FANDOM


Hashirama Senju[1][2][3][4]
Hashirama Senju
(千手柱間, Hashirama Senju)
Primo Hokage (初代火影, Shodai Hokage)
Dio dei Ninja (忍の神, Shinobi no Kami)[5]
Debutto
Manga Naruto #118
Anime Naruto #69
Doppiatori
Seiyu Takayuki Sugō
Italiano Alessandro D'Errico (Shippuden 326)
Informazioni
Compleanno 23 Ottobre
Sesso Gender Male Maschio
Stato Deceduto
Altezza 1,85 m
Peso 74 kg
Abilità Innata Nature Icon Wood
Classificazione Eremita
Occupazione Hokage
Fedeltà Konohagakure Symbol Villaggio della Foglia
Allied Shinobi Forces Symbol Alleanza degli Shinobi
Clan Senju Symbol Senju
Carriera Ninja
Rango Kage
Famiglia
Famiglia Butsuma Senju (padre)

Tobirama Senju (fratello)
Kawarama Senju (fratello)
Itama Senju (fratello)
Mito Uzumaki (moglie)
Tsunade (nipote)
Nawaki (nipote)
Asura Otsutsuki (vita precedente)

Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon WoodNature Icon EarthNature Icon WaterNature Icon FireNature Icon WindNature Icon LightningNature Icon YinNature Icon Yang
Tecniche
Tecnica dell'Oscurità
Tecnica del Trasferimento del Chakra
Sigillo del Contratto
Schema dei Quattro Astri
Formula di Onniscienza del Primo Hokage: Colpo della Soppressione
Capacità Rigenerativa
Mille Mani dei Senju
Porta del Myojin
Modalità Eremitica
Tecnica del Richiamo
Richiamo - Rashomon
Trasformazione del Buddha
Tecnica della Moltiplicazione Lignea del Corpo
Crescita Rigogliosa
Propagazione Floreale
Grande Boscaglia
Hoobi
Tecnica delle Mani Lignee
Drago Ligneo
Tecnica dell'Uomo Ligneo
Paratia Lignea
Armi
Ciondolo del Primo Hokage
Rotolo Proibito
Spada

Hashirama Senju (千手柱間, Senju Hashirama) era un ninja leggendario e Primo Hokage di Konoha. Egli è stato inoltre il leader del Clan Senju che insieme al Clan Uchiha stabilì il primo villaggio ninja della storia.

Aspetto

Hashirama Senju full body

Hashirama Senju.

Hashirama era un uomo alto con la pelle abbronzata e gli occhi scuri. Aveva i capelli neri lunghi fino alla vita in genere abbelliti da una frangia centrale che incorniciava il suo viso. Indossava spesso l'abito shinobi standard della sua epoca, costituito da un'armatura rosso scuro indossata sopra un semplice abito nero con sandali. Questa armatura fu costruita da numerose piastre di metallo, formate in più protezioni protettive lungo il suo corpo; ogni colletto delle sue spalline portava il simbolo di Senju. Prima della formazione di Konoha indossava un panno di colore bianco con il simbolo del clan sulla fronte, che in seguito lo sostituì con il Coprifronte del villaggio.

Shodai Hokage

Hashirama nelle vesti di Hokage.

Dopo essere diventato Hokage, Hashirama tendeva a indossare il tradizionale abbigliamento Kage composto dal solito cappello marrone e bianco e haori su un abito marrone e bianco a tutta lunghezza, insieme a una semplice fascia rossa. Altrimenti, indossava una camicia kimono marrone chiaro, a maniche corte, con l'armatura a rete sotto, tenuta chiusa da una fascia rossa e pantaloni blu scuro. Nel suo ritratto di Hokage, lo si vede indossare un fazzoletto. 

Da bambino, i capelli di Hashirama erano più tagliati a coppa, appesi al suo viso. Il suo abbigliamento abituale consisteva in una camicia kimono scura, una corta giacca verde chiaro con fodere verde scuro, una sciarpa bianca intorno al collo, tradizionali pantaloni kimono gessati del suo clan e una fascia verde scuro intorno alla vita.

Personalità

Hashirama depressed

La reazione di Hashirama dopo aver scoperto che Tsunade è diventata il Quinto Hokage.

