NarutoPedia
Advertisement
NarutoPedia
Gai Maito
(マイト・ガイ, Maito Gai)
La Bestia Verde di Konoha (木ノ葉の気高き碧い猛獣, Konoha no Kedakaki Aoi Mōjū)
Maestro Sopracciglione (激眉先生, Gekimayu-sensei)
Debutto
Manga Naruto #38
Anime Naruto #21
OVA Finalmente uno scontro! Jonin VS Genin!
Romanzo Kakashi Hiden
Videogioco Naruto: Konoha Ninpocho
Doppiatori
Seiyu Masashi Ebara
Masayki Makiguchi (bambino)
Italiano Ivo De Palma
Informazioni
Compleanno 1 Gennaio
Sesso Gender Male.svg Maschio
Età Parte I: 26-27 anni
Parte II: 29-31 anni
Altezza Parte I: 184 cm
Peso Parte I: 76 Kg
Sangue B
Occupazione Insegnante d'Accademia
Fedeltà Konohagakure Symbol.svg Villaggio della Foglia
Allied Shinobi Forces Symbol.svg Alleanza degli Shinobi
Gruppo Team Choza
Team Gai
Terza Divisione
Carriera Ninja
Rango Parte I: Jonin
Registro Ninja 010252
Promozione dall'Accademia 7 anni
Promozione a Chunin 11 anni
Famiglia
Famiglia Dai Maito (Padre)
Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon Fire.svgNature Icon Lightning.svg
Tecniche
Tigre del Mezzogiorno
Doppia Entrata Dinamica
Azione Dinamica
Entrata Dinamica
Otto Porte Difensive del Corpo
Elefante della Sera
Loto Frontale
Mossra Incrociata
Avvolgimento del Vento della Foglia
Vento della Foglia
Raffica Discendente della Foglia
Raffica Distruttrice della Foglia
Tifone della Foglia
Attacco al Mignolo
Pavone del Mattino
Gai della Notte
Loto Posteriore
Pugno Sbronzo
Tecnica del Richiamo (Tartaruga)
Turbine d'Acciaio della Foglia
Armi
Arco, freccia
Kusarigama
Nunchaku
Zanne Gemelle

Gai Maito (マイト・ガイ, Maito Gai) è un jonin del Villaggio della Foglia. Un maestro di arti marziali. Gai guida e trasmette la sua saggezza ai membri del Team Gai.

Aspetto

Gai è un uomo alto e muscoloso. Ha la pelle chiara, una mascella forte, un naso piuttosto grande e capelli neri. È più evidente per il suo taglio di capelli a scodella lucido e le sopracciglia folte; Naruto Uzumaki lo chiama affettuosamente "Maestro Sopracciglione" (激眉先生, Gekimayu-sensei). Indossa una tuta verde, scaldamuscoli a righe arancioni e il giubbotto antiproiettile standard Konoha, che normalmente lascia aperto. La sua protezione per la fronte rossa è indossata intorno alla vita come una cintura. L'aspetto di Gai non è cambiato sostanzialmente durante la sua carriera ninja, anche se da genin la sua tuta era senza maniche e indossava una sciarpa intorno al collo. Anche da bambino, aveva i capelli folti che arrivavano al mento, in seguito scambia anche la giacca antiproiettile con il modello Konoha ridisegnato. Dopo la Quarta Grande Guerra Ninja, la sua gamba destra è ingessata a causa dei danni subiti durante la guerra.

Personalità

La posa del "bravo ragazzo" di Gai.

Il ragazzo è forse rappresentato in modo più completo dalla sua posa da "bravo ragazzo": un pollice in alto, strizza l'occhio e un sorriso vincente, completo del proverbiale ping. La posa cattura il suo ottimismo e la sua sicurezza, poiché colpendo la posa promette che qualsiasi parola l'accompagni sarà vera ora o diventerà vera nel tempo. Rappresenta la sua energia, come farà, attraverso il suo "Potere della giovinezza (青春, seishun) compreso solo per se stesso e per gli altri", cerca con entusiasmo di mantenere la sua promessa, indipendentemente dall'investimento personale nel farlo richiederà da lui. Scandaglia il suo profondo bene emotivo perché lo riserva solo per le promesse più importanti alle persone più importanti per le ragioni più importanti, e come tali lacrime spesso rigano il viso di qualcuno (inevitabilmente Gai) quando viene assunta la posa. È un uomo molto motivato e impegnato, sia nei suoi principi che nella sua formazione, spingendosi costantemente ad andare oltre i suoi limiti. Nell'anime, è stato dimostrato che anche dopo aver ottenuto un uso efficace del ninjutsu e del genjutsu, fa una scelta personale di affidarsi esclusivamente al taijutsu quando possibile, preferisce persino travestimenti poco convincenti piuttosto che la tecnica di trasformazione.

Gai da un pugno al suo allievo Rock Lee.

