovato e ha applicato il primo soccorso. Hachiya si avvicina ai due e rivela le intenzioni di Shizuma e come Kagura fosse in debito con lui, portando Boruto a essere determinato a salvare Kagura. Dopo che Mei e Chōjūrō si sono resi conto che i Nuovi Sette Spadaccini Ninja hanno rubato le Sette spade Ninja del villaggio, Boruto e Sarada si avvicinano a Mei e Chojuro e spiegano che le azioni di Kagura sono dovute a Shizuma che sfrutta la sua debolezza. Boruto insiste per trattare il recente incidente come una rissa di bambini, portando Chojuro a consentire ai due studenti di accompagnarlo a fermare gli spadaccini.

Boruto VS Shizuma.

Mentre gli spadaccini tentavano di distruggere la Pietra commemorativa del villaggio della nebbia, Boruto li fermò, portando Shizuma a erigere una barriera di nebbia intorno all'area circostante e separare i tre. Boruto si è poi ritrovato a combattere contro Kagura, cercando disperatamente di ragionare con lui. Mentre Boruto continuava a sottolineare la riluttanza di Kagura a unirsi a questa ribellione durante il loro scontro, Mitsuki arrivò, rivelando le prove delle bugie di Shizuma. Ha rivelato che Shizuma e i suoi seguaci non solo hanno cospirato con il Paese delle Onde, ma hanno anche ucciso varie persone della nebbia che hanno appreso dei suoi piani e si sono rifiutati di aiutarlo. Quando Shizuma ha preso le accuse con calma, orgoglioso delle sue azioni, ha deciso di finire la battaglia personalmente quando Kagura si è rifiutato di combattere. Ha liberato una nebbia di sangue che gli ha permesso di assorbire i chakra del nemico attraverso le loro ferite aperte. Il tag team coordinato di Boruto e Mitsuki ha permesso loro di sopraffare il nemico. Rifiutando di accettare la sconfitta, Shizuma reclamò Samehada, ritorcendogli contro poiché la sua inesperienza consentiva a Samehada di travolgerlo in uno stato selvaggio. Quando Kagura voleva sistemare le cose ma era troppo esausto, Boruto si unì a lui, prendendo metà di Hiramekarei e insieme furono in grado di sconfiggere il loro nemico. I ninja di Konoha poi corsero velocemente al loro hotel per fare il coprifuoco.

Alcuni dopo l'incidente, la classe lascia il villaggio della nebbia in barca, portando Boruto a chiedersi perché Kagura non li abbia salutati. Al ritorno a Konoha, Hinata ricorda a Boruto che non aveva portato un souvenir per Himawari come aveva promesso. Incapace di convincersi a dirlo a sua sorella, Boruto mente e dice di aver smarrito il suo souvenir di Kirigakure Water Cinnamon Sweets, che inizia a cercare di ottenere nel villaggio. Dopo averli recuperati, ha ricevuto una lettera da Kagura che spiegava la sua situazione. Prendendo spunto dall'audacia di Kagura nell'affrontare i suoi errori, Boruto decise sia di fare il suo regalo che di ammettere il suo errore a Himawari, cosa che lei accettò.

Saga degli esami

Boruto VS Kakashi.

Quando la sua classe iniziò a prepararsi per la laurea, Boruto fu intervistato da Shino sui suoi obiettivi futuri come ninja. Boruto, tuttavia, ha ammesso di non aver mai veramente considerato ciò che voleva. Successivamente, Boruto è stato accolto da un giornalista freelance di nome "Sukea", che ha detto che stava facendo un articolo sugli studenti laureati. Mentre Boruto aiutava il ninja più anziano a intervistare gli altri studenti, Boruto rimase stupito di come gli altri avessero già pensato così lontano nei loro obiettivi, anche apprendendo che alcuni studenti pianificavano di continuare i loro studi nell'Accademia per perseguire carriere al di fuori del lavoro ninja. Boruto ha ammesso a Sukea che il suo obiettivo originale nel diventare un ninja era solo quello di dimostrare di essere migliore di suo padre, ma per il resto non aveva alcun obiettivo. Sukea ha assicurato a Boruto che non c'è da vergognarsi a passare un periodo di spensieratezza, ma si dovrebbe sempre pianificare in anticipo se si vuole crescere come persone. Ispirato dalle parole dell'uomo, Boruto ha deciso che il suo obiettivo immediato era assicurarsi che lui ei suoi amici rimanessero vicini. Durante gli esami Genin, Boruto ha superato facilmente la prova scritta. Successivamente, durante la prova pratica e finale, la classe è stata portata sul campo di addestramento. Lì, l'intera classe è stata preparata per affrontare Shino, Anko Mitarashi, Konohamaru e Kakashi Hatake per 24 ore. All'inizio dell'esame, Boruto ha scelto di restare con i suoi amici mentre lavoravano per superare gli insegnanti e raggiungere Kakashi. Affrontando il Kage, Kakashi sconfisse rapidamente Boruto, portandolo a fare una lezione allo studente sulla mancanza di determinazione e sul fatto che la sua influenza sulla sua classe li ha portati a diventare immotivati ​​e ignoranti su cosa significhi essere un ninja, prima di rivelare che era Sukea.

Boruto e i suoi compagni vengono promossi a Genin.

Mentre Boruto continuava a lottare per liberarsi dalla presa del Sesto, i suoi compagni di classe gli fornirono una distrazione sufficiente per scappare. Più tardi, mentre Wasabi curava le sue ferite, Boruto ha espresso il suo sgomento per le parole di Kakashi. Mentre Boruto si scusava per essere stato una cattiva influenza, i suoi amici insistevano fortemente sul fatto che Kakashi si sbagliava; che Boruto li ha aiutati ad arrivare così lontano nonostante i loro problemi personali. Convinto che avrebbero comunque dimostrato che Kakashi si sbagliava, il gruppo si rese conto della vera natura del test. Boruto ha quindi progettato un piano per tutti per salvare i propri compagni di squadra catturati e ottenere il campanello. Dopo essere riuscito nella prima parte, il gruppo è andato ad affrontare Kakashi. Mentre Kakashi continuava a screditare Boruto, il ragazzo si rifiutò di arrendersi, collaborando con i suoi compagni di classe per attaccare. Kakashi respinse facilmente il loro assalto, notando che erano ancora troppo dispersi, ma fu poi catturato in un gruppo di String Light Formation. Mentre Boruto lottava contro il freno Hokage per ottenere la campana, il tempo finalmente era scaduto. Nonostante il piano fallisse, Kakashi ha superato tutti, notando che sono riusciti nel vero obiettivo del test: lavoro di squadra e lealtà. Shino ha poi rivelato che le fasce di tutti erano in realtà protettori della fronte di Konoha, la prova del loro status a tutti gli effetti. Subito dopo Boruto fu assegnato al Team 3 con Mitsuki e Sarada con il loro caposquadra Konohamaru. Presto, con decisione unanime, implorarono l'Hokage affinché la loro squadra fosse cambiata in Team 7 invece che Team 3, una richiesta accolta da Naruto.

Saga della prima missione

Boruto salva Kiri.

Naruto presenta al Team 7 la loro prima missione che ha coinvolto i Green Banks contro i banditi. All'arrivo, la squadra ha appreso che i banditi erano in realtà ninja, con il risultato che Konohamaru si è chiesto se dovevano continuare la missione poiché probabilmente era troppo difficile per genin affrontare shinobi addestrati. Mentre Konohamaru discute la questione con Kiri, il villaggio viene attaccato da Ashimaru, portando Boruto a ingaggiarlo fino a quando Konohamaru respinge l'aggressore prima di ritirarsi. Kiri ha spiegato che gli shinobi stavano attaccando il villaggio per spingerla a consegnare loro l'atto al ponte del villaggio. Durante la notte, il Team 7 ha scoperto che diversi villaggi erano controllati dal genjutsu e li ha sottomessi. Scoprendo che Kiri è stata rapita durante l'incidente, il Team 7 si è incontrato con gli autori per scambiare l'atto con lei. Dopo che lo scambio è avvenuto, Hidari e Ashimaru decidono di ucciderli tutti, spingendo Konohamaru a incaricare il genin di fuggire con Kiri. Inseguito da Ashimaru, il genin ingaggia il ninja scomparso e lo sconfigge usando Boruto Stream con Mitsuki e Sarada. Completando la missione e tornando a Konoha, Boruto ha chiesto in che modo i suoi compagni durante le prime missioni si sono vantati di affrontare gli shinobi.

Saga della Gang Byakuya

Dopo che Boruto ha convinto un aspirante terrorista a rinunciare durante una missione di squadra presso la Konoha Bank, hanno scoperto che il caveau è stato derubato durante la distrazione, che Sarada ha dedotto è stato ottenuto utilizzando l' Arte del Ghiaccio. Dall'incontro con Katasuke Tono, il genin si rese conto di dove venivano venduti i beni del caveau. Indossando un travestimento con Mitsuki, Boruto finge di essere interessato all'acquisto del gioiello rubato. Tentando di arrestare il venditore, i loro piani falliscono, portando il ladro a ritirarsi. Inseguendolo, li conduce in un villaggio, dove ha detto di aver già venduto l'oro rubato e di aver utilizzato il denaro per riparare il sistema di distribuzione dell'acqua del villaggio. Prima di ritirarsi, il ladro spiega che il suo gruppo è nobile nelle sue azioni, a differenza dei ricchi che traggono profitto dai poveri, portando Boruto a chiedersi chi avesse davvero torto.

Con i continui furti compiuti dalla Byakuya Gang in tutta Konoha, il Team 7 e altri team genin furono assegnati per aiutare a fermare i ladri solo se accompagnati da uno shinobi di grado più alto. Durante il pomeriggio, Boruto ha trovato Shikadai che giocava a shogi con Ryogi e gli ha mostrato il gioco in edizione limitata che Katasuke gli ha dato. Chiedendosi se lui e Ryōgi si fossero incontrati prima, Ryogi suggerì che fosse qualcun altro prima di partire. Poco dopo, la coppia si confronta con un membro della Byakuya Gang che era inseguito da Temari. Chiedendo l'assistenza dei due, Boruto attaccò con i suoi cloni seguito da Temari che respingeva il ladro, facendoli fuggire.

Boruto che attacca Shikadai mentre è controllato da Gekko.

Quando i manifestanti hanno iniziato ad accusare la compagnia Kaminarimon di pratiche corrotte, Boruto sospetta che dietro ci sia la Byakuya Gang. Quella notte, le squadre di genin neolaureate ricevono incarichi di sezione per quanto riguarda la gestione dei manifestanti da parte di Kotaro Fuma prima di partire. Mentre il Team 7 è di stanza nella loro posizione, Boruto ha notato che il Team 10 rompeva la formazione, portandolo a indagare sulla questione. Apprendendo che Shikadai credeva che il Centro di ricerca Ninjutsu fosse il vero obiettivo della Byakuya Gang, i quattro si affrettarono verso l'edificio, dove scoprirono che i ladri avevano rubato il Magnum Opus di Katasuke. Seguendoli usando lo strumento scientifico di Katasuke, i gruppi si dividono, durante i quali Boruto ha seguito Shikadai che ha inseguito Gekkō e un altro membro. Affrontando i ladri sul treno del tuono su cui sono saltati, i genin vengono intrappolati e Boruto viene messo sotto genjutsu. Pensando che Shikadai fosse un nemico, hanno combattuto finché Shikadai non ha rilasciato il genjutsu. Mentre Shikadai ha gestito Ryogi, Boruto ha tentato di catturare Gekko, ma è stato spinto via e ha guardato Gekko staccare le carrozze del treno per scappare. Aiutando Shikadai, i due Ryogi liberano dal genjutsu di Gekko. Dopo che Naruto catturò Gekko, Boruto restituì il Magnum Opus a Katasuke.

Naruto Shinden: Giorno Genitori Figli

Boruto si allena con Naruto.