Hashirama era un uomo eccitabile con una personalità chiassosa. Adorava incontrare nuove persone, gare amichevoli e gioco d'azzardo. Testardo e spesso impulsivo, toccava ad altri - come suo fratello Tobirama - essere più responsabili o realisti riguardo alle cose con cui Hashirama era stato portato via. Se abbattuto in questo modo, o anche semplicemente presentato con informazioni che lo turbavano, Hashirama poteva fare un viso quasi immediato, passando dal ridere al broncio. Questi periodi di ciclomotori erano in genere brevi e sarebbe tornato rapidamente alla sua solita natura di buon umore. Le generazioni successive incontrandolo, tendevano a notare che nessuno dei due estremi della sua personalità era molto adatto per un uomo chiamato "Dio dei Ninja".

Nonostante la prima impressione che potesse dare, Hashirama era in grado di essere serio quando si trattava di questioni che erano importanti per lui. Trascorse anni opponendosi alla pratica di mandare i bambini in guerra e sognava un sistema shinobi in cui un bambino potesse essere vicino agli altri della sua età, senza mai aver bisogno di "crescere" prematuramente sul campo di battaglia. A tal fine divenne molto devoto a Konoha sin dalle sue fondamenta, in quanto era la realizzazione del suo sogno per l'infanzia pacifica. Voleva che il resto del villaggio apprezzasse ciò che Konoha rappresentava tanto quanto lui, incoraggiandoli a considerare ogni abitante del villaggio come parte di una grande famiglia che dovrebbe sempre guardarsi l'un l'altro. Come Hokage, il suo lavoro era proteggere quella famiglia a tutti i costi, anche se quel costo era la sua vita. Questa filosofia, nota come "Volontà di fuoco", sarebbe diventata una pietra miliare degli insegnamenti di Konoha per decenni dopo la sua morte.

Hashirama ready to commit

Hashirama si offre di togliersi la vita senza esitazione.

La volontà di fuoco è dimostrativa dell'ottimismo generale di Hashirama quando si trattava di altre persone; credeva che una lealtà per la prima volta nel villaggio avrebbe naturalmente spezzato la mentalità che gli shinobi dovevano cercare i loro clan. Hashirama visse secondo questa filosofia molto prima della fondazione di Konoha, non avendo scrupoli a suicidarsi se ciò significasse la pace tra i clan Uchiha e Senju. In effetti, il suo intero obiettivo di guadagnare più potere era quello di avere abbastanza solo per fermare la violenza. Un esempio di ciò fu che credeva che se i due clan più potenti durante il Periodo degli Stati Combattenti dovessero unire le loro forze, non ci sarebbe nessun altro clan shinobi in grado di opporsi a loro e smetterebbe di vendere i loro servizi, ponendo fine al Periodo degli Stati Combattenti. Vide sempre il meglio degli altri, confidando che essi agissero in buona fede o che potessero, con mezzi non violenti, essere ragionati. Era umile, non al di sopra di abbassare la testa verso i suoi compagni di villaggio o rivendicare inferiorità verso coloro che non aveva mai incontrato ma di cui approvava le azioni. Se non altro, Hashirama era gentile, ponendo i bisogni degli altri prima dei suoi: era persino disposto a togliersi la vita se ciò avrebbe contribuito a creare un mondo in cui i suoi amici e la sua famiglia non avrebbero dovuto morire inutilmente. Fu su questi punti che Tobirama non fu molto d'accordo con Hashirama, poiché Tobirama riteneva che Hashirama avrebbe dovuto avere un maggior valore di se stesso e un maggior sospetto nei confronti degli altri. Allo stesso modo, su questi punti, Hashirama era al massimo della sua forza, affermando le sue opinioni su Tobirama; sebbene Tobirama non fosse spesso d'accordo, sapeva meglio che opporsi a suo fratello.

Hashirama ebbe una lunga amicizia e rivalità con Madara Uchiha, alla fine considerandolo un fratello. Da bambini trascorrevano molto del loro tempo libero insieme, parlando, giocando e pianificando un futuro che non erano sicuri sarebbe mai arrivato. Entrambi erano disposti ad opporsi ai propri padri rifiutandosi di uccidersi a vicenda, ma solo Hashirama mantenne questo rifiuto fino all'età adulta; anche come nemici, Hashirama avrebbe fatto di tutto per Madara, trattenendo se stesso (e Tobirama) in modo da non ferirlo e indulgendo ai desideri di Madara per le sue stesse conseguenze. Quando furono in grado di riaccendere la loro amicizia facendo Konoha, Hashirama ripose molta fiducia in Madara desiderandolo che fosse Hokage, credendo che fosse il modo migliore per Madara di riprendersi dalla perdita dei suoi fratelli. Quando alla fine fallì, Hashirama rispettò le opinioni e l'insoddisfazione di Madara con il villaggio, ma non gli permise di muoversi contro Konoha, uccidendolo alla fine con tristezza e riluttanza al fine di proteggere ciò che avevano fatto insieme. Nonostante tutto, Hashirama considerava Madara sua amica fino alla fine.