Gai può essere serio a volte nonostante i suoi strani manierismi, di solito quando ingaggia un nemico che minaccia Konoha o uno dei suoi compagni. Ma anche i suoi momenti seri possono essere minati da una delle sue eccentricità: Gai ha affrontato Kisame Hoshigaki in tre diverse occasioni, eppure in ogni occasione è stato abbastanza sicuro di non aver mai incontrato Kisame prima - Gai è consapevole di avere una scarsa memoria per i volti . Dall'osservare la vitalità della giovinezza che i suoi studenti possiedono, Gai può, in un momento di riflessiva auto-riflessione, chiedersi se la sua stessa giovinezza lo abbia superato, solo per liquidare immediatamente questo come impossibile perché la giovinezza non può mai svanire; se il suo allievo, Lee, dovesse infrangere uno dei suoi principi di condotta, Gai lo disciplinerà con un colpo fisico, solo per poi iniziare immediatamente a piangere alla realizzazione del danno che ha inflitto e della passione ben intenzionata che ha portato Lee fuori strada nel primo posto.

Gai si definisce "il sublime rapace verde/blu di Konoha" (木ノ葉の気高き碧い猛獣, Konoha no Kedakaki Aoi Mōjū). Come molti dei tratti di Gai, il moniker potrebbe essere appropriato. Lee approva con tutto il cuore Gai, modellando il suo aspetto e la sua personalità su quelli di Gai in modo che possa diventare un uomo bello come lo è Gai. Per queste somiglianze e il loro background comune, Gai è a sua volta dedicato a Lee, facendo tutto ciò che è in suo potere per aiutare Lee a realizzare il suo sogno di diventare un maestro di taijutsu. Il loro legame quasi padre-figlio è così potente da essere talvolta inquietante per gli altri. Negli anni successivi, Gai sviluppò persino una relazione simile con il figlio Metal di Lee, diventando per lui come un secondo padre/zio surrogato. Neji e Tenten, anche se beneficiano anche degli insegnamenti di Gai, sono disposti a unirsi alle buffonate di Gai e Lee fino a un certo punto, e li fermeranno o li lasceranno ai loro dispositivi se la loro pazienza è stata esaurita. Kakashi condivide le riserve di Neji e Tenten con Gai, ed è spesso solo un partecipante riluttante o indifferente alle loro gare. Piuttosto che scoraggiare Gai, questo lo motiva ulteriormente, poiché vuole sconfiggere la personalità "cool, alla moda e alla moda" di Kakashi. Non c'è animosità per la loro rivalità, tuttavia, e Kakashi infatti considera Gai uno dei suoi amici più stretti e affidabili: lavorano bene insieme sul campo, possono capire cosa sta pensando l'altro senza che venga detto nulla e sono preoccupati per il benessere reciproco.

Storia

Gai da piccolo.

Gai è il figlio di Maito Dai, conosciuto in tutta Konoha come l'"Eterno Genin". Dai non era infastidito da questo soprannome e invece era grato che ad altre persone importasse abbastanza da conoscerlo. Dai ha incoraggiato questo stesso tipo di ottimismo in Gai, così come la sua convinzione che si ha sempre la giovinezza e che entrambi potrebbero diventare maestri di arti marziali attraverso un diligente allenamento. Gai fece del suo meglio per incarnare gli insegnamenti di suo padre, ma dubitava che le parole di Dai fossero prive di significato. Tuttavia amava suo padre e combatteva contro gli altri quando chiamavano Dai "l'eterno Genin" beffardo; quando uno di questi combattimenti lo ha portato all'ospedale di Konoha, Dai ha incoraggiato Gai a non essere turbato da questa perdita e a ricordare invece che la vittoria si ottiene difendendo le cose che sono importanti.

Gai e i suoi compagni dell'accademia.

Gai ha fatto domanda per entrare all'Accademia Ninja di Konoha, ma non ha superato l'esame di ammissione. Kakashi Hatake non è rimasto sorpreso dalla mancanza di talento di Gai nel ninjutsu e nel genjutsu, che Gai ha scelto di prendere come osservazione di supporto. Questa forza di carattere convinse il padre di Kakashi, Sakumo, che Gai non era handicappato dai suoi difetti e che gli sarebbe stato offerto un posto come supplente nella classe dell'Accademia dell'anno. A Gai è stato infatti permesso di entrare all'Accademia con Kakashi, e dopo la laurea è stato aggiunto a una squadra che, nell'anime, era guidata da Choza Akimichi. La squadra a un certo punto è entrata negli esami Chunin di Konoha ed è passata alla fase finale; Lo stesso Gai avanzò fino all'ultima partita uno contro uno degli esami, dove perse contro Kakashi. Durante una missione durante la Terza Guerra Mondiale ninja, Gai e la sua squadra furono attaccati dai Sette Spadaccini della nebbia. Furono salvati da Dai, che usò la Formazione Rilasciata dagli Otto Cancelli per combattere i Sette Spadaccini. Dai è morto per aver aperto tutti gli Otto Cancelli, ma ha soddisfatto la sua unica regola per il suo utilizzo: dare la vita per proteggere qualcosa di prezioso, vale a dire Gai.

