NarutoPedia
Advertisement
NarutoPedia
Dai Maito[1]
Dai Maito.png
(マイト・ダイ, Maito Dai)
L'Eterno Genin (万年下忍, Mannen Genin)
Debutto
Manga Naruto #668
Anime Naruto: Shippuden #418
Videogioco Naruto: Shinobi Collection Shippu Ranbu
Doppiatori
Seiyu Masashi Ebara
Informazioni
Compleanno 10 Dicembre
Sesso Gender Male.svg Maschio
Età Parte II: 35 anni
Stato Deceduto
Altezza Parte II: 186.4 cm
Peso Parte II: 78.4 kg
Sangue B
Fedeltà Konohagakure Symbol.svg Villaggio della Foglia
Carriera Ninja
Rango Parte II: Genin
Registro Ninja 003001
Famiglia
Famiglia Gai Maito (figlio)
Tecniche
Otto Porte Difensive del Corpo
Apertura delle Otto Porte Difensive del Corpo

Dai Maito , noto anche come L'Eterno Genin (万年下忍, Mannen Genin), era un genin del Villaggio della Foglia nonché padre di Gai Maito.

Aspetto

Dai era un uomo alto e ben fatto con gli zigomi alti, un naso un po' a patata, capelli scuri, sopracciglia folte e una notevole peluria sui polsi e sugli avambracci. I suoi capelli erano tagliati a scodella, pettinati alla sua destra e leggermente sollevati. Aveva anche un paio di baffi irti con un pizzetto e una barba incolta che costituivano il resto della sua barba. Indossava una tuta verde, scaldamuscoli a righe arancioni e una sciarpa gialla intorno al collo.

Personalità

L'affetto di Dai nei confronti del figlio Gai.

Dai era un uomo orgoglioso e ottimista. Come suo figlio, era troppo zelante, usava regolarmente una posa da "bravo ragazzo", ringraziando le persone che altrimenti lo rimproveravano per il suo comportamento o per il suo basso rango. Credeva fermamente che bisogna avere fiducia in se stessi per ottenere qualsiasi cosa. Credeva anche che la propria vera giovinezza finisse solo quando si voltano le spalle alle proprie convinzioni e alla propria gioia. Dai aveva una relazione molto forte con suo figlio, spingendo costantemente Gai a dare il meglio di sé e sollevando il morale quando era turbato; una relazione parallela a Gai e al suo discepolo, Rock Lee. Un uomo impegnato, non aveva paura di affrontare i suoi nemici, né di sacrificare la sua vita per amore di Gai. Dai avrebbe trasmesso a Gai la convinzione che la più vera espressione di forza non fosse sconfiggere un avversario potente, ma difendere coloro che amava.

Storia

Dai protegge suo figlio e i suoi compagni di squadra dai sette spadaccini ninja della nebbia.

Dai trascorse tutta la sua carriera come genin, facendo sì che molti lo guardassero dall'alto in basso e gli valse l'epiteto di "eterno genin" (万年下忍, Mannen Genin). Nonostante questo, dopo vent'anni di instancabile addestramento, Dai perfezionò come usare tutti gli Otto Cancelli. In seguito ha avuto un figlio, Gai, che ha mostrato pochi progressi come shinobi, fallendo il suo primo tentativo di entrare all'Accademia. Quando Gai iniziò a sentirsi dispiaciuto per se stesso, Dai lo rimproverò per non avere fede e alla fine insegnò a Gai come usare gli Otto Cancelli. Un giorno, lui e Gai incontrarono Sakumo Hatake e suo figlio Kakashi davanti all'Accademia; Sakumo pensava che i loro figli sarebbero stati compagni di classe, solo per scoprire che Gai aveva bocciato l'esame di ammissione.

Qualche tempo dopo, Dai salvò suo figlio e i suoi compagni di squadra, Ebisu e Genma Shiranui dai sette spadaccini della nebbia che avevano affrontato il trio. Sebbene suo figlio sostenesse che non poteva competere con il ninja della nebbia, Dai ha ricordato a suo figlio che aveva ancora la tecnica degli Otto Cancelli e che l'avrebbe usata nelle stesse condizioni d'uso che aveva creato: la protezione di qualcuno per lui prezioso. Nell'anime, gli sforzi di Dai alla fine hanno ucciso quattro membri del famoso gruppo (Jinin Akebino, Kushimaru Kuriarare, Jinpachi Munashi e il possessore di Hiramekarei).

Abilità Ninja

Nell'anime, si diceva che Dai non fosse in grado di usare sia il ninjutsu che il genjutsu. Ha anche fallito semplici missioni. È stato rivelato che la sua scarsa prestazione era dovuta al fatto che si allenava segretamente per padroneggiare gli Otto Cancelli ogni notte, il che ha un effetto collaterale comune di indebolire l'utente per un periodo di tempo prolungato.

Taijutsu

Dai mostra a Gai come usare gli Otto Cancelli.

Nonostante fosse di rango genin, Dai possedeva una grande condizione fisica e abilità nel taijutsu, che gli permettevano di aprire tutti gli Otto Cancelli, anche se ha trascorso vent'anni a padroneggiarlo.

Pur ammettendo che era il suo unico successo, Dai era abbastanza competente con le sue abilità da insegnare il kinjutsu a suo figlio e successivamente usarlo per respingere l'intero Sette Ninja Spadaccini della Nebbia e (nell'anime) uccidere quattro dei suoi membri.

Eredità

Il sacrificio di Dai ha lasciato un'enorme impressione su Gai. Ha continuato la convinzione di suo padre di mantenere la propria giovinezza spirituale e di perseverare per una causa. Gai ha anche formato una relazione simile con il suo allievo Rock Lee, come ha fatto con suo padre, ma in ruoli invertiti. Alla fine, Rock Lee avrebbe trasmesso la fede di Dai Maito a suo figlio, Metal Lee.

Curiosità

  • L'epiteto di Dai "eterno genin" (万年下忍, Mannen Genin) è quello che condivide con Kosuke Maruboshi.

Note

<references> [

  1. Jin no Sho, pag. 182
Advertisement