Storia

Madara and hasirama

Hashirama e Madara da giovani.

Hashirama nacque durante il Periodo degli Stati di Guerra, era il maggiore dei quattro figli di Butsuma Senju. Hashirama e i suoi fratelli sono cresciuti sul campo di battaglia combattendo costantemente con i rivali del Senju: l'Uchiha. Durante i suoi rari tempi di inattività, Hashirama conobbe un ragazzo della sua età di nome Madara. I due svilupparono rapidamente una rivalità amichevole, che si trattasse di saltare pietre o urinare nei fiumi, con Hashirama che in genere vinceva i loro concorsi. Hashirama non approvò questa pratica di mandare i bambini a combattere e morire, credendo che avrebbe solo aumentato l'amarezza tra Senju e Uchiha, causando così più morti.

Hashirama family

Hashirama e la sua famiglia assistono al funerale di Kawarama.

Dopo la morte dei loro fratelli, Kawarama e successivamente Itama, Hashirama e il suo fratello rimasto, Tobirama, decisero che un nuovo sistema shinobi avrebbe dovuto essere implementato per porre fine al ciclo delle morti infantili, un sistema che avrebbe richiesto un'alleanza tra Senju e Uchiha . Come Hashirama, anche Madara era una shinobi che aveva perso fratelli sul campo di battaglia. Insieme hanno immaginato un mondo in cui i bambini come loro non avrebbero dovuto combattere e dove i loro fratelli sarebbero stati al sicuro dai pericoli. Per precauzione, Hashirama e Madara non divulgarono i loro cognomi, ma ciononostante scoprirono le reciproche identità: Hashirama era un Senju, Madara era un Uchiha; era loro dovere uccidersi a vicenda. Hashirama mise da parte questo dovere, riluttante a togliersi la vita all'amico. Madara, tuttavia, decise che i loro sogni di un mondo pacifico erano impossibili, e quindi finì la loro amicizia in modo da potersi uccidere a vicenda senza riserve.

Hashirama VS Madara

Hasirama e Madara combattono.

Negli anni seguenti Hashirama e Madara continuarono a incontrarsi in combattimento. Hashirama non avrebbe mai potuto uccidersi con qualcuno che ancora considerava un amico, e Madara non avrebbe mai potuto sconfiggere le abilità superiori di Hashirama. Col tempo, sia Madara che Hashirama divennero i leader dei rispettivi clan. Sotto la guida e l'abilità straordinaria di Hashirama, il Senju iniziò a battere il clan Uchiha fino a quando ad un certo punto Hashirama ebbe sia Madara che Izuna in balia di lui. Tuttavia, incapace di trovare la decisione di uccidere il suo amico d'infanzia, Hashirama cercò di convincere Madara a unire i loro due clan per trasformare i loro sogni d'infanzia in realtà. Un Izuna ferito a morte convinse Madara altrimenti e si ritirarono, spingendo Hashirama a inviare una richiesta di cessate il fuoco. Sebbene alcuni Uchiha trovassero l'offerta sempre più allettante, Madara non era disposta ad accettare dopo che Tobirama aveva ucciso il suo ultimo fratello rimasto, Izuna. Straziata dal dolore, Madara prese un'ultima posizione contro Hashirama e il Senju e fu sommariamente sconfitta. Tobirama ha tentato di uccidere Madara per porre fine ai combattimenti, ma Hashirama lo ha fermato, sapendo che avrebbe solo rinnovato le ostilità tra Senju e Uchiha. Su suggerimento di Madara, Hashirama si offrì di uccidersi per raggiungere una risoluzione pacifica. Mentre stava per finire la sua stessa vita, Madara lo fermò, commosso dal gesto e acconsentito alla pace.

Konohagakure is formed

La fondazione di Konoha.