Gai a un certo punto decise che Kakashi era il suo rivale per tutta la vita, spinto dal desiderio di dimostrare che la sua perseveranza poteva essere altrettanto buona del genio naturale di Kakashi. Sfidava costantemente Kakashi a gare di abilità, dalle gare di cibo a Sasso, Carta, Forbici. Kakashi era indifferente a queste gare, che alimentavano solo il desiderio di Gai di sconfiggerlo. Nell'anime, Kakashi ha prevalso nella prima di queste competizioni, ma Gai ha presto iniziato a recuperare, ottenendo alla fine solo un punto di differenza nei loro punteggi che è rimasta costante nel corso degli anni. Gai è orgoglioso del suo punteggio nonostante il fatto che, a causa della varietà dei concorsi, non sia quasi rappresentativo di nulla. Attraverso la loro competizione, Kakashi e Gai sono diventati buoni amici; stavano uscendo insieme la notte dell'attacco del demone a nove code, ma gli è stato impedito di aiutare a difendere il villaggio, invece sono stati confinati all'interno di una barriera per tenerli al sicuro.

Nell'anime, Gai era consapevole delle perdite subite da Kakashi durante e dopo la Terza Guerra Mondiale Ninja e ha cercato di aiutarlo ad affrontarle. Dopo la morte di Obito Uchiha, Gai sostituì Obito mentre il Team Minato era in missione nel territorio del villaggio della roccia. Quando furono circondati, Gai cercò di dare la vita per permettere a Kakashi di fuggire, ma furono in grado di respingere i loro nemici fino all'arrivo dei rinforzi. Dopo la morte di Rin Nohara, l'insegnante di Kakashi, il Quarto Hokage, mandò Gai a pedinare Kakashi in una missione nel caso in cui i ricordi di Rin iniziassero a raggiungerlo. Questo si è rivelato saggio: quando Kakashi ha iniziato a iperventilare dall'uso del Chidori - lo stesso jutsu che ha ucciso Rin - Gai è intervenuto in tempo per salvare Kakashi e portarlo a casa. Dopo la morte del Quarto durante l'attacco del Nove Code, Gai chiese di essere ammesso nell'Anbu in modo da poter aiutare Kakashi a superare la sua crescente depressione. Il Terzo Hokage rifiutò la sua richiesta, che Danzo Shimura assecondò, spiegando che a Gai mancava l'oscurità necessaria per il servizio Anbu. Gai ha assistito a questa "oscurità" quando Kakashi gli ha fornito supporto durante un incontro con il Paese dei Boschi, in cui Kakashi ha ucciso senza pietà tutte le forze del paese dei Boschi. Gai ha chiesto al Terzo Hokage di rimuovere Kakashi dall'Anbu perché questo tipo di atti non è diventato lui. Quando il Terzo alla fine obbedì, Gai suggerì a Kakashi di provare a guidare una squadra di genin per aiutarlo a ritrovare la sua gentilezza perduta.

Il Team Gai.

Gai ad un certo punto ha sentito parlare di un ragazzo dell'Accademia che non era in grado di usare il ninjutsu o il genjutsu. Gai si avvicinò a questo ragazzo, Rock Lee, e lo incoraggiò a usare la sua giovinezza per continuare ad allenarsi. Lee è stato infine aggiunto al Team Gai di Gai, insieme a Neji Hyuga e Tenten; nell'anime, prima di accettarli, ha richiesto a tutti di dimostrare il desiderio di avere successo, indipendentemente dalle probabilità. Gai si interessò in modo particolare a Lee dopo il primo incontro della squadra, poiché Lee desiderava diventare uno splendido ninja che poteva usare solo il taijutsu. Gai decise di dedicare la sua vita ad aiutare Lee a realizzare il suo sogno, insegnandogli tutto ciò che sapeva sul taijutsu, dicendogli le stesse chiavi per l'auto-miglioramento che gli aveva insegnato suo padre e incoraggiandolo a usare una rivalità con Neji per spingerlo a nuove altezza. Lee si sviluppò bene sotto la sua guida, così come Neji e Tenten, anche se Gai riteneva che fosse meglio farli aspettare un anno prima di partecipare agli esami di Chunin.

Prima Parte

Saga degli esami di selezione dei chunin

Dopo averli trattenuti per un anno di allenamento, Gai consente ai suoi studenti del Team Gai (Rock Lee, Neji Hyuga e Tenten) di partecipare agli esami di Chunin che si terranno a Konoha. Si preoccupa, tuttavia, che possano non comportarsi bene, quindi chiede a Ningame di tenerli d'occhio mentre si preparano a sostenere gli esami. Ningame sorprende Lee mentre cerca di usare il Loto Frontale su Sasuke Uchiha, sfidando le istruzioni di Gai di usarlo solo proteggendo qualcosa di prezioso. Gai viene chiamato a rimproverare Lee: prende a pugni Lee come punizione, e poi lo abbraccia per il rimpianto di averlo preso a pugni; Sasuke e i suoi compagni del Team 7 sono disturbati dal display. Consapevole che il Team 7 sono studenti di Kakashi Hatake, chiede loro come sta Kakashi. Si scusa con loro per il comportamento di Lee e dice loro di andare alla prima fase degli esami prima di partire.