Quando Konoha ha iniziato una nuova vacanza annuale, la Giornata dei genitori e del bambino, Boruto ha deciso di trasmetterla. Invece, ha deciso di allenarsi lasciando che Himawari trascorresse la giornata con il padre. Durante la visione di una competizione alimentare genitore-figlio che contrappone Choji e Chocho a estranei, Boruto si è presto reso conto che i promotori della competizione stavano truccando la partita contro l'Akamichi per paura che vincessero il premio per il cibo gratis. Boruto è intervenuto per assicurarsi che la competizione continuasse in modo equo. Più tardi, scoprì con sua sorpresa che Sasuke era tornato al villaggio. Ha spiegato la situazione della nuova vacanza e ha deciso di abbandonare l'allenamento con Sarada in modo che potesse godersi la vacanza con suo padre in viaggio. Più tardi, dopo aver appreso che Sarada si stava imbarazzando e infastidendo dagli ingenui tentativi di Sasuke di legarsi a lei, Boruto fece notare che nessuno dei due sa davvero molto dell'altro, ma piuttosto dovrebbe semplicemente godersi il tempo insieme. Alla fine, il consiglio di Boruto ha aiutato il duo Uchiha a riconnettersi e in segno di gratitudine, Sarada ha detto a Boruto il suo consiglio di essere più disinvolto con suo padre. Quella notte, Boruto ricevette uno shuriken personalizzato in regalo da Naruto ei due decisero di allenarsi insieme per il resto della serata.

Saga dell'esame dei Chunin

Il Team 7 sta indagando su Zetsu Bianco in una rovina del clan Otsutsuki.

Nell'anime, dopo aver completato una missione di guardia del corpo, Boruto diventa frustrato quando una coppia di shinobi lo giudica per essere il figlio dell'Hokage. Ricordando che Naruto non si è presentato per la sua festa di compleanno, si è diretto al Centro di ricerca Ninjutsu dove Katasuke gli ha fatto un regalo di compleanno in ritardo. Tornando a casa, Boruto promette a Himawari che si assicurerà che Naruto torni a casa per il suo imminente compleanno. Quando la squadra ottiene la loro prossima missione, Konohamaru fa il debriefing prima di prepararsi a partire tra un'ora. Durante l'attesa, Boruto incontra Naruto, portandolo a scusarsi per non essere tornato a casa per il suo compleanno l'altro giorno. Affermando che non gli importa, Boruto ha fatto promettere a Naruto che sarebbe tornato a casa da Himiwari. Arrivando a destinazione in treno, la squadra viene informata che uno dei ladri che erano stati assunti per catturare era già imprigionato nel villaggio. Apprendendo che i criminali associati sono stati tutti uccisi nella vicina miniera, il Team 7 si è avventurato per indagare, durante il quale vengono attaccati da uno Zetsu bianco. Usando la strategia di Konohamaru, la squadra elimina gli Zetsu. Andando più in profondità nelle rovine del clan Otsutsuki, scoprirono la decomposizione di White Zetsu, così come un gruppo di Zetsu deceduti in fiamme, spingendo Konohamaru a dire loro che questo era l'atto di Sasuke. Dopo che Naruto è stato informato della notizia, Konohamaru ha discusso della scoperta con il suo clone, il che ha infastidito Boruto perché erano rimasti all'oscuro della questione.

Diversi mesi dopo la laurea, durante una missione per catturare un orso infuriato, Konohamaru testò il suo Kote. Boruto è molto incuriosito dal dispositivo. Mentre in seguito riportava la cattura riuscita dell'orso a Naruto, Boruto si vanta che avrebbe potuto completare la missione da solo. Naruto ha cercato di insegnargli l'importanza del lavoro di squadra, cosa che Boruto sentiva di non avere il diritto di fare poiché non hanno mai trascorso del tempo insieme. Piuttosto che continuare la discussione, Boruto ricordò a Naruto che era il compleanno di Himawari e lo avvertì di non dimenticarlo prima di precipitarsi fuori. Sarada e Mitsuki rintracciano Boruto in un ristorante per dargli una domanda per i prossimi esami di Chunin, a cui Konohamaru pensa che dovrebbero partecipare. Boruto è disinteressato nonostante debbano entrare tutti come una squadra e riprende a giocare al suo videogioco con Shikadai e Inojin, prima di imbattersi in Hinata e Himawari e tornare a casa per festeggiare il compleanno delle sue sorelle. La loro celebrazione viene interrotta quando il Clone dell'Ombra di Naruto scompare, facendo infuriare Boruto perché suo padre non poteva prendersi la briga di venire al compleanno di Himawari.

Boruto tenta un Rasengan.

Quando sentì bussare alla porta d'ingresso, l'aprì e diede un pugno credendo che fosse suo padre, ma invece era Sasuke, che intercettò l'attacco. Alla ricerca di Naruto, Sasuke se ne va. Poco dopo, Boruto gli si avvicina e chiede a Sasuke di renderlo suo allievo, cosa che Sasuke accetta a condizione che Boruto abbia imparato il Rasengan. Successivamente, Boruto è andato a casa di Konohamaru e gli ha chiesto di insegnargli il Rasengan, che Konohamaru accetta con entusiasmo. Hanno iniziato ad allenarsi il giorno successivo. Alla fine ha imparato a creare un Rasengan da solo dopo diversi giorni di duro addestramento. Lo ha dimostrato a Sasuke, che ha notato quanto fosse piccolo il suo Rasengan. Boruto presume erroneamente che questo significhi che Sasuke lo ha rifiutato, quindi ha preso in prestito il Kote dal suo inventore: Katasuke, in modo da poter creare istantaneamente Rasengan di dimensioni normali. Boruto ha dimostrato di nuovo il "suo" Rasengan a Sasuke. Sebbene Sasuke abbia notato il Kote, non ha detto nulla e accetta di addestrare Boruto, durante il quale apprende lo shurikenjutsu e il background di suo padre. Dopo il loro allenamento e il desiderio di distinguersi negli esami Chunin, Boruto è stato convinto da Katsuke ad utilizzare illegalmente un Kote durante le partite.

Boruto vs. Shikadai.

Il giorno dell'esame finale, i genin in competizione sono programmati in una serie di partite di torneo uno contro uno, con Boruto che affronta Yurui. Incapace di ingaggiarlo, Boruto usò hit Koto per sconfiggere Yurui. Successivamente, Boruto ha affrontato Shikadai, dove dopo essere stato catturato dalla sua ombra, ha fatto affidamento sull'uso del suo Kote per spingere Shikadai ad arrendersi. Mentre nel manga Naruto ha notato Boruto che barava e successivamente lo ha squalificato dal torneo, nell'anime il suo imbroglio passa inosservato, portandolo a passare alla finale contro Sarada e Shinki. Durante la partita, anche se ha collaborato con Sarada contro Shinki, il loro avversario è riuscito a sconfiggere Sarada, prima che Boruto facesse affidamento sull'uso del suo Kote per sopraffare Iron Sand di Shinki per vincere. Notando l'uso dello strumento da parte di Boruto, Naruto squalificò Boruto dal torneo e dall'essere un ninja.

Sconfiggendo suo padre per le sue azioni, il locale è stato attaccato da Momoshiki e Kinshiki Otsutsuki nella loro ricerca di Naruto. Attaccando Momoshiki in preda al panico con il suo Kote, tutte le sue tecniche vengono assorbite, prima che Naruto ritorni per salvarlo e riunirsi con Sarada e Sasuke. Momoshiki ha quindi lanciato una raffica di tecniche elementali verso il gruppo, che Naruto ha bloccato con l'assistenza di Kurama. Naruto istruisce Sasuke a concentrarsi sulla protezione di Boruto e Sarada mentre impegna Momoshiki, durante il quale Boruto lo chiama prima di perdere conoscenza dall'attacco su larga scala di Momoshiki. Svegliandosi in ospedale, apprende che Naruto è stato catturato e corre all'ufficio di Hokage, dove indossa la vecchia giacca di suo padre e si sente in colpa per il suo atteggiamento nei suoi confronti. Viene quindi avvicinato da Sasuke, che ha invitato Boruto a salvare suo padre. Accompagnato dai Quattro Kage, il gruppo partì attraverso il portale di Sasuke.

Boruto marchiato da Momoshiki.

All'arrivo sul pianeta di Momoshiki, il Kage libera Naruto e ingaggia Kinshiki e Momoshiki. Vedendo Boruto, Naruto cerca di scusarsi per non essere più in giro, ma Boruto risponde che va bene, anche se chiede a Naruto di iniziare a parlargli di quando era più giovane invece di fargli lezioni. Naruto si unisce alla battaglia e Momoshiki, nonostante abbia assorbito Kinshiki per cercare di prendere il sopravvento, viene sconfitto. Tuttavia, Katasuke arriva per prestare assistenza e attacca Momoshiki con il Kote, solo per ringiovanirlo inavvertitamente e permettergli di catturare il Kage. Con l'incoraggiamento di Sasuke, Boruto attacca Momoshiki con il suo piccolo Rasengan, che lo costringe a liberare il Kage. Naruto è colpito dal fatto che Boruto sia stato in grado di imparare il Rasengan e, ancora incapace di muoversi, aggiunge il proprio chakra al Rasengan di Boruto, rendendolo gigantesco. Sasuke aiuta Boruto ad ottenere un clone ombra abbastanza vicino a Momoshiki da accecare il suo Rinnegan con un kunai, impedendogli di assorbire il Rasengan di Boruto e lasciandolo così incapace di schivarlo, uccidendo Momoshiki. Tuttavia, dopo aver indagato sui resti dell'Albero degli Dei, Momoshiki riappare davanti a Boruto, congelando il tempo per tutti tranne lui e Boruto per dare a Boruto un avvertimento criptico che qualcuno che sconfigge un dio cessa di essere una persona normale, quindi gli dà un sigillo sul palmo della mano. Quando Momoshiki svanisce nella nebbia, il tempo riprende per tutti e tornano a Konoha.

Boruto e Naruto si riconciliano.

Nell'anime, Boruto e Himawari hanno condiviso una cena di compleanno tardiva, con Naruto che appare anche di persona invece di inviare un clone ombra. Dopo che Boruto ha preso a pugni Naruto, pensando che fosse un clone dell'ombra, Naruto ha iniziato a rimproverarlo, mentre Himawari ha chiesto un giro sulle spalle. Hinata mantenne l'ordine minacciando di buttare via la torta. Pochi giorni dopo, la vita di Boruto vede molti cambiamenti in patria: ricomincia con un personaggio di un videogioco non hackerato, anche se rende il gioco più difficile; Naruto è a casa più spesso e Boruto sostiene il suo estenuante programma di lavoro; Boruto, nonostante sia stato sorpreso a tradire agli esami Chunin, diventa una celebrità minore grazie al suo ruolo nell'aiutare con la crisi precedente, facendo gli stessi tipi di interviste che a volte fa suo padre. Boruto non disdegna più il titolo di Hokage, anche se ancora non vuole essere Hokage. Invece, decide di supportare Sarada nel suo sogno di essere Hokage, proprio come Sasuke supporta Naruto. Mitsuki trova tutte le discussioni sui loro genitori interessanti, ma insiste che Naruto e Sasuke non abbiano nulla sul suo genitore: Orochimaru. Sarada è dapprima scioccato, quindi riflette se Orochimaru sia la madre o il padre di Mitsuki, mentre Boruto diventa sempre più frustrato da Mitsuki e Sarada che ignora la sua domanda, chiede di sapere chi è Orochimaru. Ad un certo punto, Boruto dice a Sasuke del sigillo sul suo palmo, a cui avverte Boruto di stare in guardia.

Saga di Chocho

Nell'anime, quando gli attori principali di un popolare dramma televisivo, Tomaru e Ashina hanno ricevuto una minaccia di morte se hanno continuato a filmare il loro spettacolo, il Team 7 è stato assegnato per proteggere gli attori insieme al Team 10. Boruto e la sua squadra sono stati assegnati a guardare Ashina, che con loro grande dispiacere era una prima donna che fondamentalmente faceva agire la squadra come suoi servitori personali. Successivamente, un aggressore mascherato è riuscito a catturare Tomaru. Era rimasto un riscatto che richiedeva 20 milioni di ryo e che Ashina fosse l'unica a consegnarlo. Shikadai e Boruto hanno notato che questa situazione non aveva senso poiché l'aggressore ha improvvisamente cambiato tattica dall'omicidio al riscatto. Durante lo scambio, poiché Konohamaru aveva già catturato l'aggressore e si era travestito da Ame-nin, Ashina si è rivelata essere la mente dietro gli assalti poiché voleva disperatamente riaccendere la sua fama di attrice. In un ultimo cieco tentativo di mantenere la sua fama seppellendo la verità, ha tentato di far saltare in aria l'area. Mentre Konohomaru le ha impedito di usarli, i tag esplosivi sono esplosi, provocando una frana, da cui il Konoha-nin ha rapidamente salvato gli spettatori. Successivamente, Ashina è stata arrestata.