Il Senju, l'Uchiha e tutti i loro clan affiliati si unirono per fondare un villaggio di pace, dove i bambini non avrebbero mai avuto bisogno di morire in battaglia. Hashirama e Madara, riaccendendo la loro amicizia d'infanzia, chiamarono "Villaggio della Foglia". Gli altri paesi seguiranno presto l'esempio di Konoha e costruiranno i loro villaggi nascosti. Sebbene Hashirama abbia creato gran parte delle infrastrutture del villaggio con le sue abilità di Wood Release, era suo desiderio che Madara diventasse Hokage, leader e protettore del villaggio. Su insistenza di Tobirama, la posizione di Hokage è stata aperta al voto dagli abitanti del villaggio di Konoha, ed è stato Hashirama che hanno eletto in carica. Hashirama voleva che Madara diventasse la sua consigliera in modo che potesse migliorare la sua posizione tra gli abitanti del villaggio e un giorno gli succederà come Secondo Hokage. Madara pensava che quella posizione sarebbe inevitabilmente andata a Tobirama, che a sua volta sarebbe finita male per l'Uchiha. Con la sua rapida diminuzione della sua posizione a Konoha, Madara decise che il villaggio era un esperimento fallito e lo abbandonò, intenzionato a tornare un giorno per affrontare nuovamente Hashirama in battaglia.

Hashirama fighting Madara and the Nine-Tails.

Hashirama convoca per la prima volta la Volpe a Nove code.

Fedele alla sua promessa, Madara alla fine attaccò Konohagakure in diverse occasioni. Dopo innumerevoli combattimenti e con le Nove code sotto il suo controllo, Madara ha sfidato Hashirama a un'ultima gara. Il potere della Volpe a Nove Code, così come gli sforzi di Hashirama per catturarlo e contenerlo, devastarono il paesaggio, scolpendo quella che in seguito sarebbe stata chiamata la Valle della Fine. Hashirama trascorse la durata della loro battaglia cercando di ragionare con Madara, ma Madara continuò a combattere fino a quando non fu troppo stanco per mantenere attivo anche il suo Sharingan. Ciò ha permesso a Hashirama di distrarlo con un clone di legno mentre il vero Hashirama lo ha pugnalato alle spalle. Madara è crollata e, prima di morire, ha notato quanto Hashirama fosse cambiato da quando erano bambini.

First Gokage summit

Hasirama al primo Summit dei 5 Kage.

All'indomani della battaglia, Tobirama nascose il corpo di Madara e la moglie di Hashirama, Mito Uzumaki, sigillò la Volpe a nove code dentro di sé per contenere il suo grande potere a beneficio di Konoha. Per un po 'le cose furono pacifiche: Hashirama aiutò ad addestrare uno degli studenti di Tobirama, Hiruzen Sarutobi; ha potuto rovinare il suo primo nipote, Tsunade; rinchiuse la Pergamena delle foche, il kinjutsu che conteneva non più necessario nel mondo che aveva creato. Ma la pace per cui Hashirama aveva lavorato così duramente stava iniziando a svelare; ad un certo punto il Villaggio della Cascata mandò Kakuzu ad assassinarlo. Sebbene sconfisse Kakuzu, altre guerre iniziarono a scoppiare, ed era durante la Prima Guerra Mondiale dei Ninja che Hashirama, desideroso di formare una pace duratura con gli altri villaggi, convocò un vertice di Kage in modo da poter condividere le bestie dalla coda che Konoha aveva acquisito con loro, bilanciando così il potere tra loro. Ma la cooperazione non sarebbe così semplice come intendeva Hashirama, prima dalla richiesta di Tobirama che gli altri villaggi pagassero per gli animali dalla coda che ricevevano, poi dalla contro-richiesta di denaro e territorio del Primo Kazekage al posto di una bestia dalla coda. Quando i disordini iniziarono a crescere, Hashirama condivideva la sua paura che qualsiasi accordo che avrebbero preso sarebbe stato solo temporaneo, ma anche che le generazioni future avrebbero potuto creare un'unità duratura.

Alla fine, il desiderio di Hashirama per la pace non sarebbe stato realizzato durante la sua vita e morì mentre Konoha iniziò a prosperare. Prima della sua morte passò il titolo di Hokage a Tobirama e gli ordinò di non maltrattare l'Uchiha.

Prima Parte

Attacco a Konoha

Summoning Impure World Reincarnation

Orochiamaru resuscita Hasirama e Tobirama.