Il Team Gai avanza alla fase preliminare dei combattimenti uno contro uno che si tengono prima delle finali, e Gai guarda le partite dei suoi studenti e fa il tifo per loro. Quando Tenten viene gravemente maltrattata dopo la sua sconfitta da parte del suo avversario, Temari, Gai impedisce a Lee di litigare con Temari e i suoi compagni di squadra della sabbia. Quando Neji ignora la richiesta di Gai di non portare i problemi familiari del clan Hyuga nella sua lotta con Hinata Hyuga, Gai interviene nella partita, trattenendo Neji in modo che non uccida Hinata. Quando Lee viene abbinato a Gaara, Gai gli dice un'osservazione importante che ha fatto: la zucca che Gaara ha sulla schiena potrebbe essere significativa. Sebbene Lee prenda queste informazioni con entusiasmo, non lo aiuta contro lo Scudo di sabbia di Gaara una volta iniziato il combattimento. Per questo motivo, Gai dà a Lee il permesso di rimuovere i suoi pesi alla caviglia, rendendolo così abbastanza veloce da aggirare lo scudo di Gaara.

Gai protegge Lee da Gaara.

L'aumento della velocità è insufficiente contro Gaara, per questo motivo Gai permette a Lee di usare il Front Lotus. Lo stress che il Front Lotus fa al corpo di Lee fornisce una breve apertura per Gaara per fuggire illeso, che prende. Lee, nel frattempo, sperimenta ancora i postumi dell'uso del Front Lotus e ha difficoltà a respingere gli attacchi di Gaara. Gai fa segno a Lee di usare il Loto posteriore. Kakashi esprime delusione nei confronti di Gai quando si rende conto di ciò che sta permettendo a Lee di fare, ma Gai difende la sua decisione, poiché diventare uno splendido ninja è la cosa più importante nella vita di Lee e sconfiggere Gaara lo aiuterà a raggiungere questo obiettivo. Il Reverse Lotus finisce per fallire, poiché Gaara usa la zucca sulla sua schiena per assorbire l'attacco. Lee non è in grado di muoversi in seguito, permettendo a Gaara di iniziare a schiacciargli braccia e gambe. Gai interviene, costringendo Gaara ad arrendersi.

Anche se Lee ha perso la partita ed è svenuto, il suo corpo si rialza attraverso la memoria muscolare in modo che possa continuare a combattere. Lo abbraccia con gioia, assicurandolo che è già uno splendido ninja. Il ninja medico viene a controllare Lee, ma da un rapido esame delle sue ferite informa Gai che il danno che il Loto inverso ha fatto al suo corpo è così grave che Lee non sarà in grado di continuare a vivere come un ninja. Gai è devastato dalla notizia, incolpandosi per non aver fermato Lee quando ne ha avuto la possibilità e per avergli insegnato il Reverse Lotus in primo luogo. Un mese dopo, il giorno prima che si tengano le finali degli esami Chunin, Gai fa visita a Lee all'ospedale di Konoha. Trova Gaara nella stanza di Lee, cercando di finirlo. Gai minaccia di ammettere Gaara in ospedale come ricoverato se non se ne va, cosa a cui Gaara obbedisce.

Gai porta Lee a vedere le ultime partite il giorno successivo. A causa degli infortuni di Lee, la maggior parte delle partite del primo turno sono state completate quando raggiungono lo stadio dove si svolgono le finali; Neji ha perso nella sua lotta con Naruto Uzumaki. Mentre guardano il combattimento tra Sasuke e Gaara, sia Gai che Lee sono sorpresi dalla velocità che Sasuke ha copiato da Lee usando il suo Sharingan, anche se ha senso per Gai quando vede Sasuke usare il Chidori di Kakashi.

Attacco a Konoha

Gli esami Chunin vengono interrotti da un'invasione di Konoha e la maggior parte di coloro che guardano le finali vengono resi incoscienti da un genjutsu. Gai è tra coloro che lo dissolvono e si allea con Kakashi per respingere le forze d'invasione del villaggio del suono. Mentre Kakashi organizza una squadra di genin per inseguire Sasuke e Gaara, Gai difende l'area e poi crea un'apertura per il passaggio dei genin; Gai si preoccupa che non saranno abbastanza, ma Kakashi ha fiducia in loro. Tornano al combattimento, eliminando infine tutti gli invasori nell'area ad eccezione di Kabuto Yakushi e Baki, che scelgono di fuggire piuttosto che affrontarli. Gai e gli altri poi convergono sul luogo in cui il Terzo Hokage ha combattuto Orochimaru, ma scoprono che è morto in battaglia. Gai partecipa al funerale del Terzo pochi giorni dopo.

Saga della Ricerca di Tsunade

Gai attacca Kisame.

Quando Kakashi sta per essere catturato dal membro dell' organizzazione alba Kisame Hoshigaki su istruzione del suo partner, Itachi Uchiha, Gai arriva in tempo per respingere Kisame. Kakashi perde i sensi non appena arriva, quindi Gai lo porta da Asuma Sarutobi e Kurenai Yuhi. Condividono con il precedente avvertimento di Gai Kakashi di non guardare Itachi negli occhi a causa del suo Sharingan, ma Gai lo sa già e dice loro come combatterlo: guardando i piedi di Itachi. Incarica Kurenai di portare Kakashi da un medico e Asuma di aiutarlo a tenere occupati Itachi e Kisame fino all'arrivo dei rinforzi Anbu che ha richiesto. Itachi e Kisame si ritirano piuttosto che combattere.

Gai attacca incidentalmente Jiraya.