Saga della scomparsa di Mitsuki

Boruto e i suoi compagni incontrano Onoki.

Nell'anime, durante un altro Vertice Kage a Konoha, il Team 7 ha incontrato Onoki, che hanno guidato per il villaggio in un tour. Successivamente, il Kage ha informato il genin quale fosse la pietra più dura. Il giorno successivo, tutte le missioni furono sospese a causa di un attacco al cancello del villaggio, che Boruto e Sarada scoprirono alla fine coinvolgere Mitsuki, che era stato bollato come un traditore, oltre a essere il figlio di Orochimaru. Non credendo che il suo compagno di squadra fosse un traditore, Boruto si è avventurato nel luogo in cui è avvenuto l'attacco, durante il quale ha trovato uno dei serpenti di Mitsuki che diceva che le sue azioni erano la sua volontà. Nonostante il villaggio fosse bloccato, Boruto e Sarada decisero di andare al laboratorio di Orochimaru con il serpente per avere risposte. All'arrivo, ha saputo che Mitsuki era uno dei tanti cloni, prima di incontrare Orochimaru. Boruto ha mostrato a Orochimaru il serpente che Mitsuki ha lasciato nella speranza di trovare messaggi nascosti. Incapace di estrarre informazioni da esso, ha suggerito di consultare l' Eremita Serpebianca sulla questione. Nel loro viaggio verso la Grotta Ryuchi, sono stati bloccati dal Team 10. Mentre riuscivano a separare Moegi Kazamatsuri dalla sua squadra, Boruto e Sarada sono stati sottomessi dal genin. Quando Shikadai venne a sapere del serpente di Mitsuki contenente un messaggio, decise di aiutare la coppia nel loro viaggio, seguito dai suoi compagni di squadra che si unirono a loro.

All'arrivo del gruppo in un canyon nebbioso, tre donne hanno orchestrato le prove per Boruto da superare affinché il genin potesse entrare nella Grotta Ryuchi. Dopo essere passato, il gruppo è entrato nella grotta e ha incontrato il Saggio Serpente Bianco, che ha accettato di analizzare il serpente se lo shinobi le avesse portato la Scala inversa di Garaga, cosa che hanno accettato. Poco dopo, il gruppo fu attaccato da Garaga, spingendo Aoda a venire in aiuto di Sarada e permettere allo shinobi di scappare. Successivamente, Aoda si presentò agli shinobi, portandoli a ideare un piano per acquisire la scala. Dopo aver coinvolto di nuovo il serpente, Boruto è entrato in contatto con il piano mentale di Garaga, durante il quale Garaga ha detto che desiderava vedere Boruto sperare di essere schiacciato. Decidendo di non prendere la bilancia, Boruto stipulò invece un contratto di evocazione con il serpente, a condizione che potesse mangiare lo shinobi se Mitsuki avesse tradito Boruto. Ritornando al saggio, le presentò la bilancia invocando Garaga, spingendola a mostrare i ricordi del serpente di Mitsuki allo shinobi. Apprendendo che Mitsuki aveva effettivamente salvato la vita di Uo e che era stato accompagnato nel Paese della Terra, lo shinobi lascia la grotta per trovarlo.

Boruto e i suoi amici vano alla ricerca di Mitsuki.

Quando il gruppo iniziò ad avvicinarsi al confine della Terra della Terra, Shikadai fece tornare Inojin e Chocho al villaggio per riferire le loro scoperte. Mentre l'altro genin continuava la sua ricerca, hanno trovato i resti di una creatura di argilla, che Boruto ha riconosciuto come la stessa cosa che ha attaccato il serpente di Mitsuki. Il loro gruppo trovò presto un gruppo di Jonin che furono sconfitti da uno degli aggressori al cancello, Kokuyo. L'uomo si è rapidamente rivelato essere un essere artificiale con abilità sovrumane. Quando il genin subì rapidamente pressioni da lui, Inojin e Chocho arrivarono per aiutare. Il trio Ino-Shika-Cho ha deciso di tenerlo a bada mentre Boruto e Sarada andavano avanti. Sono stati intercettati da un altro degli attacchi al cancello, Sekiei, che ha notato che Mitsuki era con loro volentieri. Inizialmente li tenne a bada con la sua Explosive Clay, fino a quando Boruto convocò Garaga, che inizialmente si rifiutò di aiutare fino a quando la sua forza non fu messa in dubbio da Boruto. Mentre Sekiei lottava per schivare l'assalto di Garaga, il suo corpo improvvisamente cedette. Mentre Boruto cercava di finirlo, Mitsuki sembrava salvare Sekiei. Ha reso chiara la sua intenzione di unirsi agli umani artificiali mentre sottomette Boruto prima di partire. Poco dopo, il trio Ino-Shika-Cho tornò e si prese cura di Boruto mentre era incosciente. Al risveglio, il gruppo decise di avventurarsi nel Villaggio della Roccia e cercare l'aiuto di Onoki.

Infiltrandosi nel villaggio, i genin furono notati da Akatsuchi e portati da Onoki, che fu felice di vedere Boruto. Informando l'anziano uomo del loro obiettivo di trovare Mitsuki, l'atteggiamento di Onoki divenne oscuro e li allontanò. Lo shinobi si trovò circondato da Akuta controllato da Ku, che si rivelò essere in combutta a Onoki con sorpresa di tutti. Quando Onoki iniziò a spiegare la natura dei suoi piani e il suo genuino desiderio di proteggere le persone, rendendosi conto che con il suo segreto allo scoperto, avrebbe dovuto accelerare i suoi piani prima che gli altri grandi paesi Shinobi lo sapessero. Mentre Onoki diceva a suo figlio di portare via gentilmente i prigionieri, Boruto e gli altri scelsero di resistere, e una lotta assicurata, durante la quale Boruto fuggì con Onoki dopo averlo salvato dall'essere schiacciato. Avventurandosi inconsapevolmente nelle pianure di Sanzu, i due rimasero intrappolati fino a quando non furono raggiunti da Sekki, che aiutò i due a fuggire. Dopo aver lasciato Sekki, Onoki ha nuovamente parlato della vera nobiltà dei suoi obiettivi, dicendo che vuole salvare vite umane. Volendo dimostrare il suo punto, ha deciso di portare Boruto nel luogo in cui è stato ucciso suo nipote. Lì, Onoki ha giustificato il suo piano di sostituire lo shinobi con Akuta, ma Boruto ha rifiutato la sua idea.

Boruto vs. Kako.

Venendo scoperto da Kako, Boruto lo combatté, durante il quale fu raggiunto da Sarada e Chocho. Mentre era sul punto di essere ucciso, Kako cedette alle ferite e morì. Successivamente, gli shinobi vengono raggiunti da Inojin sotto il genjutsu di Kirara, che poi prende Boruto in ostaggio, costringendo il suo gruppo a essere catturato e riportato al villaggio della roccia Scoprendo che il villaggio era stato conquistato da Ku, Onoki non era d'accordo con la sua creazione, portando Ku a far perdere i sensi all'uomo. Shikadai apparve e aiutò i suoi alleati a fuggire. Quando il trio Ino-Shika-Cho decide di affrontare Kokuyo, Boruto e Sarada affrontano Kirara. Riuscendo a fuggire e raggiungendo Mitsuki, i due furono immobilizzati da Ku e rimasero scioccati quando Mitsuki lo tradì, costringendo Ku a ritirarsi per occuparsi del suo corpo in decomposizione. Seguendolo mentre Mitsuki affrontava Sekiei, la coppia affrontò Kirara e il suo gigante Akuta. Evocando Garaga per distruggere il golem, collassò sopra Kirara, portandola a essere uccisa.

Raggruppandosi con Mitsuki nella Città Vecchia, hanno scoperto Kū che aveva trapiantato con successo un cuore umano in se stesso per stabilizzare il suo corpo. Coinvolgendolo in battaglia, Boruto e Sarada rimasero intrappolati sotto le macerie, durante la quale Sekki li liberò. Successivamente, Boruto ha portato Onoki a Ku dopo che il Kage ha cambiato idea e ha voluto fermare la sua creazione. Paralizzando Ku con il suo Rasengan, Ku ha tentato di uccidere il genin con il suo Dust Release, che ha spinto Onoki a intervenire e sacrificarsi per uccidere il loro avversario. Successivamente, il genin si è avvicinato allo Tsuchikage prosciugato, che ha parlato loro dell'importanza di mantenere forte la propria volontà prima di morire. Il Team 7 è stato quindi trovato dai loro alleati di Konoha e tutti hanno dato il benvenuto a Mitsuki. Tornando a casa, Garaga contattò Boruto per informarlo che il loro contratto era scaduto e che i due si separarono. Il giorno seguente, Boruto e Sarada sono stati puniti per la loro diserzione tecnica revocando il loro status di shinobi. Mitsuki si è scusato per le sue recenti azioni e ha ammesso la spudorata curiosità di voler entrare in contatto con persone che erano più come lui. Boruto, tuttavia, ha rapidamente accettato le sue scuse e ha ammesso di essere contento di aver avuto la possibilità di capire meglio Mitsuki come persona, sperando di saperne di più l'uno sull'altro, con Sarada che ha anche accettato. Successivamente, a causa della gratitudine e della raccomandazione di Kurotsuchi, è stato deciso che lo status di shinobi del Team 7 genin sarebbe stato ripristinato.

Saga di Jugo

Boruto incontra Jugo.

Nell'anime, qualche tempo dopo, il Team 7 e il genin del Team 15 sono andati in missione per indagare sugli attacchi a un villaggio dalla sua fauna selvatica. Accompagnato da Tosaka, il gruppo è stato attaccato da uccelli e separato. Trovandosi attaccato da un uomo mostruoso, Boruto fu salvato da Nue. Entrando nel villaggio, lo shinobi scoprì che le vittime degli attacchi erano malate e coperte di juinjutsu, durante il quale gli abitanti del villaggio trovarono uno Jugo privo di sensi. Interrogandolo, un abitante del villaggio malato è andato su tutte le furie ed è stato rapidamente sottomesso da Jugo, che ha fatto sparire il juinjutsu e ha avvertito Boruto di stare lontano dalla foresta prima di fuggire dentro. Entrando per indagare, lo shinobi si separò e Boruto, accompagnato da Sarada, scoprì che Jugo si stava trasformando in una grotta. Ingaggiato in battaglia, Jugo fu respinto da Konohamaru. Dopo che Konohamaru ha strappato Jugo dalla sua sete di sangue, Boruto e gli altri lo hanno seguito finché non lo hanno trovato svenuto con un dispositivo di iniezione. Jugo si svegliò e furono attaccati da un altro uccello, ma Jugo rimosse il sigillo maledetto degli uccelli prima che Boruto potesse attaccarlo.

Al villaggio, Boruto era tra coloro che avevano il compito di monitorare Jugo e cercare altro farmaco tranquillante che sopprime il sigillo maledetto. Guardarono come lo sforzo di curare gli uccelli lo fece trasformare, ritirandosi nella sua caverna. Dopo l'episodio, Boruto si è rifiutato di andarsene e ha continuato a indagare. Quando i ricercatori della Terra dei Fiumi hanno chiesto informazioni, Boruto ha mentito e ha detto che non sapevano nulla. Boruto somministrò una dose di tranquillante a Jugo durante il suo prossimo episodio, il suo impegno ad aiutare gli uccelli a guadagnarsi la sua fiducia. Nei due giorni successivi, il gruppo ha continuato a lavorare sugli uccelli. Boruto individuò un'oca addomesticata tra quelle selvatiche e Tosaka commentò che la sua specie aveva perso la capacità di volare. Nonostante fosse stato convinto da Sarada a prendere regolarmente i suoi colpi per evitare trasformazioni, Jugo si ritirò comunque nella sua caverna, poiché stava costruendo un'immunità al farmaco. Boruto e Sarada esaminano i colpi rimanenti e si sono chiesti le loro opzioni una volta terminati. Il terzo giorno, il gruppo si è svegliato con i versi degli uccelli, Tosaka ha detto a Boruto che i restanti uccelli infetti si erano trasformati e sono fuggiti, dopo che Jugo li aveva inseguiti. Trovarono Jugo che lottava per contenere un'altra trasformazione, ma a causa dei suoi colpi mancanti nel suo complesso, Jugo si trasformò e si scatenò nel villaggio. Sottomessi dai ricercatori, hanno rivelato ai villaggi che lo shinobi Konoha conosceva l'identità di Jugo, portandoli a rivoltarsi contro di loro. Apprendendo che Wasabi e Namida erano incoscienti e infettati da foche maledette, chiesero a Tosaka di aiutarli con la sua esperienza. Dopo che i genin hanno lasciato riluttante il villaggio, hanno trovato Sumire dopo che è stata messa fuori combattimento Suigetsu, che ha insistito sul fatto che avesse agito per legittima difesa. Quando ha appreso che Suigetsu e Karin stavano cercando Jugo, il genin ha spiegato che Jugo è stato arrestato dai ricercatori. Quando Sumire si è svegliata, ha spiegato che due aggressori che hanno catturato Wasabi Izuno e Namida Suzumeno avevano collari speciali che permettevano loro di imbrigliare i loro stessi sigilli maledetti. Rendendosi conto che questo duo stava lavorando con i ricercatori di Land of Rivers, hanno concluso che l'epidemia doveva essere stata avviata da loro.