Orochimaru invade Konoha in modo che possa uccidere il suo maestro, Hiruzen Sarutobi, che ora è il Terzo Hokage. Poiché Orochimaru vuole che Hiruzen provi lo stesso brivido di combattere un insegnante come lui, si reincarna Hashirama e Tobirama. Riconoscendo Hiruzen e vedendo quanti anni ha ottenuto, Hashirama capisce da quanto tempo è morto. Tobirama, nel frattempo, si rende conto che sono stati riportati con la reincarnazione del mondo impuro, e quindi non avranno altra scelta che combattere Hiruzen. Orochimaru reprime le loro personalità e le costringe ad attaccare.

Hiruzen sealing Hashirama

Il Primo Hokage contro il Terzo Hokage.

Hiruzen lotta per sferrare un attacco contro Hashirama e Tobirama, il loro coordinamento e reattività gli offrono poche aperture. I pochi attacchi che fa sbarcare sono semplicemente rigenerati dai loro corpi reincarnati. Poiché uccidere Orochimaru non porrà fine alla reincarnazione del mondo impuro, Hiruzen utilizza l'unica opzione che gli è rimasta: dopo aver creato due cloni d'ombra, ha un clone che cattura ciascuno dei defunti Hokage e usa il sigillo di consumo del Sigillo del Diavolo. Con le loro personalità ripristinate, Hashirama e Tobirama si scusano per essere stati un tale problema per lui, proprio come Hiruzen si scusa per il destino a cui li ha condannati. Prende le anime dai loro corpi reincarnati, dandole da mangiare allo Shinigami.

Parte Seconda

Quarta Guerra Mondiale Ninja

Hokage reincarnated

Hasirama e gli altri Hokage del passato vengono resuscitati.

Su richiesta di Sasuke Uchiha, Orochimaru libera le anime dei primi quattro Hokage dallo stomaco degli Shinigami in modo che possa reincarnarsi. Dopo essersi guardati intorno, Hashirama e Tobirama sono entusiasti di incontrare Minato, il Quarto, e di prenderlo come un segno della continua prosperità di Konoha. Hashirama chiede chi è il quinto ed è informato che è sua nipote, Tsunade; Hashirama, di conseguenza, si preoccupa dell'attuale destino del villaggio. Sasuke chiede all'ex Hokage la storia del villaggio, in particolare per quanto riguarda il clan Uchiha. Dai commenti di Tobirama, Hashirama si rende conto che Tobirama non ha seguito le sue istruzioni per comprendere l'Uchiha. Quando Tobirama si prepara ad attaccare Sasuke per proteggere il villaggio da uno degli ultimi Uchiha, Hashirama usa la forza per trattenerlo.

Hashirama stops Tobimara

Hashirama impedisce a Tobirama di attaccare.

Gli Hokage vengono informati di eventi recenti, in particolare lo scoppio della Quarta Guerra Mondiale dei Ninja e la reincarnazione di Madara Uchiha. Tobirama desidera andare ad aiutare le forze di Konoha nello sforzo bellico e chiede l'aiuto di Hashirama. Sebbene Orochimaru abbia perfezionato il suo controllo della reincarnazione del mondo impuro, Hashirama è ancora abbastanza forte da liberarsi se lo sceglie. Invece di farlo, tuttavia, decide di dire a Sasuke del suo lavoro per creare Konoha e i rapporti con l'Uchiha, poiché è per questo che si è reincarnato in primo luogo.
The Hokage Arrive

L'arrivo degli Hokage.

Ascoltando la storia di Hashirama e riflettendo sulle proprie esperienze, Sasuke decide di non voler distruggere Konoha, così come l'attuale intenzione di Madara. Orochimaru libera l'Hokage dal suo controllo in modo che possano aiutare in questo obiettivo, e partono per il sito della battaglia dell' Alleanza degli Shinobi con il Decacoda. Sebbene preoccupato dagli attuali piani di Madara, Hashirama è allo stesso tempo curioso di sapere come Madara sia riuscita a sopravvivere al loro ultimo incontro e non vede l'ora di vederlo. Quando arrivano sul campo di battaglia, Madara, avvertendo Hashirama, chiede eccitato la possibilità di combatterlo, ma Hashirama risponde che dovrà aspettare. Entrando in Modalità Eremitica, Hashirama usa la tecnica della Porta del Myojin per legare le dieci code, quindi aiuta l'altro Hokage a erigere una barriera per confinarla.

Hashirama orders attack

Hashirama e le forze Alleate.