Gai e gli altri portano Kakashi a casa sua per riposare, dove Gai viene informato che Itachi e Kisame stanno cercando Naruto. Mentre stanno parlando, Sasuke va a trovare Kakashi ed è confuso dalle sue attuali condizioni. Gai e gli altri cercano di mantenere segreto il ritorno di Itachi, il fratello di Sasuke, ma viene inconsapevolmente rivelato da Aoba Yamashiro. Sasuke scappa per trovare Itachi e Gai lo insegue. Quando raggiunge, fa un attacco furtivo senza guardare bene il suo obiettivo, temendo lo Sharingan di Itachi. Finisce per attaccare Jiraiya che ha già allontanato Itachi e Kisame e Gai si scusa una volta che si rende conto del suo errore. Quando Gai si prepara a tornare a Konoha, Jiraiya gli chiede di prendere Sasuke, che è stato reso incosciente da Itachi. Gai gli dice che Kakashi è nelle stesse condizioni e riflette che questo, combinato con le ferite di Lee, gli fa desiderare l'esperienza medica di Tsunade.

Jiraiya rivela che lui e Naruto stanno già cercando Tsunade. Gai chiede che siano sicuri di trovarla, cosa che Naruto giura di fare. Gai è impressionato dal coraggio di Naruto e gli dà la sua tuta verde di riserva, dicendogli che farà un'enorme differenza nel suo allenamento. Gai parte con Sasuke, presumendo che Jiraiya sia estasiato dalla tuta quanto Naruto. (Non lo è.)

Saga della Missione di Recupero di Sasuke

Quando Tsunade viene riportata a Konoha per diventare il suo nuovo Hokage, Gai la rintraccia subito dopo aver finito di curare Sasuke e Kakashi e la prega di guardare Lee. Dopo aver esaminato Lee, concorda con la valutazione degli altri medici secondo cui il danno è troppo grave per consentirgli di continuare la sua vita da ninja. Può guarirlo, ma confessa che c'è solo il 50% di possibilità che Lee sopravviva alla procedura; lei gli suggerisce di non correre il rischio. Lee è schiacciato dalla notizia e se ne va. Quando se ne è andato, Gai condivide i suoi rimpianti per essere stato guardato da Tsunade, poiché ora Lee ha perso la speranza che aveva avuto fino ad ora.

Gai in seguito trova Lee nello stesso punto in cui Lee ha condiviso per la prima volta il suo sogno di essere uno splendido ninja. Lee riflette su quanto sia riuscito ad arrivare lontano nella sua carriera usando le lezioni di Gai sul duro lavoro e sul credere in se stesso, ma ora teme che nessuna di queste cose possa aiutarlo nella sua situazione attuale. Lee chiede a Gai cosa dovrebbe fare. Gai dice che Lee ha due opzioni: può rinunciare alla vita di un ninja e provare un grande dolore per aver abbandonato il suo sogno, oppure può farsi operare, e se muore, almeno morirà inseguendo il suo sogno; Gai pensa che Lee dovrebbe fare quest'ultimo. Ricorda a Lee il suo voto di dedicare la sua vita a fare di Lee uno splendido ninja e, quindi, se la vita di Lee dovesse finire, lo farà anche quella di Gai. Lee è commosso dalle parole di Gai e decide di portare a termine l'operazione.

Gai è costretto a lasciare Konoha in missione mentre Lee ha la sua operazione. Completa la missione il più velocemente possibile e torna a Konoha altrettanto rapidamente, cercando Tsunade nonostante la sua stanchezza in modo da poter scoprire come sono andate le cose. Tsunade gli dice che l'operazione è stata un successo, che travolge Gai di felicità. Pochi istanti dopo vengono informati che Lee è scomparso dalla sua stanza, il che fa preoccupare Gai. Tsunade si rende conto che Lee è andato ad aiutare la squadra di recupero di Sasuke. Inoltre, ha accidentalmente preso la sua bottiglia di sakè piuttosto che la sua medicina, il che travolge Gai con la paura che Lee possa scatenare il pugno ubriaco su qualcuno. Lee in seguito ritorna sano e salvo, e lui e Gai riprendono immediatamente il loro addestramento.

Sfida Viva Dojo! La gioventù è tutta una questione di passione!

Nell'anime, Gai sente parlare di un dojo che Lee ha aperto. Gai si prepara a sfidare Lee in una rissa travestendosi (malmente) da estraneo, ma viene chiamato in missione prima che possa lanciare la sfida. Quando in seguito visita il dojo, si imbatte in Nanafushi, un ladro che si traveste da Lee, e lo mette rapidamente KO.

Saga della terza grande bestia

Nell'anime, Gai va in missione con Yagura, un ninja di talento apparentemente maggiore di Lee. Durante la missione, Gai scopre che non è proprio Yagura, ma in realtà uno dei Fratelli Ryuudoin che, insieme ai suoi fratelli, cerca vendetta su Gai per la morte del padre. Intrappolano Gai e Lee in un castello e li costringono a combattere tra loro attraverso proxy artificiali e muti. Scoprono questo trucco comunicando attraverso il codice Morse, quindi evadono aprendo i primi cinque cancelli, lo stress dei loro attacchi ad alta velocità causa la rottura dei costrutti. Gai in seguito spiega che non era responsabile della morte del padre e che il padre in realtà rispettava Gai, causando le scuse dei fratelli.