Boruto vs. Jugo.

Mentre il gruppo si separava per gestire parte del salvataggio, Suigetsu si unì a Boruto per trovare Jugo. Individuando Tosaka, li condusse a Jugo, durante il quale li sottomise con tranquillanti e rivelò di essere in combutta con i ricercatori e l'operazione delle foche maledette. Mentre Tosaka esponeva le sue motivazioni e Boruto lo ammoniva per il trattamento che aveva riservato a Jūgo, Jūgo si liberò dei suoi vincoli e pregò Boruto di fuggire. Inseguendo Jugo al lago, Boruto tentò di attaccare un sigillo maledetto trasformato Tosaka, ma scrollò di dosso il suo attacco e lo trattenne. Jūgo sconfisse Tosaka e liberò Boruto, portandolo a prendere di mira il genin. Salvato da Nue, Boruto formulò un piano per invertire la trasformazione di Jugo che si basava sulla velocità di Jugo per aumentare i danni del suo Rasengan. Boruto ha usato due Boruto Stream consecutivi per aumentare la propria velocità, e il danno ha fatto regredire la trasformazione di Jūgo solo all'ultimo istante. Mitsuki è arrivato con Konohamaru e Suigetsu, che hanno consumato il siero per curare gli uccelli e si sono fusi con il lago per farlo piovere su di loro. In seguito, Sarada ammonì Boruto sull'incoscienza del suo piano, che gli fece notare che funzionava, e i due si chiedevano cosa avrebbe fatto Jugo dopo.

Saga delle cronache ninja alle terme

Nell'anime, mentre si univano a Shikadai e Shikamaru per un pasto, incontrarono Mirai, che si stava preparando per una missione per scortare il Sesto Hokage e Gai Maito. Quando sono tornati, Boruto è rimasto scioccato nell'apprendere che la missione di Mirai ha finito per salvare diverse ragazze dai resti del culto Jashin quasi dimenticato.

Successivamente, dopo che Shikadai fu scelto come primo della loro classe di laurea ad essere promosso a chunin, Boruto fu scelto per unirsi a Shikadai nella sua prima missione come capitano della squadra. Sono stati raggiunti da Iwabee e Wasabi per recuperare un fiore medicinale raro ma potente chiamato gekkoran, che fiorisce solo molto raramente e altrettanto rapidamente fiorisce. Hanno anche ricevuto uno speciale maiale da rintracciare chiamato Tonsuke che poteva localizzare i fiori in base al profumo. La missione procedeva all'incirca mentre Wasabi e Iwabee continuavano a litigare tra loro. La missione è diventata ancora più difficile quando sono stati attaccati dai banditi e hanno rubato Tonsuke. Stufo del fatto che i suoi compagni di squadra non lo ascoltassero, Shikadai decise di gestire da solo il resto della missione. Quando Boruto raggiunse Shikadai, si rese conto che il suo migliore amico si era ferito alla gamba. Mentre Shikadai faticava a pensare a come gestirlo da solo, Boruto gli ricordò perché era stato creato un chunin per cominciare: la sua intelligenza e lealtà verso i suoi alleati. Iwabee e Wasabi hanno poi raggiunto, permettendo agli amici di fare ammenda. Insieme, la squadra è stata in grado di salvare Tonsuke mentre catturava i banditi e assicurava al gekkoran di completare la loro missione.

Saga del primo amore di Konohamaru

Nell'anime, Konohamaru e Boruto hanno visto una donna scappare da diversi uomini nel villaggio, spingendo Konohamaru a salvarla da loro. Presentandosi come Remon Yoimura e un turista, Boruto le ha mostrato il villaggio, durante il quale lei e Konohamaru si sono innamorati. Successivamente, è stato rivelato che Remon era una nobildonna che stava schivando le sue guardie del corpo e aveva la responsabilità di tornare. Il giorno seguente, dopo che Sarada e Chocho hanno sottolineato i crescenti sentimenti di Konohamaru, Boruto ha suggerito che lui e il suo sensei restituissero il fazzoletto preso in prestito da Remon come scusa per vederla di nuovo. All'arrivo alla sua villa, furono sorpresi di vedere Remon prepararsi per una cerimonia, e fu insolitamente richiesto di non vederla mai più. Furono avvicinati dal fidanzato di Remon, Kankitsu Akitsuki, che chiese alla coppia di andarsene. Avendo trovato una ragazza smarrita dal villaggio di Daidai, riportarono la bambina a casa, durante la quale sentirono che qualcosa non andava, e si rifugiarono a casa di Remon per parlare con lei. Apprendendo che il suo villaggio era afflitto da uno spirito che ruba la memoria che il suo antenato ha sigillato a costo della maledizione dei suoi discendenti, la coppia è stata anche informata che era necessario uno speciale rituale matrimoniale per ripristinare il sigillo indebolito. Accettando che questa era la scelta di Remon, Konohamaru decise di riportare Boruto a Konoha. Prima che potessero, Asaki, il custode di Remon, ha chiesto alla coppia di indagare su Kankitsu poiché aveva recentemente iniziato a recitare fuori dal personaggio. Accettando la richiesta, i due non hanno trovato nulla di insolito.

Boruto vs. Soma.

Mentre aspettava che Asaki si presentasse per fare rapporto, Boruto scoprì che Asaki aveva perso la memoria del loro incontro. Mentre lo respingeva, lui seguì Asaki che stava seguendo Kankitsu in una caverna. Lì, Kankitsu si stava preparando a distruggere il fermaglio per capelli di Remon solo per essere fermato da Asaki. Guardando come un'energia misteriosa veniva emessa da Kankitsu, Boruto proteggeva Asaki da questa nuova minaccia, durante la quale Asaki proteggeva Boruto da un attacco e collassava. Boruto si è presto trovato in un risultato simile, ma mentre il fermaglio per capelli sopprimeva alcuni degli effetti, Boruto ha dimenticato gli ultimi giorni. Ritornato a Konoha, fu sorpreso di sentire che Konohamaru era stato messo agli arresti domiciliari dopo essere entrato in un villaggio vicino. Quando Boruto ha iniziato a sperimentare cose recenti in tutto il villaggio, alla fine ha riacquistato i suoi ricordi. Ha riferito a Konohamaru che era Kankitsu a rubare i ricordi delle persone. Nonostante gli arresti domiciliari, Konohamaru si è unito a Boruto per risolvere le questioni. Al ritorno al villaggio, Kankitsu che era posseduto distrusse il sigillo per liberare Sōma. Incapace di sconfiggere il demone, Remon lo sigillò in se stessa a costo dei suoi ricordi. Konohamaru ha deciso di lasciare Remon alle cure di Kankitsu, nonostante Boruto insistesse sul fatto che avrebbe dovuto dire a Remon come si sentiva per lei.

Saga della scorta dell'Enea-Coda

Nell'anime, poiché tutti avevano del tempo libero dalle missioni, la famiglia di Boruto si stava preparando per un viaggio in campeggio con il lato della famiglia di Hinata. Boruto tuttavia si stava annoiando e desiderava riprendere l'allenamento sotto la guida del suo mentore Sasuke. Quando ha notato il falco di Sasuke che volava nel villaggio, si è intrufolato nell'edificio degli uffici dell'Hokage e ha scoperto che Sasuke si stava dirigendo verso la Terra del Vento. Vedendo questa come un'opportunità per incontrarlo, Boruto ha mentito alla sua famiglia sull'assegnazione di una missione di addestramento prima di intrufolarsi su un treno per la Terra del Vento. Lì, ha scoperto Sasuke e Gaara che combattevano con Urashiki, durante il quale Sasuke si è trasferito in un'altra dimensione. Essendo impedito di ingaggiare Urashiki da Gaara, il Kazekage riuscì a sigillare temporaneamente l'Otsutsuki che stava prendendo di mira Shukaku per il suo chakra.

Shukaku si chiude in un bollitore per non essere percepito, portando Gaara ad affidare a Boruto insieme a Shinki e Kankuro il compito di scortare la bestia dalla coda a Konoha. Lungo la strada, i tre furono intercettati dai burattini di Urashiki, portando Kankuro ad affrontare la minaccia da solo mentre Boruto e Shinki andavano avanti. Notando un'esplosione dove si trovava Kankuro, Shinki ha insistito per andare avanti, mentre Boruto si è rifiutato di lasciare Kankuro quando ne aveva più bisogno. Ritornando sulla scena da solo, incontrò Temari e Shikadai. Hanno trovato prove di un buco scavato come mezzo per sfuggire all'esplosione, spingendo il Konoha-nin a raggiungere Shinki. Quando lo fecero, scoprirono che stava affrontando un burattino danneggiato. Mentre Temari e Shikadai tenevano a bada il burattino, Boruto aiutava Shinki e Shukaku a mettersi in salvo prima di tornare a sconfiggere il burattino. Successivamente, è stato deciso per Boruto di andare avanti con Shinki mentre Temari si prendeva cura delle sue ferite con Shikadai e riprendeva la ricerca di Kankuro.

Boruto vs. Urashiki.

Sapendo che Urashiki sarebbe presto fuggito e li avrebbe intercettati di nuovo al confine della Terra del Fuoco, decisero che Boruto avrebbe distratto Urashiki con un clone travestito da Shinki e portando una teiera vuota mentre Shukaku e Shinki andavano avanti. Mentre distraeva Urashiki per un periodo di tempo, il nemico si rese presto conto della verità e decise di prendere Boruto come ostaggio per l'Hokage. Shinki, tuttavia, ha deciso di tornare sul campo di battaglia per aiutare Boruto. Mentre Boruto e Shinki lottavano per respingere Urashiki, il Jogan di Boruto si attivava, permettendogli di percepire la speranza dimensionale di Urashiki. Riuscendo a ferire Urashiki, la coppia è stata salvata da Sasuke, che ha costretto il nemico a ritirarsi. Riportato a Konoha per essere curato, Boruto ha visto Shinki alla stazione di Thunder Rail. In seguito, Shukaku rimase a casa degli Uzumaki per un breve periodo fino a quando non fu organizzato un rifugio, durante il quale Naruto informò Boruto delle bestie dalla coda.

Saga del ritorno nella vecchia Konoha

Nell'anime, dopo che Hinata gli aveva detto che era proprio come Naruto a quell'età, sempre desideroso di allenarsi con il suo mentore Jiraiya, Boruto si è incuriosito per saperne di più sui Sannin. Poi andò a casa di Sasuke solo per trovare Sarada. Insieme, la coppia ha deciso di cercare la serie Tattiche d'Amore dell'autore, durante la quale diversi adulti hanno insistito sul fatto che erano troppo giovani per leggere i suoi libri per adulti. Più tardi, quando Boruto apprese di essere l'unico genin che non era in missione per cacciare Urashiki a causa della vendetta di Urashiki contro Boruto, Sasuke suggerì di lavorare con Boruto come una squadra di due uomini mentre si trovava nel villaggio, cosa che Naruto accettò. Quella notte, la maggior parte degli shinobi del villaggio lasciò il villaggio nel tentativo di mettere alle strette Urashiki. Riconoscendo che Naruto era troppo ben sorvegliato perché Urashiki potesse inseguirlo, Boruto dedusse che Urashiki era stato scoperto di recente da un artefatto che portava il simbolo Ōtsutsuki. La sua intuizione ha portato lui e Sasuke a scoprire che Urashiki attivava l'artefatto per creare un portale in cui era entrato. Seguendolo, Sasuke riuscì a separare Urashiki dall'oggetto prima di essere trasportato via da lui.