Poiché deve stare con la barriera, Hashirama crea cinque cloni di legno per agire per suo conto. Quattro conducono un attacco alleato contro i servi del Decacoda mentre il quinto impegna Madara; Madara non è interessata e si offre di continuare ad aspettare fino a quando non sarà disponibile il vero Hashirama. Quando Obito Uchiha appare sul campo di battaglia, Hashirama si rende conto che Madara lo sta costringendo a usare la Tecnica della Trasmigrazione del Mondo Esteriore per rianimarlo. Crea altri sei cloni di legno per inseguire Madara e fermarlo. Obito è in grado di resistere al controllo di Madara e invece sigilla il Decacoda in se stesso, diventando il suo Cercoterio.

Madara and Hashirama fight again

Hashirama combatte nuovamente contro Madara.

Con il suo nuovo potere, Obito abbatte la barriera, si allontana facilmente da un'altra Porta del Grande Dio e strappa uno dei cloni di legno prima che abbia la possibilità di rispondere. Il clone è in grado di mantenere la sua forma abbastanza a lungo da creare rami che trattengono Obito, consentendo a uno dei cloni ombra di Tobirama di utilizzare la Carta-bombe Stratificate a vicenda. Quando questo non ha effetto, Hashirama decide di essere coinvolto personalmente. Madara, tuttavia, ha finito di aspettare e costringe Hashirama a combatterlo. Hashirama cerca di convincerlo a rimandare, ma Madara non lo saprà. Mentre impegna Madara, i suoi cloni di legno rimasti forniscono il supporto agli alleati che possono e mantengono Hashirama informato su come sta andando la battaglia contro Obito.

Hashirama communication

Hashirama comunica attraverso la tecnica di Ino.

Dopo che Obito ha creato la forma ad albero gigante del Decacoda, Madara spiega a Hashirama la funzione dell'albero nell'eventuale implementazione del Tsukuyomi Infinito. Dovendo comunicare questo al resto dell'Alleanza, Hashirama ha Ino Yamanaka che collega telepaticamente uno dei suoi cloni di legno al resto dell'Alleanza, che ora include Tsunade e l'altro Kage attuale. Dopo aver salutato sua nipote, il clone trasmette il suo messaggio e lo implora di non dare. Quando i sentimenti di futilità iniziano a crescere tra i ranghi dell'Alleanza, Hashirama condivide con loro i suoi ricordi del primo vertice Kage, aiutando a radunarli tutti e, alla fine, sconfiggere Obito.

Madara captures Hashirama

Madara cattura Hashirama.

L'originale Hashirama, nel frattempo, riesce a bloccare Madara con la Porta multipla dei Grandi Dei e lo circonda con draghi di legno per impedirgli di fuggire. Naruto Uzumaki arriva per aiutare a sigillare Madara, ponendo così fine alla guerra, ma Madara implementa un'ultima carta vincente prima che possano farlo: forzare con successo Obito a riportarlo in vita con la Tecnica della Trasmigrazione del Mondo Esteriore. Il pieno ritorno del suo potere originale consente a Madara di liberarsi dalle sue restrizioni e, nella confusione, immobilizzare rapidamente Hashirama con i ricevitori di chakra. Madara è in grado di combattere molti altri attaccanti immediati, ma il suo risveglio lo ha lasciato senza occhi, diminuendo i suoi sensi. Si avvicina a Hashirama e assorbe il suo chakra senjutsu in modo da poter trovare obiettivi basati sulle loro firme dei chakra. Prima di andarsene, Madara nota che il piano di pace che ha citato a Hashirama tanto tempo fa sta per essere realizzato.

Mentre Sasuke sta per inseguire Madara, Hashirama, ancora incapace di muoversi, si offre di dargli un jutsu che può essere usato per cancellare il chakra del senjutsu che Madara ha preso. Sasuke chiede perché Hashirama si fidi di lui, un Uchiha, al quale Hashirama risponde che assomiglia al fratello di Madara, Izuna, e che forse quella somiglianza ricorderà a Madara della persona gentile che era prima che Izuna morisse. Alla fine, Sasuke fallisce e l'Infinito Tsukuyomi viene lanciato, con tutto il mondo - escluso l'Hokage reincarnato - che viene avvolto nella tecnica Natività di un mondo di alberi.

Final Moment

Hasirama e Madara si danno l'ultimo saluto.