Missione di recupero delle piante di Konoha

Nell'anime, Gai guida il jonin disponibile di Konoha per fermare una sospetta invasione nel villaggio della cascata. In seguito scoprono che i ninja della cascata stanno solo facendo un esercizio di allenamento.

Il Ritorno di Naruto: Il miracolo dei compagni

Nell'anime, circa due anni dopo che Naruto ha lasciato Konoha per allenarsi con Jiraiya, si tiene un altro esame Chunin. Gai organizza il turno preliminare tra la prima e la seconda fase: le squadre partecipanti devono raggiungere il Deserto Demoniaco entro tre giorni per potersi qualificare per la seconda fase. Durante questo periodo, il Team 10 viene quasi ucciso da uno scorpione gigante mentre cercano cibo, quindi Gai gliene dà. Una volta terminato il turno preliminare, Gai osserva l'inizio formale della seconda fase.

Seconda Parte

Saga del Recupero del Kazekage

Il Team di Gai viene attaccato da Kisame.

Tsunade invia il Team Gai a fornire supporto al Team 7 nella loro missione di salvare il Quinto Kazekage di Alba. Sulla strada per il villaggio della sabbia per incontrare Kakashi e gli altri, vengono intercettati da Pakkun, che li informa che il Team 7 ha rintracciato il Kazekage in una base dell'Organizzazione Alba nel Paese dei Fiumi. Il Team Gai è più vicino alla Terra dei Fiumi rispetto al Team 7, quindi cambiano rotta. Lungo la strada vengono attaccati da Kisame Hoshigaki di Akatsuki, che Gai non conosce. Kisame copre il deserto circostante con l'acqua e respinge gli attacchi degli studenti di Gai con la sua spada pelle di squalo. Vedendo le abilità di Kisame, Gai ha la sensazione di aver già incontrato Kisame, irritando Kisame che non si ricorda di lui.

Gai sconfigge Kisame.

Il Team Gai unisce le forze contro Kisame e Gai è in grado di prendere pelle di squalo. Ma la spada non consente a Gai di impugnarlo e Kisame, nel frattempo, è in grado di intrappolare Lee, Neji e Tenten nelle prigioni d'acqua in modo che possa combattere Gai senza interferenze. Kisame inizia a sopraffarlo, costringendo Gai ad aprire i primi cinque cancelli e ad attaccare con il pavone del mattino. Kisame viene sconfitto, ma quando il Team Gai esamina il suo corpo in seguito scoprono che si tratta solo di un doppelganger destinato a bloccarli. Proseguono verso la base dell'Organizzazione Alba, ma quando arrivano scoprono di non essere in grado di entrare. Quando il Team 7 arriva poco dopo, Kakashi la identifica come una Barriera dei Cinque Sigilli, mantenuta da un sigillo sopra l'ingresso e altri quattro da qualche parte nel paesaggio circostante. Neji individua gli altri quattro con il suo Byakugan e il Team Gai si divide per rimuoverli.

Gai combatte contro il suo clone.

Sebbene riescano ad abbattere la barriera, garantendo così l'ingresso al Team 7, ogni membro del Team Gai si confronta con un duplicato di se stesso non appena la barriera viene rimossa. Poco dopo che Gai e il suo clone iniziarono a combattere, abbinando gli attacchi degli altri. Dopo essere stato abbinato alla pari con il suo clone, Lee ha comunicato a Gai e al resto della squadra che si trovavano nella stessa situazione e ha proposto una soluzione: diventare più forti di quando erano state create le copie. Dopo aver ascoltato le parole di Lee, Gai è riuscito a prendere il sopravvento nella sua lotta e ha sconfitto il suo clone. Il Team Gai si riunisce dopo aver vinto le loro battaglie e parte alla posizione del Team 7, arrivando in tempo per interrompere il tentativo di fuga di Deidara. Incapace di scappare, Deidara crea un clone dell'attentato suicida, da cui Kakashi li salva usando Kamui.

Il Team Gai osserva mentre il Kazekage - morto a causa di Akatsuki - viene rianimato da Chiyo in cambio della sua stessa vita. Partecipano al suo funerale a Suna pochi giorni dopo prima di tornare a Konoha. Kakashi è troppo stanco per camminare a causa del suo uso di Kamui, rendendo necessario che Gai lo porti. Gai lo fa dando a Kakashi un giro sulle spalle e sfida i loro studenti a stargli dietro; sebbene Lee sia affascinato da questo regime di allenamento, gli altri sono profondamente turbati.

Saga di Hidan e Kakuzu: i distruttori immortali

Nell'anime, Gai partecipa al funerale di Asuma Sarutobi con le lacrime agli occhi.

Saga dell'Apparizione del Trecode

Nell'anime, Gai insegna a Lee e Tenten come usare il jutsu collaborativo legandoli insieme. Questo risulta non funzionare.

Saga dell'Assalto di Pain

Team Gai attendono la guarigione di Hinata.