Boruto e Sasuke ritornano indietro nel tempo.

Arrivati ​​a Konoha, i due hanno scoperto di essere arrivati ​​in passato, poco dopo che Tsunade è diventato Hokage. Rendendosi conto che il piano di Urashiki era quello di acquisire il chakra di Kurama da Naruto da bambino, Sasuke chiese all'artefatto Karasuki del nemico, il quale spiegò che a causa dell'interferenza di Sasuke, Urashiki non sarebbe arrivato in questo periodo di tempo per alcuni giorni, e li avvertì di evitare come più interazione possibile con il passato o rischiano gravi modifiche alla sequenza temporale. Ascoltando il consiglio, Sasuke e Boruto si travestirono. Poco dopo, Boruto e Sasuke si imbattono in Naruto e Jiraiya. Quando Tsunade è arrivato, hanno affermato di essere artisti itineranti. Tsunade aveva Naruto e Jiraiya a guardia della coppia, che subito dopo, Jiraiya lasciò Naruto per occuparsene da solo. Dopo che Sasuke è scivolato via per mantenere le distanze, Naruto ha portato Boruto a casa sua, durante la quale Boruto ha notato la somiglianza tra il giovane e il sé attuale di suo padre. Successivamente, Boruto avrebbe continuato a intrigare Naruto sui progressi moderni del villaggio da cui proviene. Ha poi incontrato il Konoha 11, stupito di come tutti i futuri genitori fossero durante l'infanzia. Successivamente, Naruto è stato incaricato di ripulire la sorgente termale come punizione per il suo trambusto e quello di Jiraiya l'altro giorno. Boruto e l'altro genin hanno aiutato.

Boruto si allena con Naruto nel Rassengan.

Nei giorni seguenti, Boruto dedusse la verità sul passato: l'assenza di Sasuke era dovuta all'abbandono del villaggio. Ha affrontato il suo padrone sull'evento, che ha ammesso vergognosamente che all'epoca era così determinato a ottenere la sua vendetta. Il giorno seguente, Urashiki arrivò e trovò Naruto, dove Boruto e Sasuke erano pronti a combattere e proteggere Naruto. Catturando Naruto, Urashiki rinchiuse Boruto, Sasuke e Jiraiya in macerie prima di fuggire. Sasuke spiegò a Jiraiya che lui e Boruto erano in realtà ninja di un lontano villaggio con la missione di impedire a Urashiki di rubare il chakra di Kurama. Jiraiya ha deciso di lavorare con il duo, liberandoli evocando un rospo gigante. Presto, Sasuke si bloccò sulla posizione di Naruto. Hanno appreso che il sigillo contenente Kurama stava impedendo a Urashiki di rubare il chakra del demone, portando Jiraiya a impilare un sigillo sulla coppia per proteggerli. Dopo aver trovato Naruto, le azioni di Urashiki costrinsero il ragazzo nel suo stato di versione 1, portando Naruto ad attaccare accidentalmente Boruto mentre Urashiki fuggiva. Dopo che Naruto ha ripreso conoscenza, Jiraiya iniziò a incatrare la coppia di genin. Istruendo Boruto e Naruto su come sincronizzare il loro chakra per l'obiettivo di sviluppare un nuovo ninjutsu di cooperazione unico, il compito era troppo difficile per loro.

Boruto parla con Nenji.

Tornando al villaggio, incontrò il suo parente Neji Hyūga, che rallegrò Boruto dopo aver parlato delle lotte di Naruto. Il giorno seguente, Naruto e Boruto si sono scusati a vicenda e hanno iniziato a riprendere il loro addestramento. Anche se hanno iniziato a fare progressi, il completamento del compito si è rivelato ancora difficile. Furono quindi avvicinati di nuovo da Urashiki, che iniziò a giocherellare con loro con le sue varie tecniche rubate prima di sottometterli. Decidendo che la nuova tecnica del nemico era troppo pericolosa, Sasuke affrontò se stesso e Urashiki oltre la sporgenza e in un fiume per lasciare che i suoi alleati scappassero. Mentre si prendeva cura delle ferite di Jiraiya, il gruppo ha cercato di capire come affrontare Urashiki. Boruto poi si rese conto che nel combattimento, il sangue schizzato su Urashiki si stava asciugando molto più velocemente di quello di Boruto. Dopo aver coinvolto di nuovo il nemico per testare una teoria, hanno concluso che la tecnica di Urashiki gli consente di spostarsi nel passato per diversi secondi, dandogli una pseudo-chiaroveggenza dalle sue esperienze.

Boruto e Naruto vs. Urashiki.

Urashiki quindi attacca di nuovo il Konoha-nin, dove Jiraiya ha poi contenuto tutti nella sua Prigionia della Bocca di Rospo. Durante il quale, Naruto ha scatenato una continua raffica di cloni su Urashiki. Sebbene abbia contrastato facilmente l'assalto con la sua tecnica, Urashiki si è avvelenato inavvertitamente dai vapori acidi della pancia del grande rospo molto prima del Konoha-nin a causa della sua ripetuta distorsione temporale. Una volta che Jiraiya ha rilasciato l'evocazione, Boruto e Naruto hanno quindi proceduto ad eliminare Urashiki con un assalto Rasengan. Ancora provocatorio, l'Urashiki infuriato si svegliò e consumò tutto il suo chakra accumulato, insieme ai suoi stessi occhi. Il risultato finale lo trasformò in un essere diabolico di immensa potenza fisica. Jiraiya e i due genin furono rapidamente sopraffatti dai continui assalti di Urashiki, anche con l'aiuto del ritorno di Sasuke. Urashiki si trattenne deliberatamente su Naruto, sperando di farlo arrabbiare abbastanza da liberare il chakra delle Nove Code. I suoi sforzi alla fine hanno avuto successo e Naruto è andato su tutte le furie. Boruto però è riuscito a raggiungere Naruto e insieme sono stati in grado di perfezionare la loro nuova tecnica di collaborazione. Con lo sforzo combinato di Jiraiya e Sasuke, i due bambini furono in grado di superare l'attacco finale di Urashiki e cancellarlo.

Boruto e la sua famiglia.

Qualche tempo dopo, dopo che Sumire Kakei si è dimessa dal suo team genin per entrare a far parte del Team Scientific Ninja Weapons, Boruto si è unito ai suoi amici in una festa di addio per l'ex rappresentante di classe. Hanno anche incontrato il sostituto di Sumire per il Team 15, Tsubaki Kurogane, uno studente di samurai della Terra del Ferro. Più tardi, mentre il compleanno di Hiashi si stava avvicinando velocemente, Boruto era preoccupato di cosa regalare a suo nonno alla sua festa. Alla fine, è andato da Kurenai Yuhi per un consiglio, dato che aveva una storia con il leader del clan Hyuga. Sebbene Kurenai sentisse che non avrebbe dovuto ficcare il naso in questioni così personali, insistette con Boruto che qualsiasi gesto sincero a suo nonno sarebbe stato molto apprezzato. Gli ha raccontato dell'Affare Hyuga e di come abbia davvero lasciato un'impressione duratura su Hiashi, facendogli apprezzare la famiglia più che mai. Da questo Boruto ha deciso di ingoiare il suo orgoglio per il nonno e di avere una foto di famiglia, suggerendo di farlo ogni anno come regalo a Hiashi, che in effetti è stato molto apprezzato dall'uomo.

Saga dei Banditi di Mujina

Boruto e Mitsuki si infiltrano nel castello di Hozuki.

Nell'anime, a Boruto è stata assegnata una missione sotto copertura al Castello di Hozuki, per proteggere l'ex membro dei Banditi Mujina Kokuri da Tsukiyo, in cambio di informazioni sui loro rapporti e leadership. In prigione, mentre Sarada si atteggiava a reporter, Boruto e Mitsuki si atteggiavano a ladri. Avendo il supporto del guardiano, Mujo applicò una falsa tecnica di prigionia alla coppia. All'interno, furono assegnati a condividere una cella con Kedama, Kamata e Arai, il primo dei quali informò Boruto di ciò che era necessario per essere mandato nel reparto medico, dove risiedeva Kokuri. Consumando un frutto velenoso per essere mandato lì, Boruto ha preso contatto con Kokuri, e mentre tornava alla prigione ha scoperto che Kokuri era stato accoltellato nel reparto con accesso limitato. Dopo che Boruto è stato dimesso dal reparto, ha chiesto a Mitsuki di contattare Sarada con il suo serpente per fare in modo che il guardiano spostasse Kokuri nella loro cella per una migliore protezione. Dopo aver avuto successo, hanno appreso che una delle carte di accesso speciali della prigione mancava da tre giorni. Quando le guardie iniziarono a cercarlo, Mitsuki si rese conto che la carta doveva essere stata rubata da uno dei loro compagni di cella quando Boruto veniva portato al reparto medico. Alla fine, hanno scoperto che Arai era l'aggressore, portandolo via.

Più tardi, la squadra è riuscita a ingannare l'intro di Kokuri rivelando che aveva donato i soldi che aveva rubato ai Banditi Mujina, spingendo Boruto a promettere di portare Kokuri alla sicurezza di Konoha. Dopo che Moju si ammalò e Benga decise di trasferire Kokuri al Castello di Hozoki n. 2, dove non poteva essere protetto, fu deciso di far uscire Kokuri dalla prigione prima che il trasferimento potesse avvenire. Apprendendo di una nave di rifornimento che arriva regolarmente alla prigione e che sarebbe necessaria una grande quantità di acqua per contrastare la tecnica di prigionia di Kokuri, il Team 7 ha sabotato la linea di galleggiamento sapendo che avrebbe costretto le guardie a usare una linea di riserva da cui potevano raccogliere l'acqua . Mentre la notte si avvicinava e non c'era alcun segno da parte di Sarada sulla sua parte della missione, il gruppo si preoccupò. Boruto era determinato a fidarsi di Sarada e ad andare avanti con il piano. Mentre Kokuri era preoccupato per la mancanza di comunicazione di Sarada, Boruto rimase fermo. Sulla strada per il serbatoio dell'acqua, il gruppo fu attaccato dall'evocazione di Benga, che Mitsuki fu in grado di sconfiggere. Tuttavia, il serbatoio era stato prosciugato da Benga, che insieme alla sua evocazione riuscì a raggiungerli. Sarada arrivò giusto in tempo per salvarli con le informazioni che aveva acquisito da Kedama.

Boruto sconfigge Tsukiyo.

All'esterno, Boruto e gli altri sono stati attaccati dal secondo in comando di Mujin, Tsukiyo. Usando la sua gamma di tecniche di manipolazione dell'ombra, è stato in grado di esercitare pressioni sul genin. Diventando disperato, Kokuri diede a Boruto un taccuino di tutti i dati che aveva sui Banditi Mujina nel caso non fosse sopravvissuto. Quando il Konoha-nin iniziò a stancarsi, Kokuri vide attraverso la debolezza della tecnica nemica alla luce, dando al Konoha-nin la conoscenza di cui aveva bisogno per sopraffare e sconfiggere il loro nemico. In un ultimo disperato tentativo, Tsukiyo afferrò Kokuri e trascinò l'uomo con lui fuori dalla sporgenza e nell'oceano. "Kokuri" poi è emerso, sostenendo che Tsukiyo è annegato. Poco dopo apparvero Sai e un gruppo di Konoha-nin, mobilitati da Naruto dopo aver perso il contatto con Mujō per così tanto tempo. Con Benga ucciso da Tsukiyo e Mujō che si è recentemente ripreso per riprendere i suoi doveri, la missione del Team 7 è stata completata, portando Kokuri con loro al villaggio e verificare le sue informazioni sui Banditi Mujina prima di rilasciarlo.