Qualche tempo dopo, i ricevitori del chakra scompaiono, ripristinando la mobilità di Hashirama. Si riunisce con l'altro Hokage e provano a capire cosa possono fare per spezzare l'Infinito Tsukuyomi. Sono accolti dallo spirito del Eremita delle Sei Vie della Trasmigrazione, che recluta il loro aiuto. Combinando gli sforzi con gli spiriti dell'altro Kage morto, evocano la Team 7, Madara e le bestie dalla coda dalla Dimensioni di Kaguya. Hashirama si avvicina a Madara, che è troppo debole per alzarsi e in realtà sta morendo per il suo calvario. Madara usa i suoi restanti momenti della vita per ammettere che il metodo di pace di Hashirama era giusto da sempre. Hashirama lo perdona e dice che sono ancora amici nonostante tutto, che Madara usa il suo ultimo respiro per dire che non è poi così male. Hashirama e l'altro Kage vengono restituiti nella Terra Pura dal Saggio dei Sei Percorsi. Mentre la sua anima sale, Hashirama augura buona fortuna a Sasuke e Naruto, sperando che abbiano un'esperienza migliore insieme di lui e Madara.

Abilità

Hashirama and Madara clash

Hashirama si scontra con il suo rivale, Madara, per tutta la vita.

Hashirama era famoso come lo shinobi più forte della sua epoca, noto come un dio di Shinobi. Nonostante il rinomato Kage che lotta per affrontare una singola bestia dalla coda, l'abilità di Hashirama gli ha permesso di catturare e controllare le otto bestie dalla coda libera, una prodezza che gli è valsa la reputazione di una delle poche persone che potevano davvero controllarle. Kabuto Yakushi dichiarò durante la quarta guerra mondiale di Shinobi che l'abilità di Hashirama doveva ancora essere eguagliata, con le persone che riguardavano le sue abilità in una luce fantastica. Madara ha ammesso apertamente l'inferiorità a Hashirama fin dall'infanzia, e anche con lo Sharingan Ipnotico e la volpe a nove code a sua disposizione, non ha mai potuto sconfiggere Hashirama durante la loro vita. Hashirama era abbastanza abile nel taijutsu per eguagliare esperti come Madara e Hiruzen e poteva lanciare il genjutsu per bloccare un bersaglio nell'oscurità perpetua per la durata della tecnica.

Potenza e forza vitale di Chakra

Il chakra di Hashirama era straordinariamente forte e così denso che poteva influenzare visibilmente l'ambiente circostante quando rilasciato. Durante la quarta guerra mondiale degli Shinobi, dopo aver visto Naruto Uzumaki distribuire il suo chakra e quello dei Nove code a tutte le forze alleate degli Shinobi, il clone di Hashirama affermò che il chakra distribuito aveva quasi lo stesso chakra. Il suo controllo dei chakra è abbastanza avanzato per eseguire varie tecniche complesse e su larga scala con pochi o nessun sigillo a mano. Fu anche in grado di produrre dieci cloni di legno mantenendo una barriera a livello di Kage.

La forza vitale di Hashirama gli concede anche abbastanza resistenza per combattere senza sosta per un periodo di ventiquattro ore mentre era ancora pronto per la battaglia e una volontà abbastanza forte da resistere al controllo della perfetta reincarnazione del mondo impuro con facilità. Il suo corpo era pieno di vitalità, garantendogli notevoli poteri rigenerativi che potevano riparare la maggior parte delle ferite senza effetti residui, un'abilità che solo la tecnica di Tsunade o la stessa guarigione di Naruto quando accedeva al chakra di Kurama si sono entrambe avvicinate all'emulazione.

Ninjutsu

Come Senju, Hashirama è addestrato in una varietà di abilità shinobi. Poteva convocare la tecnica Richiamo - Quintupla Rashomon per proteggersi da quasi ogni attacco. Poteva usare il ninjutsu di barriera abbastanza avanzato da domare le dieci code. Aveva un'abilità senza precedenti nel ninjutsu medico, in grado di curare le ferite senza formare sigilli a mano. La sua abilità nel fuinjutsu poteva immagazzinare diversi tipi di armi per la battaglia, con le quali mostrava un'abilità versatile nel bukijutsu, in grado di combattere alla pari di Madara. Nell'anime, potrebbe anche rompere il controllo di Madara sulle Nove code.

Chakra Naturale

Hashirama's wood release

Hashirama usa la tecnica della Crescita rigogliosa.

