NarutoPedia
Advertisement
NarutoPedia
Villaggio della Nebbia
Villaggio della nebbia.webp
(霧隠れの里, Kirigakure no Sato)
Debutto
Nazione Land of Water Symbol.svg Paese dell'Acqua
Leader Mizukage
Kage Chojuro

Il Villaggio della Nebbia (霧隠れの里, Kirigakure no Sato) è il villaggio nascosto del Paese dell'Acqua. Come villaggio di uno dei Cinque Grandi Paesi Ninja, la Nebbia ha come capo un Kage conosciuto come il Mizukage, di cui ce ne sono stati sei nella sua storia. Come si addice al suo nome, il villaggio è circondato da una fitta nebbia, con diverse montagne sullo sfondo, che lo rendono difficile da trovare per gli stranieri. L'architettura del villaggio è composta da diversi edifici cilindrici, con l'ufficio del Mizukage che è il più largo e grande. La maggior parte degli edifici ha una vegetazione che cresce sui loro tetti.

L'abbigliamento standard degli shinobi del villaggio ruota intorno ad un materiale gessato che gli shinobi indossano come bracciali e ciccioli che si fondono nei loro sandali. Al di sotto di questo, indossano una camicia nera completa e pantaloni sopra i quali indossano il giubbotto antiproiettile grigio standard del villaggio. Alcuni indossano anche protezioni per la vita. Molti ninja del villaggio usano tecniche dell'Arte dell'Acqua. A causa dell'alto numero di ninja traditori del villaggio, il Villaggio della Nebbia ha una suddivisione di Anbu conosciuta come ninja cacciatori che hanno il compito specifico di eliminare questi disertori.

Storia

Il Villaggio della Nebbia fu fondato dopo il Periodo degli Stati Combattenti dal Primo Mizukage. Poco dopo la formazione dei loro villaggi, il Primo Hokage del Villaggio della Foglia] vendette Cercoteri alla Nebbia in segno di amicizia e per assicurare un equilibrio di potere tra i loro nuovi villaggi. La benevolenza che ne derivò fu di breve durata, così la Nebbia sarebbe stata coinvolta in diversi conflitti nei decenni successivi. Il Secondo Mizukage e il Secondo Tsuchikage del Villaggio della Roccia, che si sarebbero scontrati l'uno contro l'altro innumerevoli volte, alla fine si incontrarono in quella che sarebbe stata la loro battaglia finale, uccidendosi a vicenda.[1]

Secondo Kahyo, la società del paese era divisa in una forma di sistema di caste fin dalla fondazione del villaggio. I civili di più alto rango erano quelli il cui lignaggio familiare proveniva originariamente dall'interno del Villaggio della Nebbia, la seconda casta era per i membri delle famiglie che erano state alleate del villaggio sui campi di battaglia in passato, mentre l'ultima e più bassa casta consisteva nei membri delle famiglie che erano state sconfitte su tali campi di battaglia e annesse al villaggio.

Fin dai primi giorni, i membri della terza casta erano trattati con cautela e dovevano portare a termine le missioni più pericolose per il villaggio - tenendoli così occupati e impedendo loro di ribellarsi.[2]

Villaggio della Nebbia Insanguinata

Col tempo, il villaggio divenne tristemente noto come il "Villaggio della Nebbia Insanguinata" (血霧の里, Chigiri no Sato) per una ragione crudele - nell'Accademia del Villaggio della Nebbia, gli studenti che desideravano diplomarsi (solo i membri della casta più bassa del romanzo) dovevano combattere fino alla morte, e solo quelli che sopravvivevano potevano avanzare nei ranghi dei ninja.

Ad un certo punto, Madara Uchiha iniziò segretamente a manipolare gli eventi nel Kiri.[3] Durante la Terza Guerra Mondiale Ninja, si credeva che il Villaggio della Nebbia avesse rapito Rin Nohara del Villaggio della Foglia e sigillato il Isobu in lei; in verità, questo era un complotto di Madara per ottenere la fedeltà di Obito Uchiha.

Quando fu salvata da Kakashi Hatake, il Mizukage inviò una forza per inseguirla, ma questo era solo per le apparenze; il Villaggio della Nebbia voleva che Rin riuscisse a tornare a Konoha in modo che, perdendo il controllo del Tricoda, sarebbe stato rilasciato all'interno del villaggio e lo avrebbe distrutto. [4] Consapevole di questo, Rin convinse Kakashi ad ucciderla prima del loro ritorno e i ninja all'inseguimento vengono analogamente uccisi.[5] Il villaggio della nebbia ha poi catturato nuovamente il Tricoda, questa volta sigillandolo in un giovane Yagura Karatachi. In seguito alla morte di Madara, Obito assunse l'identità di Madara, e ad un certo punto prese il controllo del Quarto Mizukage con una tecnica illusoria.

Il regno del Quarto Mizukage fu un periodo di oscurità per il Villaggio della Nebbia, con la corruzione che affliggeva i responsabili e la ricerca del potere che diventava fondamentale per molti. La defezione si diffuse tra i ranghi del villaggio, con diversi membri dei Sette Spadaccini della Nebbia e persino la forza portante dell'Esacoda, Utakata, che abbandonarono il villaggio.

I metodi di diploma dell'Accademia furono interrotti dopo che Zabuza Momochi, non ancora studente lui stesso, uccise un'intera classe di diplomati dell'anno,[6] ma a quel punto la Nebbia Insanguinata aveva già macchiato la reputazione della Quarta. Zabuza, che arrivò a non essere d'accordo con il funzionamento del villaggio, avrebbe addirittura tramato un colpo di stato contro il Mizukage con un attentato alla sua vita;[7][8] solo per fallire in quanto uno dei suoi uomini lo tradì.[9] Alla fine, il ninja cacciatore Ao rivelò che il Quarto era stato manipolato da qualcuno, anche se Kiri non fu mai in grado di accertare chi fosse esattamente quella persona.