Diversi mesi dopo, mentre il Team 7 era in missione, Boruto continuava a pensare al suo sigillo. Tuttavia ha ripreso presto i sensi ed è riuscito a sconfiggere i ladri che la sua squadra stava inseguendo, ma nel processo ha rovinato il loro obiettivo di lasciarsi scappare uno per rintracciarlo dal suo capo. In seguito, Boruto ha acquistato alcune carte da collezione Shinobi prima che Lee arrivasse e gli ha detto che Konohamaru richiedeva la sua presenza all'edificio Hokage. Quando arrivò, Konohamaru lo incaricò della missione di proteggere Tentō Madoka per i prossimi giorni. Successivamente, su richiesta di Tento, Boruto ha dimostrato vari ninjutsu. Alla fine, Tentō ha mostrato la sua collezione quasi completa di carte da collezione shinobi. Quando Boruto fu sorpreso dal fatto che Tentō avesse l'unica carta che voleva nonostante quanto fosse rara e costosa, Tentō si offrì di dare a Boruto la carta che desiderava se gli avesse insegnato un po 'di ninjutsu. Pur non apprezzando l'atteggiamento di Tento nel cercare di acquistare la sua strada verso qualsiasi cosa, ha deciso di insegnare comunque a Tento. Quando Boruto iniziò a insegnargli lo shurikenjutsu, Tentō si scoraggiò rapidamente per il fatto che non poteva nemmeno lanciare correttamente uno shuriken. Mentre Tentō spiegava il suo desiderio di diventare un ninja era quello di far notare a suo padre, Boruto, in grado di relazionarsi, ricorda le cose che ha fatto per far notare a Naruto, insistendo sul fatto che alcune cose non possono essere acquistate. Incoraggiando Tentō a continuare a lavorarci, il ragazzo migliorò gradualmente la sua tecnica fino a raggiungere finalmente il bersaglio. Orgoglioso di se stesso per il successo, Boruto lo ha incoraggiato a mantenere la pratica per trovare la propria strada. Successivamente, Boruto diede a Tento la settima carta Hokage che gli mancava per la sua collezione. Dopo che i tre giorni di guardia del corpo sono passati, Tento ha chiesto se poteva visitare di nuovo Boruto, cosa che Boruto ha accettato in quanto ora erano amici.

Boruto vs. Shojoji

Successivamente, Boruto e il suo team furono felicissimi di ricevere la loro prima missione di grado B. Mentre stava per prepararsi per la sua missione, notò che la rarissima carta collezionabile che desiderava era nella sua tasca. Rendendosi conto che Tentō lo ha infilato dentro, Boruto ha deciso di restituirlo. Mentre si intrufolava nella stanza di Tentō, sentì il daimyo dire che Tentō era stato rapito dai Banditi Mujina. Determinato a salvare il suo nuovo amico, Boruto ha chiesto a Sarada di dire alla loro squadra che non poteva unirsi a loro in missione a causa di una questione importante. Boruto presto trovò Tento, giusto in tempo per impedire a Shojoji di divorargli il cervello per il suo jutsu. Sottomettendo gli altri banditi lì, Boruto ingaggiò Shojoji in battaglia, durante la quale i suoi attacchi furono respinti dal rilascio del vento di Shojoji. Quando Shojoji iniziò a proclamare come avrebbe mangiato Boruto, trovò uno shuriken nella sua schiena che Tentō lanciò. Infuriato per il suo prigioniero che lo ha attaccato, Shojoji si è dimenticato di Boruto, permettendogli di mettere fuori combattimento Shojoji con il suo Rasengan. Tentando di sconfiggerlo con un altro Rasengan, il marchio di Boruto si diffuse dolorosamente, portandolo a rimanere paralizzato e Shojoji inorridito al pensiero di far parte di una certa organizzazione. Mentre Boruto insiste che non ha idea di una cosa del genere, Shojoji riprende il suo attacco, solo per essere sottomesso e messo KO rispettivamente da Mitsuki e Sarada. Rendendosi conto che i suoi compagni di squadra avevano abbandonato la loro missione di grado B per aiutarlo, Boruto si scusò con loro quando il segno si ritirò nel suo palmo e il dolore cessò. Successivamente, Boruto e i suoi compagni di squadra sono stati rimproverati da Konohamaru per aver abbandonato la loro missione, insistendo sul fatto che ci sarebbe stata una punizione. Quando Tentō si prepara a lasciare il villaggio, Boruto gli restituisce la carta rara, insistendo sul fatto che deve ottenerne una da solo.

Saga dell'attualizzazione di Kara

Nell'anime, mentre Boruto diventava impaziente su come trattare con Kara e il suo Kama, Sasuke si avvicinò a lui e disse a Boruto di mantenere il suo marchio nascosto in ogni momento per non attirare l'attenzione. Successivamente, Boruto e il suo team furono assegnati a lavorare con Mugino per trovare Anato un disperso ricercato nella Terra delle Valli. Dopo aver incontrato la moglie dell'uomo e aver appreso della grande azienda medica del villaggio, sono stati in grado di intrufolarsi nell'ultimo luogo conosciuto della squadra di Anato. Lì, furono intercettati da Victor e dalle sue guardie che stavano anche cercando Anato. Unendo gli sforzi, il Team 7 ha trovato Anato, il cui corpo è stato alterato in uno stato malleabile e li ha attaccati senza pensare. Incapaci di trattenerlo, gli uomini di Victor lo sottomisero. Considerando l'atto spietato, Victor ha insistito che non c'era alternativa. Con la loro missione tecnicamente completata, i ninja della foglia decisero di tornare al Konoha. Lungo la strada, Mitsuki si ammalò e il suo corpo stava assumendo le stesse proprietà di Anato. Mugino li ha portati a Yubina. Il medico è stato in grado di curare Mitsuki e ha stabilito che durante il combattimento con Anato, Mitsuki è stata infettata dalle cellule di Hashirama Senju. Rivelando che altri casi come questo si sono presentati, Yubina ha informato lo shinobi che c'era una voce secondo cui il mercato nero del Paese del Silenzio stava vendendo il cellulare.

Boruto e il Team 7 arrivano nel Paese del Silenzio.

Lasciando che Mitsuki si riprendesse, la squadra si infiltrò nel Villaggio di Curtain per cercare l'oggetto. Lì, hanno appreso che un lavoratore dell'azienda di Victor è arrivato settimane fa con la cella di Hashirama prima di scomparire improvvisamente. Hanno anche sentito voci secondo cui un uomo era nella zona con collegamenti con la cella di Hashirama. Si è scoperto che era un ninja scomparso di nome Kirisaki con abilità mediche uniche nel ninjutsu. Boruto è stato in grado di trattenerlo, portando Konohamaru a camuffarsi da ninja scomparso. Insieme a Boruto in posa come suo assistente, hanno incontrato un buttler che è stato infettato dalla cella come test per vedere l'abilità di "Kirisaki". Dopo che l'uomo è crollato, Konohamaru ha usato con riluttanza gli anticorpi che Yubina ha acquisito da Mitsuki per curare l'uomo. Ingannato, l'uomo ha rivelato di essere un maggiordomo di Sakuya. Desiderava usare la Cellula Hashirama su se stessa sotto l'illusione fuorviante che le avrebbe permesso di vivere per sempre e ancora di più, ripristinando la sua giovinezza e la bellezza precedente. Al castello di Fushū, Boruto fu improvvisamente arrestato, dove il maggiordomo desiderava vedere in prima persona il processo di come "Kirisaki" avrebbe stabilizzato la cellula di Hashirama usando Boruto. Konohamaru è stato in grado di fermarsi mentre Boruto scivolava via per recuperare il bersaglio poiché era un clone ombra che era stato trattenuto. Dopo aver trovato l'alloggio di Sakuya, ha scoperto che era stata uccisa e la cella era sparita. Un gruppo di quadrupletto ninja ha rivelato di aver rubato la cella e incastrato Boruto per l'omicidio mentre si ritiravano dal castello.

Quando Boruto e Konohamaru si unirono a Sarada e Mujino, tutti in città iniziarono a dar loro la caccia, nella speranza di ottenere una ricompensa per la loro cattura. Dopo essere stati messi alle strette, furono aiutati da un giovane ragazzo di nome Katara. Li guidò attraverso una rete sotterranea che i bambini della città usavano per la loro società. Alla base, il ninja Konoha si è incontrato con Mitsuki. Dopo che si è completamente ripreso e i suoi anticorpi hanno aiutato a curare Kona, ha aiutato Mitsuki a intrufolarsi in città. La rete dei bambini è stata in grado di trovare rapidamente i veri assassini. Una volta fuori dai confini del paese, Boruto e il suo compagno genin si separarono da Mugino e Konohamaru per trovare i loro obiettivi. Tuttavia, sono stati rapidamente attaccati da nuovi nemici. Gli aggressori si rivelarono essere un ninja della nuvola composto da Omoi, Kakui e Marui. Avendo sentito voci secondo cui Konoha-nin avrebbe ucciso Lady Sakuya e rubato la cellula di Hashirama, hanno interrogato il genin. Mugino e Konohamaru sono rapidamente tornati e hanno chiarito le cose. Dopo aver spiegato la situazione, i gruppi hanno lavorato insieme per dare la caccia ai veri colpevoli, che sono stati dedotti essere shinobi della Terra di Haze. Lungo la strada, furono intercettati da Deepa, che stava anche cercando la cella di Hashirama. La squadra di Omoi ha deciso di affrontare la nuova minaccia mentre il Konoha-nin andava avanti. Poco dopo, Mugino e la sua squadra furono intercettati da uno dei ladri, Yuga, determinato a completare la sua missione di consegnare la cellula di Hashirama nella sua terra a tutti i costi.

Mugino sconfigge la tecnica di Yuga con Boruto e Konohamaru.

Ha scatenato una tecnica di sacrificio per intrappolare il ninja di Konoha in una barriera ed evocare un demone distruttivo. Il genin ha cercato di tenere a bada il demone mentre Mugino e Konohamaru hanno tentato di distruggere la barriera, ma sono stati rapidamente fermati dal demone. Cambiando tattica, Mugino trattenne il demone, lasciandolo assorbire il suo chakra abbastanza a lungo da permettere a Boruto e Konohamaru di distruggere il demone con i rispettivi Rasengan. Successivamente, dopo che Mugino si riprese a sufficienza, la squadra riprese a seguire la Haze-nin. Dopo aver raggiunto i nemici rimasti, i Konoha-nin furono ingannati e catturati dalla tecnica di sacrificio di Hiruga che produsse un fango trattenente. Mentre i suoi alleati gli facevano notare che la tecnica avrebbe trascinato tutti vicino a lui sottoterra, Boruto cercò di ragionare con Hiruga, dicendogli di non sacrificarsi così sconsideratamente. Hiruga, tuttavia, ha respinto la richiesta, vedendo Boruto come un monello viziato di un grande paese mentre la Terra di Haze è impoverita. All'improvviso arrivò un Omoi malconcio. Ha rivelato che un nuovo nemico ha ucciso i suoi alleati ed era in viaggio verso la Terra di Haze per ottenere la cellula Hashirama. Preoccupato per il fratello rimasto, Hiruga annullò la sua tecnica e corse via. Sebbene Omoi non potesse unirsi ai suoi alleati, li avvertì che Deepa era apparentemente impermeabile a tutte le forme di attacco. Dopo aver raggiunto il fratello maggiore di Hiruga, Asaka, ci è voluto un po 'di convincimento che Hiruga fosse veramente lui e che ci fosse una nuova minaccia. Prima che si potesse concordare una tregua, Deepa arrivò e rapidamente abbatté i restanti quadrupletti. Boruto era furioso e attaccò l'uomo, solo per il suo kunai rimbalzare innocuo sul corpo di Deepa. L'uomo ha spiegato che è in grado di manipolare tutto il carbonio intorno a lui, incluso il suo stesso corpo per diventare invulnerabile. Victor è arrivato e ha rivelato di essere alleato con Deepa. Victor ha diviso il jōnin dal genin nella squadra, dove Boruto ei suoi compagni di squadra hanno affrontato Deepa. Tra l'implacabile raffica di proiettili di carbonio di Deepa e il suo corpo impermeabile, i genin furono rapidamente sopraffatti. Boruto ha tentato un attacco Rasengan tutto o niente su Deepa, ma l'uomo lo ha sopportato facilmente. Mentre Boruto e Sarada furono messi fuori combattimento, Mitsuki rivelò la sua Trasformazione Saggia per salvare i suoi amici e fuggire.

Boruto si allena con Kakashi nel perfezionare il Rasengan.