Hashirama era esperto in tutte e cinque le trasformazioni di base della natura, insieme a Yin e Yang Release. Era famoso soprattutto per la sua Arte del Legno, una combinazione di terra e chakra di natura acquosa, che creava legno e piante da terra o il suo stesso essere di varie dimensioni che manipolava ai suoi scopi. Questa capacità apparentemente era esclusiva per lui poiché nessun altro ha acquisito naturalmente questo potere; eventuali repliche sono notevolmente pallide rispetto alle capacità di Hashirama.

Mille Mani dei Senju

Hashirama usa la tecnica dei Mille Mani dei Senju.

Hashirama potrebbe cambiare completamente il paesaggio con i suoi costrutti. Aveva anche usi più ingegnosi come la creazione di cloni di legno che sono quasi indistinguibili da se stesso. Poteva creare alberi in fiore il cui polline rendeva inconsapevoli gli avversari, strutture protettive in grado di resistere alla Teriosfera, mani giganti per catturare grandi bersagli, nonché una gigantesca creatura umanoide in grado di scontrarsi con il corpo completo di Madara - Susanoo. Nell'anime, la sua precisione e destrezza con la sua versione in legno potrebbero impugnare e lanciare le sue varie armi da lontano, permettendogli di attaccare da più angolazioni. Quando Hashirama entra in modalità Sage, le sue tecniche di rilascio del legno diventano considerevolmente più grandi e pericolose, come visto con la sua più grande creazione, la tecnica dei Mille Mani dei Senju usandolo per erogare un enorme sbarramento di pugni, potrebbe spogliare Susanoo dal Nove Code plus era principalmente responsabile della formazione della Valle della Fine.

L'Arte del Legno di Hashirama gli ha anche concesso un metodo per sottomettere e controllare le bestie dalla coda. Facendo contatto diretto con la mano o canalizzandolo attraverso la sua arte de Legno, Hashirama poteva usare la Formula di Onniscienza del Primo Hokage: Colpo della Soppressione per mettere la bestia a dormire. Ha acquisito diverse bestie dalla coda in questo modo ed è stato in grado di mantenere il controllo su tutti loro allo stesso tempo. Allo stesso modo, potrebbe creare draghi di legno per avvolgere qualsiasi bersaglio e assorbire il loro chakra.

Arte Eremitica

Hashirama Eremita

Hashirama in modalità Eremitica.

A causa delle sue grandi riserve di chakra, Hashirama poteva usare il senjutsu ed entrare in Modalità Eremitica, un'impresa che poteva eseguire istantaneamente. In questa modalità, ottiene segni rossi (verdi nell'anime) attorno e sotto gli occhi e al centro della fronte. Sebbene non si sappia dove l'abbia appreso, Hashirama si è dimostrato formidabile nel suo uso, cavalcando le sue tecniche del legno come mezzo per essere mobile in battaglia mentre mantenendo l'immobilità di se stessi necessaria per continuare a costruire energia naturale per mantenere attiva questa modalità . Le sue diverse tecniche del legno diventano molto più forti mentre è in modalità Sage. Hashirama potrebbe anche eseguire la Porta del Myojin per legare obiettivi, anche quelli grandi come le dieci code.

Curiosità

  • "Hashirama" (柱 間) è una parola giapponese che si riferisce allo spazio tra due pilastri. Questo potrebbe essere un gioco sulla parola "pilastro" (柱, hashira), poiché si dice che l'Hokage sia il pilastro che sostiene il villaggio. Il suo cognome "Senju" significa letteralmente "mille mani" (千手).
  • La sua faccia nella Montagna degli Hokage ha una crepa attraverso il ponte del naso. Questa crepa non è presente nelle rappresentazioni flash della Rock.
  • La faccia di Hashirama appare all'interno dei fuochi d'artificio nell' omake dell' Naruto: Shippuden Episodio 129.
  • Le sue frasi preferite erano "Le vaste terre fertili" (大地 豊 饒, Daichi Hōjō) e "Gli abiti del cielo sono senza cuciture" (天衣無縫, Ten'i Muhō). Si riferiscono alla bellezza perfetta senza elementi artificiali.

Note

  1. Rin no Sho, pag. 116
  2. To no Sho, pag. 142
  3. Sha no Sho, pag. 160-161
  4. Jin no Sho, pag. 162-167
  5. Naruto, cap. 619, pag. 1
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.