A causa di molteplici defezioni anche tra i Sette Spadaccini della Nebbia, il Villaggio della Nebbia arrivò a perdere le sette lame che avrebbero dovuto essere tramandate attraverso le generazioni, una ad una. Nel periodo che ruota intorno alla Quarta Guerra Mondiale dei Ninja, la Rombosogliola era l'unica spada rimasta in possesso del Villaggio della Nebbia; l'organizzazione andò effettivamente in pezzi.

Altri conflitti

Il Clan Kaguya sconfitto dal villaggio della Nebbia

Oltre ai conflitti esteri, il Villaggio della Nebbia ha vissuto diversi periodi di disordini interni. Il Clan Kaguya una volta mosse guerra contro il Villaggio della Nebbia per placare la loro brama di battaglia, ma furono massacrati dalle forze superiori del villaggio.[10] Quelli con una Abilità Innata erano considerati con sospetto dalla gente del Villaggio della Nebbia e del più ampio Paese dell'Acqua a causa della loro efficienza in tempi di guerra. Come tale, la persecuzione e persino l'omicidio di chiunque avesse un'abilità innata era comune; nel caso del Clan Yuki, non esiste più in senso organizzato e i suoi pochi membri sopravvissuti vivono in segreto, timorosi che le loro abilità vengano scoperte.[11]

Qualche tempo dopo la Terza Guerra Mondiale dei Ninja, il Villaggio della Nebbia e il Villaggio della Roccia unirono le forze in una missione per recuperare le informazioni rubate dal Villaggio della Nuvola. Una volta ottenute le informazioni, la Roccia tradì la Nebbia e uccise la maggior parte dei ninja inviati in missione per prendere le informazioni per se stessi, un incidente che sarebbe diventato noto come la Tragedia del Passo Yosuga.[12]

Reinvenzione

Sotto il Quinto Mizukage, Kiri ha cercato di superare i ricordi della Nebbia Insanguinata riformando le politiche interne e migliorando la sua immagine all'estero come nazione dalla mentalità aperta. [13] Dopo che l'Alba cattura un certo numero di cercoteri, inclusi entrambi quelli precedentemente posseduti dal Villaggio della Nebbia, il Quinto partecipa ad un Summit dei Kage per migliorare le relazioni diplomatiche con gli altri villaggi e smentire la voce che l'Alba sia stata fondata nel Villaggio della Nebbia. Come ulteriore dimostrazione di ciò, il Villaggio della Nebbia si unisce all'Esercito Alleato Ninja per opporsi all'Alba. La guerra viene vinta e la reputazione del villaggio viene riscattata.

Il villaggio modernizzato

Anni dopo la Quarta Guerra Mondiale dei Ninja, durante l'era del Sesto Mizukage e con l'aiuto del Quinto, il Villaggio della Nebbia era diventato una città moderna e fiorente; ancora più progredita del Villaggio della Foglia. Riuscirono anche a recuperare le sei lame che erano andate perse a causa delle defezioni, reintegrando così i Sette Spadaccini della Nebbia.

Inoltre, la prospettiva positiva del villaggio lo rese una nota meta turistica.[14] Mentre la grande maggioranza dei cittadini è felice della vivacità traboccante del loro nuovo villaggio trasformato e allegro,[15] c'era ancora una piccola minoranza che era sia molto diffidente e odiosa verso gli estranei. Considerando questa infrastruttura amichevole e pacifica come un insulto al loro orgoglio di ninja, questa minoranza desiderava apertamente i vecchi tempi del "Villaggio della Nebbia di Sangue". Nonostante i progressi del villaggio verso un futuro più luminoso, l'oscura eredità del Quarto Mizukage non fu mai perdonata, poiché molti abitanti del villaggio continuarono a disprezzarlo al punto da maltrattare i suoi discendenti.

Luoghi

Clan

Trivia

  • Il villaggio prende il nome da Saizō Kirigakure del Dieci Uomini Coraggiosi di Sanada, un gruppo di ninja leggendari che servirono sotto il daimyo Yukimura Sanada durante il periodo degli Stati Combattenti del Giappone, e rivale del suo compagno Sasuke Sarutobi. Il suo cognome è un gioco sulla sua associazione con la nebbia e le illusioni. Anche la tecnica del marchio del villaggio, la Tecnica del Velo di Nebbia, gioca sull'abilità di Saizō.
  • Il Villaggio della Nebbia non ha un sistema di registrazione dei ninja.
  • Durante il secondo combattimento tra Zabuza Momochi e Kakashi Hatake, il primo ha usato un kunai con un bordo della lama che si incurva verso l'interno, rendendo la punta più affilata e più adatta a pugnalare o spingere. Più tardi nell'anime, questa lama è stata raffigurata come la variante speciale del kunai standard del villaggio.

Note

  1. Naruto capitolo 525, pagina 3
  2. Kakashi Hiden
  3. Naruto capitolo 675, pagina 8
  4. Naruto capitolo 629, pagine 14-16
  5. Naruto capitoli 603-605
  6. Naruto capitolo 14 pagine 5-7
  7. Kai no Sho, pagina 119
  8. Naruto capitolo 30, pagina 15
  9. Shikamaru Hiden
  10. Naruto capitolo 216, pagina 15
  11. Naruto capitolo 29, pagina 10
  12. Naruto: Shippuden episodio 242
  13. Secondo Fanbook, pagina 123
  14. Boruto episodio 27
  15. Settimanale Shonen Jump
Advertisement