Il Team Gai torna a Konoha dopo aver completato una missione. Mentre si avvicinano alla periferia del villaggio trovano un Gamabunta sconfitto, che li informa dell'invasione di Pain. Tornano di corsa al villaggio e, all'arrivo, trovano Hinata Hyuga gravemente ferita dalla sua lotta con Pain. Dopo aver ricevuto le sue cure mediche, Gai e Lee si preparano ad aiutare Naruto nella sua lotta contro Pain, solo per essere informati che Naruto ha già vinto. Il Team Gai si unisce ai festeggiamenti quando Naruto torna al villaggio.

Saga del percorso della foglia

Nell'anime, Gai prepara una medicina da dare a Tsunade nella speranza che la porti fuori dal coma, cosa che Lee consegna.

Saga del Potere

Nell'anime, Gai fa parte di una forza inviata al villaggio di Hacho per aiutare il Team 7 nella loro lotta con Kabuto Yakushi. Quando arrivano, Gai e Lee combattono contro il clone di Naruto a nove code, ma scoprono che devono aprire il quinto cancello per stare al passo con la sua velocità e forza. Dopo che Kabuto si è ritirato, i ninja Konoha indagano su Il Buco per cercare di scoprire a cosa Kabuto fosse così interessato.

Saga della vita paradisiaca in barca

Gai parte insieme a i suoi compagni.

Mentre Konoha si prepara per l'imminente Quarta Guerra Mondiale Shinobi, Gai fa parte di una squadra assegnata a proteggere Naruto mentre viene mandato in isolamento, un fatto di cui Naruto non deve essere informato. Nell'anime, mentre si dirigono verso la loro destinazione nel Paese del Fulmine, prendono un percorso indiretto in modo che l'Organizzazione Alba non possa trovare Naruto. Prima ancora che possano lasciare il porto nel Paese del Fuoco, vengono attaccati da un Marlin Gigante . Cercano di aiutare un pescatore, Yusuke, a catturare il marlin, ma Naruto scopre che il marlin è costretto ad attaccare a causa di uno shuriken incastonato nella sua testa. Quando lo shuriken viene rimosso, il marlin li lascia soli e sono in grado di salpare.

Gai e le altre guardie del corpo hanno il mal di mare subito dopo aver iniziato il loro viaggio, costringendo a fermarsi brevemente all'isola di Benisu fino a quando non si riprendono. Successivamente incontrano una nave fantasma, il cui equipaggio è stato ucciso dal granchio cadavere gigante. Gai e gli altri aiutano l'equipaggio a vendicare la loro morte sconfiggendo il granchio, liberando così le loro anime. Mentre continuano il loro viaggio, Gai viene rapita da un uccello gigante che vuole che Gai faccia da babysitter ai suoi pulcini. Quando Naruto e gli altri vengono a salvarlo, l'uccello li porta su un vulcano dove vive la "bestia evocativa definitiva". Gai e gli altri si alleano con l'uccello e altri animali locali per sconfiggere la bestia.

Proseguendo, le loro riserve di cibo iniziano a scarseggiare e Gai e Naruto, nella loro disperazione, mangiano un fungo acquistato dai banditi. Il fungo li fa agire violentemente, ma riacquistano i sensi con l'aiuto della cucina di Shima in tempo per impedire ai banditi di rubare il loro carico. Verso la fine del loro viaggio, Kakashi arriva alla ricerca di Gai. Gai si mette in testa che in realtà non è Kakashi ma piuttosto un impostore e lo attacca. Quando gli altri a bordo iniziano a difendere Kakashi, Gai conclude che anche loro sono impostori e attacca anche loro. Kakashi riesce a convincere Gai di essere il vero Kakashi raccontando qualcosa di quando erano più giovani. Kakashi spiega quindi che sta rispondendo a un segnale di soccorso inviato da Gai. Gai non ricorda di averlo fatto e sospetta che l'abbia inviato accidentalmente, quindi Kakashi torna a Konoha.

Saga della Quarta Guerra Mondiale Ninja: Conto alla rovescia

Gai contro Kisame.

Gai sta combattendo il mal di mare quando raggiungono l'Isola della Tartaruga e Aoba Yamashiro si prende cura di lui finché non si riprende. Una volta che sta meglio, va alle Cascate della Verità, dove Naruto in precedenza ha affrontato e superato il suo io interiore. Aoba sfida Gai a fare lo stesso, sospettando che il sé interiore di Gai non sia umano. Mentre il suo io interiore emerge dalle cadute, Gai ridicolizza per la sua vecchiaia e la sua perdita della giovinezza di cui predica costantemente. Gai chiede che il suo io interiore si riveli, ma ciò che emerge dalle cascate sembra essere un insetto. Supponendo che questo sia il suo io interiore e che sia stato deformato dalla sua perdita di spirito giovanile, lo attacca per modellarlo di nuovo in forma. Aoba informa Gai che in realtà non è il suo io interiore, permettendogli di riconoscerlo per quello che è veramente: un pesce palla.

Daytime Tiger di Gai contro Great Shark Bullet di Kisame.