Con le gravi lesioni di Boruto e Sarada, Mitsuki li portò a Yubina per cure, che stabilizzò le loro condizioni. Poco dopo, Konohamaru e Mugino li riportano a Konoha per cure migliori, portando anche Mitsuki a Orochimaru per il suo trattamento. Dopo aver subito un'operazione con successo, Boruto si è vergognato della sua sconfitta contro Deepa. Nonostante questo, tre giorni dopo, Boruto è riuscito a rialzarsi e si è impegnato a diventare più forte, cercando Sasuke per aiutarlo ad addestrarlo. Poiché il suo obiettivo era far evolvere il suo Rasengan, ma Konohamaru in missione e Naruto era troppo impegnato, Boruto si rivolse a Kakashi per chiedere aiuto. L'Hokage in pensione ha subito chiarito che padroneggiare il Big Ball Rasengan, l'obiettivo di Boruto, era impossibile poiché gli mancava abbastanza chakra per eseguirlo. Kakashi invece si è concentrato sull'applicazione della trasformazione della natura al suo Rasengan. Considerò la natura fulminea di Boruto Vanishing Rasengan come un jutsu incompleto e suggerì a Boruto di applicare il suo rilascio del vento ad esso. Il jutsu di Boruto fallì costantemente. Si sentiva responsabile dell'infortunio di Mitsuki e invidiava quanto fosse potente ed esperto Kakashi alla sua età. Kakashi ha sottolineato le difficoltà che ha dovuto sopportare e ha invidiato Boruto per essere cresciuto in un periodo tranquillo con i propri cari, quindi non era solo. Questo ha ispirato Boruto a utilizzare un clone ombra per applicare l' Arte del Vento: Rasengan, riuscendo a utilizzare il rilascio del vento: Rasengan, che ha impressionato Kakashi. Nonostante Boruto abbia sostanzialmente completato la sua nuova tecnica, Boruto ha concluso che l'aumento di potenza non era ancora abbastanza per gestire il corpo super denso di Deepa. Kakashi ha notato che con i suoi attuali livelli di chakra, ha raggiunto il limite di quanto poteva migliorare il Rasengan. Boruto, tuttavia, ha rifiutato di arrendersi e ha continuato ad allenarsi.

Successivamente, Boruto è stato avvicinato da Shikadai, la cui squadra aveva recentemente affrontato anche Deepa. Mentre Boruto esprimeva la sua rabbia a Deepa, Shikadai espresse la sua preoccupazione che Boruto stesse trasformando Deepa in un'ossessione. Boruto, tuttavia, ha insistito sul fatto che non si tratta di un ego ferito, ma piuttosto ha visto Deepa come un muro per la sua crescita come ninja. Dopo aver realizzato che Boruto non avrebbe cercato di dare la caccia a Deepa, Shikadai ei suoi compagni di squadra hanno deciso di aiutare con l'allenamento. Shikadai ha deciso che l'allenamento di Boruto focalizzasse il suo Rasengan su un unico punto per migliorare il suo potere di penetrazione. Quando la giornata si è conclusa e sono stati compiuti pochi progressi, Shikadai e Boruto hanno iniziato a discutere della natura unica del potere di Deepa, poiché riguardava la disposizione e la pressione delle molecole di carbonio. Questo diede improvvisamente ispirazione a Boruto. Il giorno successivo, Boruto è riuscito a cancellare un enorme masso con il suo Rasengan. Ha detto a Kakashi dei suoi progressi. Decidendo di mettere Boruto alla prova, fece in modo che Boruto affrontasse Shojoji in una struttura di polizia, credendo che il condannato sarebbe stato l'avversario perfetto per testare i progressi di Boruto.

All'inizio della battaglia, le abilità di Boruto erano uguali a quelle di Shojoji, ma i suoi contraccolpi si dimostrarono troppo potenti, anche contro il rilascio del vento di Boruto: Rasengan. Decidendo di non avere scelta, Boruto ha usato il suo nuovo Rasengan a compressione. È stato in grado di superare le difese di Shojoji e lo ha sconfitto rapidamente. Mentre Kakashi elogiava Boruto per aver escogitato il piano alternativo di condensare il suo Rasengan piuttosto che espanderlo, Boruto collassò mentre le sue lunghe ore di allenamento lo raggiunsero. Dopo essersi ripreso in ospedale, Boruto fu accolto da Kakashi. Ha applaudito i risultati di Boruto, ma lo ha avvertito dei pericoli della sua nuova tecnica. Notando che il Compression Rasengan è dotato di un grande rinculo che può causare un grande sforzo al braccio, non è una tecnica che Boruto dovrebbe usare spesso. Pur accettando le parole di Kakashi, Boruto era ancora determinato a perfezionare la tecnica. Dopo essere stato dimesso dall'ospedale, ha incontrato Sarada, la cui formazione sotto i suoi genitori stava andando bene. Con entrambi che avevano raggiunto un nuovo livello, sentivano che era un buon momento per tornare nella Terra delle Valli per restituire l'anello di Anato a Mia. Avendo già ottenuto l'approvazione di partire da suo padre, i due se ne andarono. Al ritorno nella Terra delle Valli, incontrarono Mia e le diedero l'anello di Anato. Hanno anche appreso che Victor ha riferito a Mia che Anato è stato ucciso da nemici che cercavano di rubare le loro ricerche. Rendendosi conto che Victor stava usando Anato per il proprio guadagno, Boruto decise di rivelare la verità sugli obiettivi di Victor, nonostante la protesta di Sarada. All'improvviso si è verificato un terremoto proveniente dall'edificio principale dell'azienda. Boruto e Sarada hanno deciso di indagare.

Boruto e Sarada vengono lasciati cadere verso il piano inferiore.

Lì, hanno trovato Konohamaru che lottava per difendersi dal feroce assalto dell'Albero Divino ricreato. Mentre lo aiutavano Sensei, spiegò come l'albero divino non fosse stato visto dalla quarta guerra mondiale ninja. Victor quindi si avvicinò, spiegando che aveva preso frammenti dell'Albero del Dio morto dopo la fine della guerra, nutrendoli con la cellula di Hashirama e i vari soggetti di prova. Ha espresso la sua gioia per il modo in cui la gente del Paese delle Valli sarebbe stata consumata dall'albero divino per produrre il frutto dei chakra. Victor fece crollare il terreno intorno a Boruto e Sarada, mandandoli a terra sotto di loro. Lì, sono stati avvicinati da Deepa. Sarada e Boruto erano determinati a fermarlo una volta per tutte. Nonostante la loro abilità migliorata, i poteri al carbonio di Deepa si sono dimostrati infallibili come sempre. Boruto si rese conto che la loro unica speranza era il suo nuovo Rasengan Compressore. Avendo bisogno di tempo per formarlo, aveva Sarada a montare una distrazione, che non era in grado di durare abbastanza a lungo. All'improvviso, Boruto è stato salvato dal tempestivo arrivo del recuperato Mitsuki. Con il Team 7 riunito, Boruto è riuscito a far atterrare il suo nuovo Rasengan. Tuttavia, poiché si è dimostrato in grado di sopraffare il corpo solido di Deepa, ha attivato la sua difesa finale per formare una potente armatura, respingendo Boruto. Boruto si rifiutò di disperarsi e attaccò di nuovo, aiutato dai suoi amici che gli donarono il loro chakra e formarono un Super Compression Rasengan, che sfondò la difesa di Deepa e lo sconfisse. Durante il quale, Orochimaru ha distrutto l'Albero Divino e sconfitto Victor. Come Mia ha promesso di testimoniare contro le azioni dell'azienda, il Team 7 era orgoglioso della loro vittoria.

Di ritorno al villaggio, mentre Boruto si stava ancora curando la mano ferita, lui ei suoi amici scoprirono che Denki stava organizzando un esperimento per migliorare le comunicazioni radio. Boruto e gli altri decisero di aiutarlo con il lavoro. Alla fine ha funzionato, ma non è riuscito a mantenere la stabilità. Denki tuttavia è rimasto determinato a migliorare la tecnologia. Boruto si è unito a tutti nel tifare.

Saga di Ao

Boruto contro Naruto.

Nell'anime, Boruto ha partecipato al servizio funebre per i caduti della Quarta Guerra Mondiale Shinobi. Successivamente, Boruto si unì a suo padre in uno sparring match nella Training Hall, vedendolo come un'opportunità per rimediare alle sue azioni come gli esami Chunin durante i quali tutti i suoi attacchi elementali furono assorbiti da Naruto, che continua a sconfiggere Boruto. In seguito, Boruto apprese che suo padre aveva la sua mano protesica modificata da Katasuke per includere capacità di assorbimento del jutsu. Mentre Boruto era furioso per questo inganno, vedendo Naruto come un ipocrita per aver usato strumenti così avanzati in combattimento dopo averlo rimproverato per aver fatto lo stesso, Sasuke ha calmato Boruto, spiegando che lo strumento in sé non è il problema, ma piuttosto affidarsi eccessivamente ad esso . Mentre Sasuke spiegava meglio l'esistenza di Kara, Mitsuki chiese se questo gruppo avesse qualcosa a che fare con il marchio di Boruto che aveva ottenuto da Momoshiki. Mentre Boruto era furioso con Mitsuki che rivelava con disinvoltura il suo segreto, Naruto ammise che Sasuke glielo aveva già detto, il che era un altro motivo per cui Naruto approvava lo sviluppo di queste armi avanzate. Katasuke arrivò quindi per recuperare il suo prototipo, a cui Naruto assegnò al Team Konohamaru una missione di grado C per scortare lo scienziato capo al laboratorio di Ryutan City. Mentre Boruto si scatenava in preda allo sbuffo, Naruto chiese ai suoi compagni di squadra genin di vegliare su di lui se fosse successo qualcosa con il suo marchio. Mitsuki ha poi parlato con Boruto, convincendolo a superare la sua rabbia e unirsi alla missione.

Viaggiando in treno a Ryutan City, il gruppo ha incontrato Ao, che ha tenuto una conferenza a Boruto su Scientific Ninja Tools, portandolo a cambiare le sue opinioni su di esso e rispettando l'uomo. Al loro arrivo a destinazione, incontrarono inaspettatamente Sumire e, in seguito, completarono l'altra metà della loro missione che consisteva nel testare gli Strumenti Ninja Scientifici. Successivamente, Boruto è stato accolto da Chamaru, che Boruto è stato felice di rivedere. Tuttavia è rimasto sorpreso nel vedere la protesi della gamba del cane amichevole. Akita Inuzuka ha spiegato come sia stato grazie a Katsuke che sia Chamaru sia potuto camminare di nuovo e ha ritrovato la sua passione per la scienza. Stupito da quanto Katsuke fosse veramente affezionato ad aiutare Konoha e la sua gente, Boruto decise di lasciarsi andare alla sua rabbia nei confronti dello scienziato. La squadra di Boruto riceve quindi una chiamata dal Settimo Hokage, notando che Konohamaru e il suo compagno Mugino sono scomparsi durante una missione nelle vicinanze e li ha incaricati di cercare la coppia.

Boruto, Sarada e Mitsuki circondati da pupazzi.

Accompagnati da Katasuke, hanno trovato l'ultima posizione conosciuta di Konohamaru, sul luogo dell'incidente di un dirigibile. Durante le indagini, vengono attaccati da burattini autonomi, che Katasuke sottomette, dando alla squadra la possibilità di distruggerli tutti. Seguendo Chamaru che stava seguendo il profumo di Konohamaru, scoprono i due jonin scomparsi in una grotta. Poco dopo, incontrano Ao, che li interroga su ciò che hanno appreso all'interno del dirigibile. Tentando di zittirli, Ao ha attaccato il gruppo e ha rubato uno dei guanti di Katasuke, che ha usato per assorbire il Rasengan di Boruto. Mugino ha quindi tenuto Ao abbastanza a lungo da far crollare la grotta su di lui e Ao per salvare tutti, tuttavia, Ao è sopravvissuto, spingendo la squadra a ritirarsi. In seguito, Konohamaru ha insistito sul fatto che dovevano restituire i dati che ha trovato sul dirigibile a Konoha, che Katasuke ha offerto di agire come una divergenza per espiare i suoi errori di fuga di informazioni. Boruto, rendendosi conto che lo scienziato si vergognava delle sue invenzioni, ricordò a Katasuke che anche lui all'inizio odiava tali strumenti, ma imparò che tutti gli strumenti sono buoni o cattivi a seconda di come vengono usati.

Boruto sconfigge Ao.

Elaborando un piano per sconfiggere Ao, il Team Konohamaru iniziò il contrattacco, durante il quale Boruto ingannò Ao facendogli raccogliere la sua estrema lama drenante i chakra e indebolendolo. Liberandosi dalla loro trappola, Ao tentò di assorbire il Rasengan in arrivo di Boruto con il suo guanto di sfida, portando Boruto a usare l'altro guanto di Katasuke e annullando l'effetto di Ao, dandogli l'opportunità di colpire il guanto di Ao e distruggerlo. Messo alle strette, Ao usò i suoi Droni Specchio, portando Konohamaru a sacrificarsi per salvare Boruto dal loro attacco. Essendo sbarrato dai loro proiettili Jutsu, Boruto usò la sua sfera per assorbire gli attacchi. Successivamente, crea dei cloni e uno di loro ha equipaggiato il suo guanto per ingannare Ao. Quando i Cloni sono stati tutti sconfitti, Boruto si è rivelato e ha raccolto la sua Chakra Blade per tagliare gli arti artificiali di Ao, prima di sconfiggerlo con un Rasengan. Dopo il calvario, Boruto si è avvicinato al ferito Ao e gli ha tenuto la stessa lezione che Ao gli aveva detto in precedenza. Mentre Konohamaru si congratulava con la sua squadra, Boruto notò Ao in preda al panico, portandolo a usare Water Release per buttare via Boruto. Notando che un rospo gigante aveva schiacciato l'area in cui Boruto era in piedi, si chiese perché Ao lo avesse salvato mentre fissava il suo cadavere.

Bruto attiva il Kama.

Quando l'autore si presenta come Koji Kashin, erige pilastri attorno alla squadra per trattenerli con fuinjutsu, portando Konohamaru a liberarsi dalla tecnica e affrontare Koji da solo. Mentre combattono, i due usano il loro Rasengan, spingendo Boruto a commentare sul fatto che ci sia un altro utente della tecnica. Dopo aver cancellato il Rasengan degli altri, Konohamaru viene avvolto dalle fiamme di Koji, provocando l'attivazione inconscia del Kama di Boruto, che quindi assorbe il fūinjutsu e le fiamme. Interrogandosi su quale sia il segno, Boruto è crollato. Dopo che Koji si è interessato alla rivelazione, si è ritirato. Uscito di scena, Sarada ha assistito Boruto nel camminare, durante il quale il gruppo ha incontrato pupazzi distrutti a una discreta distanza dal resto, seguito da un ragazzo privo di sensi che aveva anche un Kama.

Saga di Kawaki

Mentre la squadra esaminava il corpo di Kawaki, il Kama di Boruto divenne doloroso. Vedendo improvvisamente anche Kawaki dolorante, Boruto si chiese se stessero provando lo stesso dolore. Riprendendo conoscenza, la squadra schivò l'onda d'urto di Kawaki. Rifiutando di fornire loro informazioni sul dirigibile precipitato, Boruto ha mostrato il suo Kama a Kawaki, facendogli credere che la squadra fosse inseguitori di Kara. Mentre Boruto tentava di correggerlo, la loro conversazione viene interrotta da Garō, che litiga con Kawaki. Boruto voleva aiutare, ma Konohamaru ha insistito sul fatto che le nuove variabili di questa missione hanno raggiunto il livello di pericolo per S-Rank, il che significa che dovevano progredire con cautela. All'improvviso, il Kama di Boruto si è attivato di nuovo, causando l'agonia di Boruto. Allo stesso tempo, il Kama di Kawaki si è attivato, dandogli energia ritrovata e ha proceduto a uccidere Garō. Boruto ha attivato il proprio marchio, usandolo per assorbire l'onda d'urto per proteggere i suoi compagni di squadra. Vedere questo ha convinto Kawaki più che mai che erano con Kara prima che svenisse. Mentre Katasuke esaminava il ragazzo, stabilì che Kawaki era in realtà il risultato di una Ninja Tech senza precedenti, poiché tutto il suo essere era stato modificato. È stato deciso di portare Kawaki a Naruto.

Nell'anime, mentre Konohamaru andava a fare rapporto all'Hokage, Boruto e il suo team riportarono prima Kawaki all'istituto di ricerca per essere curato, dove lo strano ragazzo era detenuto. Alla fine, è riuscito a scappare, portando l'istituto in uno stato di emergenza.

A Konoha, Boruto ha continuato a chiedersi in che modo il suo marchio fosse collegato a Kawaki, durante il quale ha scoperto che il ragazzo aveva iniziato a vivere a casa sua sotto la sorveglianza di Naruto. Boruto ha notato che il vaso personale di Himawari era rotto e ha scoperto che Kawaki era responsabile, portandolo ad affrontarlo con rabbia. Sebbene apertamente indifferente alla rabbia di Boruto, si scusò burbero per le sue azioni involontarie. A Konoha, Boruto ha continuato a chiedersi in che modo il suo marchio fosse collegato a Kawaki, durante il quale ha scoperto che il ragazzo aveva iniziato a vivere a casa sua sotto la sorveglianza di Naruto. Boruto ha notato che il vaso personale di Himawari era rotto e ha scoperto che Kawaki era responsabile, portandolo ad affrontarlo con rabbia. Sebbene apertamente indifferente alla rabbia di Boruto, si scusò burbero per le sue azioni involontarie.

Boruto viene insegnato come usare il suo Kama da Kawaki.

Il giorno successivo, Boruto e Kawaki iniziarono a dare sui nervi dell'altro, arrivando presto ai colpi che alla fine attivarono il loro Kama. Prima che la lotta potesse intensificarsi ulteriormente, Naruto li fermò. Più tardi, mentre Boruto si preparava a partire per la sua prossima missione, Kawaki gli si avvicinò e gli chiese come avesse acquisito il suo Kama. Incapace di rispondere, Boruto interrogò Kawaki sul suo, ed era inorridito dal fatto che qualcuno avrebbe sacrificato così spudoratamente innumerevoli bambini per riuscire a segnarne solo uno a Kawaki. Capendo che Boruto sarebbe stato anche un obiettivo di Kara e che desiderava anche rimuovere il proprio Kama, si offrì di collaborare con Boruto per sbarazzarsi dei loro segni, ipotizzando che una volta succeduto Kara li avrebbe lasciati stare. Boruto ci pensò, ma ancora non lo scusò per aver rotto il vaso di Himawari, e gli disse di rimediare per lei. Più tardi, Naruto si offrì di fare un po 'di parsimonia con Boruto, cosa che Boruto era ansioso di fare. Kawaki ha insistito che Boruto provasse a usare il suo Kama, poiché comprenderne il potere sarebbe il primo passo per rimuoverlo. Sapendo che Boruto non poteva ancora attivarlo a volontà, Kawaki ha attivato il suo in modo che quello di Boruto rispondesse allo stesso modo. Naruto ha approvato il fatto che suo figlio lo usasse e ha mostrato rapidamente un notevole miglioramento delle prestazioni. In seguito, nonostante Boruto abbia ancora perso, Naruto ha applaudito suo figlio per la sua recente crescita, che Boruto è stato felice di sentire. Più tardi, Kawaki smise di provare a riparare il vaso che portava Boruto a urlargli contro. Immediatamente dopo questo ha chiesto a Kawaki di insegnargli il Kama poiché voleva padroneggiarlo un po ', portandoli a litigare insieme. Successivamente Boruto ha visto una visione di Momoshiki e ha chiesto a Kawaki se avesse visto qualcosa, cosa che non ha fatto.

Nel frattempo, Naruto è stato informato da Ino che qualcuno si era infiltrato nel villaggio. Naruto disse a Boruto di prendere Himawari e scappare, ma prima che ciò potesse accadere, Delta arrivò prima di loro. Mentre Delta e Naruto si scambiavano parole, Boruto prese l'atteggiamento spaventoso di Kawaki come prova delle capacità di Delta. Naruto gli disse di vegliare su Himawari prima di combattere Delta. Temendo per la sicurezza di suo padre, Boruto le lanciò incautamente il suo Vanishing Rasengan, che assorbì rapidamente l'attacco per riprendersi. Scegliendo una nuova tattica, Delta ha quindi lanciato il suo raggio su Himawari, sapendo che avrebbe inevitabilmente colpito qualcuno, che fosse il suo bersaglio o l'Hokage che fungeva da scudo umano per sua figlia. Con sorpresa di tutti, però, è stato Kawaki a bloccare l'esplosione, a costo del braccio destro che ha sconvolto Boruto. Dopo che Naruto ha sconfitto Delta, Kawaki ha iniziato ad aprirsi di più con Boruto, che lo ha presentato ai suoi amici. Da questo, Boruto ei suoi amici iniziarono a insegnargli Extreme: Shinobi Picture Scrolls, dove Kawaki diede a Boruto una rarissima carta Quarto Hokage in cambio di una Settima carta Hokage. Anche Boruto ei suoi amici hanno iniziato a insegnargli il ninjutsu quando si è interessato ad esso. Durante l'allenamento con Kawaki, ha rapidamente afferrato i concetti di base del controllo dei chakra. Kawaki ha parlato di Jigen, rivelando che è stato colui che ha modificato il suo corpo e gli ha concesso il suo Kama, e come qualcuno dovranno inevitabilmente combattere. Boruto stava con Kawaki, chiamandolo anche "fratello".

Abilità Ninja

Rasengan del vento

Boruto Uzumaki ha da subito mostrato una buona abilità e così come il padre, la sua prima tecnica risulta essere la tecnica superiore della moltiplicazione del corpo.In seguito Boruto si allenò per imparare il rasengan, imparando in maniera inconsapevole una nuova variante di tale tecnica, in seguito nominata rasengan evanescente. Sia nel manga che nell'anime ha dimostrato di saper utilizzare l'arte del vento, l'arte del fulmine e l'arte dell'acqua; inoltre, ha dimostrato anche una buona abilità nelle arti marziali.

Rasengan compresso

Durante l'allenamento con il maestro Kakashi, per il potenziamento del rasengan, Boruto è riuscito a perfezionare due nuove varianti: Arte del vento: Rasengan e il rasengan compresso. Quest'ultima è la sua tecnica più potente, arrivando persino a sconfiggere Deepa, un membro dell'organizzazione Kara.

Sia nel manga che nell'anime, durante la sfida con suo padre, ha dimostrato di saper utilizzare in modo combinato l'arte del fulmine con l'arte dell'acqua, combinando la tecnica Arte dell'acqua: Mare Impetuoso con la tecnica Arte del fulmine: Freccia Elettrica.

Boruto rasengan.png

Karma

Nel momento in cui Boruto sconfisse Momoshiki con il Rasengan padre e figlio, comparve sul palmo della mano destra di Boruto un marchio. Tale marchio è un segno maledetto chiamato Karma, con il quale Boruto in due circostanze, ha assorbito in modo inconsapevole il suo stesso rasengan. Quando il marchio non è attivo possiede la forma di un rombo similmente al Byakugo. Non appena viene attivato, i marchi si estendono dal palmo della mano alla mano e poi lungo il braccio fino a raggiungere parte del volto dell'utilizzatore. Il Karma è un vero e proprio backup compresso delle informazioni genetiche dell' Ootsutsuki che lo ha impresso. Con il passare del tempo il Karma sovrascrive il profilo genetico dell'ospite, consentendo così il controllo del corpo ospite, e la sua trasformazione con la conseguente reincarnazione dell' Ootsutsuki.

Jougan

Jougan

Boruto ha dimostrato in più circostanze, un'abilità oculare chiamata Jougan. Fin'ora Boruto l'ha sempre attivata in modo inconsapevole. Non si sa ancora molto sull'abiltà di quest'occhio. Boruto durante la sua attivazione è stato in grado di aprire un varco spazio temporale entrando nella dimensione della Nue, individuare le persone affette dell'influenza di una tecnica malefica e individuare il sistema circolatorio del chakra della Nue.

Curiosità

  • "Boruto" (ボ ル ト) è la pronuncia giapponese della parola inglese "bolt". Il suo nome è un riferimento al suo primo cugino, una volta rimosso; Neji, il cui nome significa "vite" (捻 子).
  • Masashi Kishimoto inizialmente intendeva chiamare il figlio di Naruto "Menma" (メ ン マ) o "Shinachiku" (シ ナ チ ク), entrambi nomi per germogli di bambù stagionati.

Riferimenti