Killer B emerge dalle cascate e li informa che non è il pesce palla, ma piuttosto Kisame Hoshigaki di Akatsuki, che sta cercando di fuggire con informazioni su B e Naruto. Dopo aver rapidamente inabilitato B e Aoba, Kisame attacca Guy e inizia a nuotare nell'oceano per inviare le informazioni che ha raccolto. Non sono in grado di muoversi velocemente quanto Kisame può nuotare, quindi B lancia Guy attraverso l'isola per allontanare Kisame; questo non è abbastanza, quindi Gai evoca Ningame a metà volo da usare come punto di partenza per lanciarlo per il resto della strada. Quando raggiunge, Kisame ha già passato le informazioni a uno squalo, la cui identità nasconde con altre mille in modo che lo squalo possa fuggire dall'isola. Gai cerca di distruggere gli squali con il pavone del mattino, ma sono troppi ed è costretto ad aprire il settimo cancello. Kisame cerca di fermare Gai con la sua tecnica del proiettile del grande squalo, che Gai contrasta con la tigre del mezzogiorno .

Gai guarda mente Kisame si toglie la vita.

La tigre del mezzogiorno di Gai non è ostacolato dalla tecnica del proiettile del grande squalo e si connette direttamente con Kisame, creando una gigantesca scossa di assestamento che non solo lo sconfigge, ma distrugge anche gli squali rimanenti. Mentre Gai raccoglie le informazioni, Kisame afferma la sua sorpresa che Gai possa trattenere un jutsu potente come Daytime Tiger fino al loro terzo incontro. Dal momento che Gai non ricorda i loro due precedenti incontri, Kisame tenta di continuare a combattere, spingendo Gai a metterlo KO. Riporta Kisame dagli altri in modo che Aoba possa interrogarlo. Piuttosto che essere usato per tradire i suoi alleati, Kisame si libera dai suoi confini per pura volontà, si intrappola in una prigione d'acqua in modo che Gai e gli altri non possano fermarlo e convoca gli squali per mangiarlo vivo. Gai rispetta profondamente come e perché Kisame ha scelto di morire, quindi giura di ricordarlo per il resto della sua vita.

Successivamente esaminano le informazioni che Kisame stava cercando di inviare, che si rivela essere una trappola esplosiva: sono entrambi catturati in una prigione d'acqua e sono intrappolati accanto a uno squalo. Gai alla fine soccombe ai rigori del suo precedente utilizzo degli Otto Cancelli e non può combattere il suo squalo, richiedendo agli altri di salvarlo. Un altro squalo, nel frattempo, riesce a fuggire con le informazioni di Kisame.

Saga della Quarta Guerra Mondiale Ninja: Confronto

Gai viene curato da Sakura.

Quando finalmente inizia la Quarta Guerra Mondiale Shinobi, Gai viene riassegnato alla Terza Divisione delle Forze Alleate Shinobi; il suo corpo soffre ancora per l'uso degli Otto Cancelli, che Sakura Haruno cerca di guarire. Gai si riprende quando la Terza Divisione viene chiamata per aiutare la Divisione Attacco a sorpresa, aiutando Kakashi, Sakura e Lee a tenere a bada Gari, Pakura, Haku e Zabuza Momochi reincarnati. Zabuza copre l'area nella nebbia per nascondere i movimenti suoi e degli altri, mettendo sulla difensiva la Terza Divisione. All'inizio della battaglia, Gai e Lee sono in grado di intercettare l'attacco di Haku a un alleato. Quando le vittime iniziano a crescere, ricorda alle persone vicine che le morti sono inevitabili e che non possono lasciare che ciò distrugga la loro determinazione.

Naruto in aiuto di Gai e dei suoi compagni.

Dopo che Kakashi sconfigge Zabuza, la nebbia si disperde e i restanti spadaccini sembrano ritirarsi. Il giorno successivo, nell'anime, Guy si unisce a Kakashi per tenere impegnati Jinpachi Munashi e Kushimaru Kuriarare finché la squadra sigilli non può occuparsene. Alla fine sono in grado di ridurre il numero di ninja reincarnati a tre, a quel punto una parte dell'esercito di Zetsu bianco arriva per combattere la terza divisione. Uno dei cloni ombra di Naruto arriva poco dopo, aiutando a sconfiggere gli Zetsu. Nell'anime, la Terza Divisione viene attaccata da un altro ninja reincarnato, Chen. Esperto di taijutsu come Gai, Chen è in grado di ottenere il vantaggio perché il suo corpo immortale non si stanca, a differenza di Guy. Lee salva Guy e, parlando con Chen e combattendolo, è in grado di riportare la sua anima nella Terra Pura.

Saga della Quarta Guerra Mondiale Ninja: Climax

Gai e Kakashi salvano Naruto.

Gai e Kakashi alla fine lasciano la Terza Divisione per unirsi all'originale Naruto e Killer B nella loro lotta con Tobi, arrivando in tempo per impedire a Tobi di catturare Naruto. Gai libera Naruto dal corallo che lo sta trattenendo e tutti attaccano la forza portante reincarnata che Tobi sta usando come le sue Sei Vie del Dolore. Tobi fa entrare due dei cercoteri in modalità Cerco, in seguito alla quale il Quadricoda tenta di ingoiare Naruto. Gai e Kakashi vogliono aiutarlo, ma devono prima occuparsi degli altri: mentre Kakashi si occupa della forza portante, Gai respinge laDecomposizione Istantanea del esacoda usando il pavone del mattino. Naruto, nel frattempo, è in grado di sfuggire al Quattro Code e liberarlo dal controllo di Tobi.

Note

Advertisement